Luglio 21, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I vini australiani vincono alla grande ai Decanter World Wine Awards

I vini australiani vincono alla grande ai Decanter World Wine Awards

Semillon e Muscat hanno contribuito a spingere l’Australia in cima ai prestigiosi Decanter World Wine Awards.

Due vini australiani unici sono stati tra i 10 prodotti nostrani a ricevere la migliore presentazione in uno dei premi per bevande più prestigiosi al mondo, decanter Premi mondiali del vino.

Solo 50 vini su 18.250 voci sono stati premiati come i migliori in mostra, con l’Australia che ha vinto più di qualsiasi altro paese quest’anno.

Concorso internazionale, organizzato dalla British Wine Publishing House decanter, è un grosso problema. La giuria di quest’anno era composta da 236 esperti provenienti da 30 paesi, tra cui 53 esperti di vino e 16 sommelier senior.

Il semillon della Hunter Valley e il Rutherglen fortificato sono stati tra le bevande che sono salite in cima alle voci dei vini, presentate da 57 paesi.

Stewart Hordern, uno dei migliori produttori di vino di Brokenwood, è tra i vigneti della Hunter Valley.
Stewart Hordern, uno dei migliori produttori di vino di Brokenwood, è tra i vigneti della Hunter Valley.

Tra questi c’era Brokenwood Wines 2017 ILR Reserve Semillon, prodotto nella NSW Hunter Valley.

“Ci sono pochissime regioni vinicole in Australia che hanno una varietà che parla chiaramente di una regione”, afferma l’enologo senior Stewart Hordern.

“Mi piace molto. Quando viaggi in Australia, ogni regione ha uno Chardonnay e ogni regione ha uno Shiraz. Ma a livello globale, abbiamo una varietà che è sinonimo della regione. La maggior parte delle altre regioni sono state investite dai carboni per questa associazione .”

“[Semillon] Ha davvero trovato la sua casa nella Hunter Valley.

Stuart Hordern

Parte del fascino di Semillon, crede Hordern, è che può essere consumato giovane, quando è croccante, luminoso e fresco, ma crede che brilli davvero quando è invecchiato in bottiglia per sviluppare complessità e longevità.

READ  Quattro tombe scoperte in un cimitero di epoca romana a Gaza Notizie da Gaza

Hordern afferma che Hunter Valley è il driver di stile per questa diversità mondiale. “Il Semillon ha ovviamente un pedigree e una storia in Francia, ma lì viene miscelato con il sauvignon blanc per creare una miscela varietale o trasformato in un vino viscoso. Il singolo vitigno ha davvero trovato la sua casa nella Hunter Valley”.

L’ILR Reserve Semillon di Brokenwood è un lavoro d’amore. “È un grande investimento finanziario da parte nostra mantenere un vino per sei anni prima che venga rilasciato”, afferma Hordern. “Ma è una testimonianza del pedigree e della fiducia che abbiamo in questo vino”.

I giudici sono rimasti colpiti anche dai vini fortificati che emergono da Rutherglen, nel Victoria nord-orientale, descrivendolo come “sede di alcuni dei vini fortificati più straordinari del mondo”.

Il premio Best in Show è stato assegnato al non antico Morris Wines Cellar Reserve Grand Muscat, consolidando il posto del North East Victoria sulla mappa fortificata globale.

David Morris, di Morris Wines, vincitore del Best in Show al World Wine Competition.
David Morris, di Morris Wines, vincitore del Best in Show al World Wine Competition.

“Rutherglen è la patria dei vini fortificati in Australia”, afferma il capo enologo David Morris.

“La regione ha prodotto moscati e tupac che hanno catturato l’attenzione del mondo sin dal 1850 e sono ancora leader sulla scena mondiale oggi”, afferma. “C’è un’unicità nello stile australiano che non puoi davvero paragonare ad altri grandi vini del mondo. Questi vini sono una vera rappresentazione del luogo”.

Morris crede in un approccio minimalista e semplice alla vinificazione. “Lasciando trasparire l’uva e la terra, fermandosi accanto alle ghiande e affidandosi al generoso e saporito frutto di Rutherglen. L’impegno dei genitori di Mick era quello di ‘consegnare sempre il sapore’, e questa è l’unica cosa in cui credo ancora oggi .”

READ  Un'infermiera è morta dopo che i medici si sono rifiutati di diagnosticare la sua condizione cardiaca nascosta come ansia
Maurice Muscat è stato il vincitore dei Decanter Wine Awards.
Maurice Muscat è stato il vincitore dei Decanter Wine Awards.

Di tutti gli stati, i produttori del South Australia hanno brillato di più, conquistando 35 medaglie (oltre 95 punti), inclusa la metà delle migliori medaglie australiane. La regione di Margaret River, nello stato di Washington, ha ricevuto il maggior numero di vini con un punteggio di 97, inclusi tre Best in Show e tre Platinum Awards.

Lo scintillante Regno Unito ha vinto anche il Best in Show, mentre Francia, Spagna, Stati Uniti, Sud Africa, Argentina, Nuova Zelanda, Cile, Portogallo, Grecia, Austria, Germania e territori più oscuri in Ucraina, Serbia, Canada, Slovenia, Brasile, Israele Anche , Georgia e Giappone hanno vinto.

Oltre ai vini pregiati e ai vini premium per valore, i premi 2023 incentrati sulla sostenibilità hanno presentato anche la prima categoria di imballaggi alternativi, che comprendeva vini in sacchi e vini in una scatola.

Per l’elenco completo dei vincitorivisitando Awards.decanter.com.

Migliore offerta in Australia

● Brokenwood Wines 2017 ILR Riserva Semillon, Hunter Valley, NSW
● Domaine Naturaliste 2020 Rebus Cabernet Sauvignon, Margaret River, Washington
● Evans & Tate 2018 Redbrook Reserve Cabernet Sauvignon, Margaret River, WA
● Vini Gatt, Riesling 2017, High Eden (Eden Valley), SA
● Heirloom Vineyards 2022 Alcalá Grenache, McLaren Vale, SA
● Castello di carte 2022 Asso di picche Chardonnay, Margaret River, WA
● Jacob’s Creek 2013 Johann Shiraz Cabernet, Barossa Valley, SA
● Morris Cellar Reserve Grand Muscat NV, Rutherglen, Vic
● Penfolds 2021 Riserva Bin 21 A Chardonnay, Adelaide Hills, SA
● Wirra Wirra 2019 Chook Block, McLaren Vale, SA

dai nostri partner

Più buon cibo