Aprile 20, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il Congo si unisce ai paesi esportatori di GNL nell’ambito di un nuovo progetto con la società energetica italiana Eni

Il Congo si unisce ai paesi esportatori di GNL nell’ambito di un nuovo progetto con la società energetica italiana Eni

La nazione africana del Congo è diventata martedì il nuovo esportatore di gas naturale liquefatto, avviando la produzione del suo primo carico, un anno dopo che la società energetica italiana Eni ha lanciato il progetto Congo LNG con partner locali.

Eni ha reso noto in un comunicato che la prima nave cargo carica di gas naturale liquefatto farà rotta nei prossimi giorni verso l'impianto di rigassificazione italiano della città di Piombino, in Toscana.

“Con la prima spedizione, la Repubblica del Congo entra nel gruppo dei paesi esportatori di GNL, aprendo opportunità di crescita economica e contribuendo al contempo all’equilibrio energetico globale”, ha affermato Eni.

Eni e i suoi partner hanno condiviso manodopera, know-how e tecnologia “per garantire ricavi aggiuntivi al Paese contribuendo allo stesso tempo alla sicurezza energetica dell'Europa”, ha affermato in una nota l'amministratore delegato Claudio Descalzi.

La capacità di produzione del progetto è di 4,5 miliardi di metri cubi all'anno di gas naturale, che viene utilizzato per riscaldare case e aziende. Si forma quando il gas viene raffreddato a circa -260 F (-162 C) per essere immagazzinato e spedito in modo sicuro su navi appositamente progettate.

L’Europa è alla ricerca di nuove fonti di energia da quando ha deciso di tagliare le forniture russe in seguito alla massiccia invasione dell’Ucraina due anni fa. Secondo il think tank ISPI, le vendite di gas russo all’estero sono diminuite del 40% dopo l’invasione.

READ  Il ministro dice che l'Italia è pronta a presentare il piano per il rimpasto del Tesoro