Ottobre 25, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il 25% dei ricoverati in ospedale con COVID-19 in Iowa è vaccinato

Gli ultimi dati COVID-19 rilasciati lunedì dal Dipartimento della sanità pubblica dell’Iowa mostrano una tendenza al ribasso negli ospedali, tuttavia, la dottoressa Lily Best, specialista in malattie infettive presso Unity Point, afferma che Des Moines sta già assistendo a un aumento dei ricoveri. Gli ospedali di Des Moines stanno trattando 84 pazienti con COVID-19 questa settimana rispetto ai circa 70 delle due settimane precedenti e i dati dell’IDPH mostrano anche che il 75,3% dei pazienti negli ospedali dell’Iowa non è immunizzato. L’IDPH afferma che il 24,7% dei pazienti negli ospedali dell’Iowa è stato completamente vaccinato. È meglio dire che i pazienti che sono completamente vaccinati in ospedale hanno solitamente 65 anni o più e hanno un’immunità compromessa. “I vaccini funzionano, ma non sono efficaci al 100%, come qualsiasi altro vaccino”, ha detto Best. Gli ultimi dati dello stato mostrano anche 30 focolai nelle strutture di assistenza a lungo termine. A metà marzo quel numero era zero. Brent Willett dell’Iowa Health Care Association afferma che il 95% dei residenti nell’assistenza a lungo termine è stato completamente vaccinato, ma Delta Variant ha sfondato questo scudo. Il ricovero in ospedale a causa di COVID a causa di una serie di altri problemi medici complessi che ha “, ha affermato Willett. Willett ha aggiunto che i ricoveri nelle strutture di assistenza a lungo termine sono diminuiti dell’85%. I vaccini stanno ancora perseguendo il loro obiettivo finale, ha affermato Best. Ridurre la gravità della malattia e ridurre la mortalità.” Willett e Best hanno affermato che la dose di richiamo aiuterebbe a fornire un ulteriore livello di protezione per coloro che hanno 65 anni e più e coloro che sono immunocompromessi.

READ  BepiColombo: missione spaziale europeo-giapponese cattura immagini di Mercurio | notizie spaziali

Scorso COVID-19 I dati del Dipartimento di sanità pubblica dell’Iowa di lunedì mostrano una tendenza al ribasso dei ricoveri.

Tuttavia, la dottoressa Laila Best, specialista in malattie infettive presso Unity Point, afferma che Des Moines sta già assistendo a un aumento dei ricoveri ospedalieri.

Gli ospedali Des Moines stanno curando 84 pazienti affetti da coronavirus questa settimana, rispetto ai circa 70 delle due settimane precedenti.

I dati dell’IDPH mostrano anche che il 75,3% dei pazienti negli ospedali dell’Iowa non è vaccinato.

L’IDPH afferma che il 24,7% dei pazienti negli ospedali dell’Iowa è stato completamente vaccinato.

È meglio dire che i pazienti che sono completamente vaccinati in ospedale hanno solitamente 65 anni o più e hanno un’immunità compromessa.

“I vaccini funzionano, ma non sono efficaci al 100% come qualsiasi altro vaccino”, ha detto Best.

Gli ultimi dati dello stato mostrano anche 30 focolai nelle strutture di assistenza a lungo termine.

A metà marzo quel numero era zero.

Brent Willett dell’Iowa Healthcare Association afferma che il 95% dei residenti in cure a lungo termine è stato completamente vaccinato, ma Delta Variant ha sfondato questo scudo.

“Di solito se un residente (vaccinato) viene ricoverato in ospedale con il coronavirus, è dovuto a una serie di altri problemi medici complessi che ha”, ha detto Willett.

Willett ha aggiunto che i ricoveri nelle strutture di assistenza a lungo termine sono diminuiti di circa l’85%.

Meglio dire, i vaccini stanno ancora perseguendo il loro obiettivo finale.

“I vaccini funzionano per il risultato principale, che è quello di ridurre la gravità della malattia e ridurre la mortalità”, ha detto Best.

READ  Fungo nero: un nuovo sintomo riscontrato nei pazienti con diabete mellito covid

Willett e Best hanno affermato che la dose di richiamo contribuirà a fornire un ulteriore livello di protezione per coloro che hanno 65 anni e più e coloro che sono immunocompromessi.