Maggio 26, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il capo della MLS afferma che la lega non è una casa di riposo dopo i commenti di Neymar

10 dicembre 2021; Portland, Oregon, Stati Uniti; Il commissario della Major League Soccer, Don Garber, legge un libro agli studenti che quasi guardano in una banca di libri per bambini. Credito obbligatorio: Soobum Im-USA TODAY Sport / File foto

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Reuters) – Il commissario Don Garber ha dichiarato che dopo che il Paris Saint-Germain e l’attaccante brasiliano Neymar hanno espresso il desiderio di giocare negli Stati Uniti prima di trasferirsi negli Stati Uniti, la sua carriera sta finendo.

Neymar ha detto al podcast Fenomenos questa settimana che gli piacerebbe suonare negli Stati Uniti per almeno una stagione prima di scherzare “la loro stagione è più breve, quindi mi prenderò tre mesi di pausa”. Per saperne di più

Il 30enne è sotto contratto con il Paris Saint-Germain fino a giugno 2025 e ha aggiunto che era più probabile che giocasse in America piuttosto che tornare in patria prima di chiudere gli stivali.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Non abbiamo bisogno di assumere un top player alla fine della loro carriera perché hanno deciso di voler ritirarsi dalla MLS”, ha detto Garber ai giornalisti.

Garber ha detto che voleva che la storia della MLS riguardasse la selezione di giovani giocatori per il campionato nelle prime fasi o all’inizio della loro carriera.

Quest’anno, il capitano del Napoli Lorenzo Insigne ha firmato un pre-contratto per passare al Toronto FC con un contratto quadriennale dopo la scadenza del suo contratto con il club italiano a giugno.

READ  Report ATP: vince Novak Djokovic, continua la caccia al Golden Slam

Il nazionale svizzero Xherdan Shaqiri, anche lui 30enne, si è unito ai Chicago Fire in questa stagione.

Garber ha detto che nessuno aveva indicato che l’attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic stava per ritirarsi quando ha lasciato i LA Galaxy per l’AC Milan nel 2019 all’età di 38 anni.

“Sinceramente mi ha insultato – ha detto Garber -. Perché se Zlatan fosse venuto da noi alla stessa età di quando è tornato al Milan, sarebbe stato un ritiro da parte sua”.

“Ha lavorato la sua coda in MLS e ha lavorato la sua coda in Prima Divisione. Quindi non sono del tutto sicuro del motivo per cui la nostra visione è diversa, ma è quello che è”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Srivathsa Sridhar) a Bengaluru

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.