Settembre 24, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il capo della CIA William Burns incontra i talebani in Afghanistan mentre il G7 si riunisce alla scadenza

I talebani hanno chiesto agli Stati Uniti di smettere di invitare la popolazione locale fuori dall’Afghanistan e ora hanno impedito loro di raggiungere l’aeroporto di Kabul.

Il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid ha affermato che i talebani non consentono più ai cittadini afgani di recarsi all’aeroporto di Kabul a causa della situazione caotica.

Ha detto in una conferenza stampa che la folla all’aeroporto dovrebbe tornare a casa e che la loro sicurezza sarebbe stata garantita.

“Viviamo insieme. La guerra è finita per noi”, ha detto.

Ma ha aggiunto che gli Stati Uniti hanno continuato a invitare le persone all’aeroporto per salire a bordo degli aerei.

“Chiediamo agli americani”, ha detto. “Non incoraggiare gli afghani ad andarsene… abbiamo bisogno dei loro talenti”.

Ha aggiunto che i media afghani sono tornati a funzionare, così come gli ospedali, le scuole, le università e il governo locale.

Arriva quando il capo della CIA William Burns ha tenuto un incontro segreto a Kabul con il co-fondatore talebano Mullah Abdul Ghani Baradar, secondo The Guardian. Washington Post.

L’incontro di lunedì, che se confermato sarebbe il più alto incontro tra il gruppo islamista e l’amministrazione Biden da quando i militanti sono tornati al potere, è arrivato mentre gli sforzi per evacuare migliaia di persone dall’Afghanistan controllato dai talebani sono diventati sempre più urgenti.

Il signor Burns è uno dei diplomatici più esperti del presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Mentre Baradar, che dirige l’ufficio politico dei talebani in Qatar, è uno dei massimi leader del regime che ha preso il potere a Kabul.

Un portavoce della CIA non ha confermato l’incontro con l’AFP, affermando che l’agenzia “non discute mai dei viaggi del regista”.

READ  L'incendio della Table Mountain si diffonde a macchia d'olio all'Università di Città del Capo, costringendo gli studenti a evacuare

Washington PostChe citavano fonti americane anonime per l’incontro, non includeva il contenuto delle discussioni tra il co-fondatore dei talebani e il capo della CIA.

Ma ha detto che è probabile che si tratti di un ritardo nella scadenza degli Stati Uniti per porre fine alle evacuazioni all’aeroporto della capitale afghana, dove migliaia di afgani, spaventati dal ritorno degli islamisti, sono ancora accalcati nella speranza di fuga. Nazione.

Biden ha fissato una scadenza del 31 agosto per porre fine al caotico ponte aereo organizzato da migliaia di truppe statunitensi e britanniche dispiegate temporaneamente, ma ha lasciato la porta aperta per un’estensione se necessario.

Ma un portavoce dei talebani ha avvertito lunedì che il gruppo islamista intransigente non accetterebbe alcuna estensione, definendo la questione una “linea rossa”, con qualsiasi ritardo visto come una “estensione dell’occupazione”.

Se gli Stati Uniti o il Regno Unito vogliono avere più tempo per continuare le evacuazioni, la risposta è no. Il portavoce dei talebani Suhail Shaheen ha detto a Sky News, Suhail Shaheen.

Il giornale ha detto che l’incontro ha avuto luogo lunedì.

Un vertice virtuale del G7 per rivedere le evacuazioni è previsto per oggi.

Arriva quando sia il Regno Unito che la Germania affermano che gli alleati occidentali non saranno in grado di espellere tutti gli afghani che necessitano di protezione da Kabul prima della scadenza prevista per il ritiro degli Stati Uniti del 31 agosto.

Il ministro della Difesa britannico, Ben Wallace, ha affermato che spingerà gli Stati Uniti a prorogare la scadenza del 31 agosto per l’evacuazione, ma ha affermato che è “improbabile” che riesca.

READ  Iguana in Chips: Florida trova una soluzione al problema invasivo dei rettili | Florida

Il Regno Unito presiederà i colloqui di emergenza tra il gruppo di nazioni ricche nel corso della giornata.

La Francia ha anche invitato Washington a posticipare il programma. Ma poche ore prima del vertice, Wallace ha riconosciuto che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ei leader talebani che sono ora al potere a Kabul hanno messo in dubbio la continuazione delle evacuazioni fino a settembre.

“Penso che sia improbabile”, ha detto a Sky News. Non solo per quello che hanno detto i talebani, ma se guardi alle dichiarazioni pubbliche del presidente Biden, penso che sia improbabile.

“Vale sicuramente la pena provare tutti insieme, e lo faremo.”

Se gli Stati Uniti o il Regno Unito vogliono avere più tempo per continuare le evacuazioni, la risposta è no. Il portavoce dei talebani Suhail Shaheen ha detto a Sky News, Suhail Shaheen.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha affermato che i leader delle principali economie mondiali dovrebbero tenere d’occhio la “prossima fase” dell’Afghanistan.

Il suo ufficio ha affermato che solleciterà i colleghi leader ad aumentare il loro sostegno ai rifugiati e a riaffermare il loro “impegno a preservare i progressi compiuti in Afghanistan negli ultimi 20 anni, in particolare sull’istruzione delle ragazze e sui diritti delle donne e delle minoranze”.

La Gran Bretagna attualmente presiede il Gruppo dei Sette, che comprende anche Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone e Stati Uniti.

Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha affermato che non c’era modo che tutti coloro che ne avevano bisogno sarebbero stati evacuati entro il 31 agosto.

“Anche se (l’evacuazione) continua fino al 31 agosto o anche qualche giorno in più, non sarà sufficiente per permettere a chi vogliamo, noi o gli Stati Uniti, di andarsene”, ha detto Maas a Bild TV.

READ  Samoa cancella un progetto portuale sostenuto dalla Cina guidato dal nuovo leader Famei Naomi Matafa

Quindi gli alleati devono pianificare come continuare a cacciare le persone dall’Afghanistan anche se l’operazione militare termina come previsto.