Luglio 2, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il Brentford ha battuto il Watford su rigore nei minuti di recupero

Il rigore di Brian Mbiomo durante il recupero ha assegnato al Brentford una drammatica vittoria per 2-1 sul Watford in Premier League venerdì.

Il Brentford è tornato nella prima metà della classifica, mentre il Watford resta a tre punti dalla zona retrocessione.

Emmanuel Dennis sembrava dare vita al tentativo di Watford di sopravvivere con un colpo di testa nel primo tempo che è durato fino a sei minuti dalla fine.

L’ape si è trasferita al livello di Pontos Anice. Poi Mbiomo, distaccato dal sito a Evan Toni che è contagiato dal virus Corona, ha i nervi saldi per segnare una vittoria indimenticabile.

Il manager del Watford Claudio Ranieri ha detto che questa partita è stata l’inizio della loro stagione dopo una serie di partite difficili, ma sono quattro sconfitte consecutive per l’italiano.

Brentford, che era anche senza il difensore Ethan Pinnock durante il COVID-19, ha dominato le fasi iniziali.

Quando la vita a Watford finalmente decollò, Brentford diede via la palla a buon mercato sulla linea di metà campo e trovò la sua strada per Joshua King. Ha tagliato da sinistra e ha tirato un rasoterra nell’angolo più lontano.

La palla vagante è stata deviata da un calcio d’angolo e dalla consegna di Tom Cleverly, Dennis ha superato il capitano di Biz Janson per colpire la rete.

Il Brentford ha pareggiato sei minuti prima della fine della partita quando Jansson ha rimbalzato con un colpo di testa su cross di Vitaly Janelt.

READ  Iga Swiatek: le statistiche dietro 23 vittorie di partite e il quarto titolo consecutivo dopo aver vinto l'Open di Stoccarda

A cinque minuti dall’inizio dei minuti di recupero, il sostituto di Pace Saman Kaddous ha sbagliato un fallo di William Ekong ed è stato messo a terra dal difensore degli Hornets.

Tony potrebbe essere “il miglior tiro di rigore al mondo”, secondo l’allenatore del Brentford Thomas Frank, ma Mbiomo era chiaramente attento a lui, imitando il vantaggio del suo compagno battitore assente e seppellendo il rigore in un angolo.