Maggio 13, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I tifosi in Italia definiscono la Super League europea ‘la morte del calcio’ Super League Europea

Gli appassionati di calcio in Italia hanno definito la proposta di Super League europea “la morte del calcio” perché minacciava di mettere in crisi la Serie A.

Il comunicato ufficiale che annuncia la Super League ha portato alle critiche del presidente della Juventus Andrea Agnelli, uno dei suoi più grandi avvocati. Il suo club, insieme a Inter e Milan, ha espresso il desiderio di aderire al nuovo progetto.

Le prime pagine dei giornali in Italia hanno descritto la notizia come “un’idea cruda” mentre la Lega Serie A ha convocato un incontro di emergenza.

L’ex calciatore e allenatore Marco Tortelli considerava l’Italia un giocatore della nazionale che vinse i Mondiali del 1982, dicendo che era “la decisione sbagliata … lo sport non è solo business”.

La Super League “prevede di correre il rischio di uccidere il nostro campionato”, ha detto Giovanni Carnevali, allenatore di Serie A. Stanno arrivando cose spiacevoli e potremmo essere stati fuorviati. “

Foto Codidiano descrive la nuova Super League come “un campionato dove solo i ricchi giocano contro i ricchi e diventano ancora più ricchi”.

Super League Europea: cosa significa calcio?  - Presentatore video
Super League Europea: cosa significa calcio? – Presentatore video

Totosport, quotidiano torinese di cui fa parte in particolare la Juventus, ha definito la proposta di campionato “una vera licenza per uccidere le dimensioni del calcio e il senso della competizione”. I fan della serie lo hanno definito “disgustoso”, “tradimento” e “omicidio di una curiosità” sui social media.

In Courier della Cera, uno dei migliori commentatori sportivi italiani, Mario Sconcerdi, l’ha definita “un’idea amara contro i tifosi” e ha accusato Agnelli, secondo Sconzardy, di essere diventato uno dei personaggi più apprezzati del calcio europeo.

Il presidente della Juventus ha dichiarato in un comunicato che i 12 club fondatori “rappresentano milioni di tifosi in tutto il mondo” e “forniscono una solida base per il futuro dello sport che amiamo, accrescono in modo significativo la solidarietà e ispirano tifosi e dilettanti allo stesso modo a sognare e ad andare -le partite di qualità stimolano l’interesse per il calcio ‘.

Nel frattempo, la Juventus ha lasciato l’ECA, che rappresenta 246 club leader in tutta Europa. Il club ha anche annunciato che Agnelli si era dimesso da presidente ECA ed esecutivo UFA.

L’ex giocatore e leggenda Sandro Massola ha dichiarato: “È ora di rinnovare il calcio. Penso che questa sia una grande cosa, l’atto giusto. “

Nessuna delle 12 squadre è francese, ma citando fonti vicine ai club fondatori, la stampa Agencies-France ha detto che la Super League voleva che “almeno due club francesi ogni stagione” partecipassero.

Tuttavia, i principali club francesi come il Paris Saint-Germain (PSG) si sono finora rifiutati di partecipare. Il centrocampista spagnolo del PSG Andre Herrera è stato uno dei primi giocatori di punta a parlare contro l’iniziativa.

“Mi sono innamorato del calcio famoso, il calcio dei tifosi, con il sogno di vedere la squadra del mio cuore competere contro i più grandi”. Herrera ha twittato. “Se questa Super League europea va avanti, quei sogni sono finiti”.

Il giocatore ha detto che amava il calcio e non poteva tacere. Credo nella Champions League avanzata, i ricchi non stanno rubando ciò che le persone hanno creato, non è altro che il gioco più bello del pianeta ”.

Il ministro francese dello sport giovanile Roxana Maracinanu ha dichiarato lunedì alla Radio francese di informazione che il programma era un “club VIP”. “Domina un mondo basato esclusivamente sul marketing e sul commercio, non sullo sport”.

Il ministro dell’Istruzione e dello sport Jean-Michel Blanker ha fatto eco all’Elysee Palace, congratulandosi con le squadre francesi per la loro mancata partecipazione, dicendo che il governo “si oppone alla creazione di una Super League europea chiusa riservata a un club”.

I criteri sportivi dovrebbero prevalere, ha detto Blanker. “La Francia sosterrà la Federcalcio francese e la Lega calcio professionistica francese a beneficio dei club francesi e dell’uguaglianza sportiva”, ha detto.

READ  Immagini fatiscenti di strade vuote in Italia. I residenti della penisola trascorreranno la seconda Pasqua con rigide restrizioni