Agosto 5, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il bilancio delle vittime delle catastrofiche inondazioni in Germania e Belgio ha superato 150 150

Il bilancio delle vittime delle catastrofiche inondazioni nell’Europa occidentale è salito a più di 150 mentre i soccorritori lavorano per rimuovere la devastazione e prevenire ulteriori danni.

La polizia ha detto che più di 90 persone sono ora note per essere morte nella provincia tedesca occidentale di Arweiler, una delle aree più colpite, e si temono più vittime.

Altre 43 persone sono state confermate morte nel vicino stato del Nord Reno-Westfalia, il più popoloso della Germania, nel peggior disastro naturale del paese in mezzo secolo.

L’emittente belga RTBF ha riferito che il bilancio delle vittime in Belgio è salito a 27.

Sabato, ora locale, le acque si stavano ritirando nella maggior parte delle aree colpite, ma i funzionari temevano che sarebbero stati trovati altri corpi in auto e camion lavati.

Vista dell'area che mostra le case circondate da acqua torrenziale e un pozzo nero.
Un enorme cratere è apparso dopo il crollo di una cava a Irvinestadt, in Germania.(

Reuters: Distretto di Rhein-Erft

)

L’alluvione ha scioccato molti. Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha definito le inondazioni un disastro e si è impegnato a sostenere le persone colpite durante questi “tempi difficili e spaventosi”.

Case distrutte nelle acque alluvionali viste nel fiume Ahr a Insole, nella Germania occidentale.
Le case subacquee sono state lasciate sul fiume Ahr a Insole, nella Germania occidentale.(

Afp: Michael Probst

)

Oltre alla Germania e al Belgio più colpite, anche le parti meridionali dei Paesi Bassi sono state colpite da inondazioni torrenziali.

Nel frattempo, le piogge torrenziali in Svizzera hanno causato l’inondazione di molti fiumi e laghi nelle loro sponde, poiché le autorità di Lucerna hanno chiuso molti ponti pedonali sul fiume Reuss.

Focus sui cambiamenti climatici

Le piogge torrenziali che hanno causato le inondazioni mortali sono state così preoccupanti che molti in tutta Europa si chiedono se la colpa sia del cambiamento climatico.

Caricamento in corso

Gli scienziati hanno da tempo affermato che il cambiamento climatico porterà a forti piogge, ma per determinare il suo ruolo nelle forti piogge della scorsa settimana ci vorranno almeno diverse settimane per la ricerca, hanno detto gli scienziati.

“Le inondazioni accadono sempre e sono come eventi casuali, come lanciare i dadi. Ma abbiamo cambiato le probabilità di lanciare i dadi”, ha detto Ralph Tommy, scienziato del clima presso l’Imperial College di Londra.

In generale, secondo gli scienziati, un aumento della temperatura media globale – ora circa 1,2 gradi Celsius al di sopra della media preindustriale – rende più probabili piogge intense.

L’aria più calda contiene più umidità, il che significa che alla fine viene rilasciata più acqua.

Martedì e mercoledì sulla città tedesca di Colonia sono caduti più di 15 centimetri di pioggia.

“Quando piove, l’atmosfera è quasi come una spugna: si spreme una spugna e l’acqua fuoriesce”, ha detto Johannes Coas, professore di meteorologia teorica all’Università di Lipsia.

Gli scienziati del clima hanno affermato che un aumento di 1 grado Celsius della temperatura globale media aumenta la capacità dell’atmosfera di trattenere l’acqua del 7%, aumentando la possibilità di forti piogge.

Un uomo sta remando su una piccola barca su una strada allagata a Liegi, in Belgio.
Centinaia di persone sono ancora disperse dopo che le piogge record hanno causato gravi inondazioni.(

AP: Valentin Bianchi

)

Altri fattori, tra cui la geografia locale e i sistemi di pressione dell’aria, determinano anche il modo in cui determinate aree sono interessate.

Gert Jan van Oldenburg della World Weather Attribution, una rete scientifica internazionale che analizza come il cambiamento climatico possa aver contribuito a determinati eventi meteorologici, ha affermato che si aspetta che ci vorranno settimane per determinare il legame tra precipitazioni e cambiamento climatico.

“Siamo veloci, ma non così veloci”, ha affermato il professor Van Oldenburg, scienziato del clima presso il Royal Netherlands Meteorological Institute.

Le prime osservazioni indicano che le precipitazioni potrebbero essere state incoraggiate dal regime di bassa pressione bloccato per diversi giorni sull’Europa occidentale, dove le è stato impedito di spostarsi a est ea nord dall’alta pressione.

AFP/Reuters

READ  I gruppi affermano che WeChat vieta gli account LGBT "senza alcun preavviso"