Maggio 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I ricercatori dell’Università dello Utah raccolgono campioni per mappare la diffusione della febbre della valle attraverso le spore della terra

I ricercatori dell’Università dello Utah raccolgono campioni per mappare la diffusione della febbre della valle attraverso le spore della terra

SALT LAKE CITY – Un team di ricercatori dell’Università dello Utah sta studiando un’infezione fungina respiratoria che, secondo loro, si sta diffondendo attraverso il suolo e la polvere nello Utah.

I ricercatori non sanno ancora quali aree dello stato sono colpite dalla febbre della valle, ma la professoressa di epidemiologia Katherine Walter ha affermato che il fungo potrebbe diffondersi maggiormente con il cambiamento climatico.

Un gruppo di ricerca multidisciplinare, di cui fa parte Walter, sta cercando di mappare dove può vivere e dove può diffondersi il fungo che causa la malattia. I ricercatori hanno ricevuto un premio interdisciplinare per il clima e la salute da 375.000 dollari attraverso il Burroughs Wellcome Fund per aiutare a finanziare la ricerca sul fungo e sensibilizzare le persone a rischio di infezione.

La febbre della valle è difficile da rintracciare perché i funghi che la provocano non si diffondono da persona a persona. Cresce furtivamente nel terreno ma non appare mai in superficie. I sintomi della malattia sono simili a quelli osservati nell'influenza e comprendono affaticamento, tosse, febbre, mancanza di respiro, mal di testa, sudorazione notturna, dolori muscolari o dolori articolari e un'eruzione cutanea nella parte superiore del corpo o nelle gambe, secondo i Centers for Disease. Controllo e Prevenzione. protezione.

Nel 2019, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno segnalato poco più di 20.000 casi confermati di malattia, di cui pochissimi nel New Mexico e nello Utah.

“Quando la maggior parte delle persone pensa ai funghi, pensa alla muffa o ai funghi, ed è qualcosa che puoi vedere”, ha detto Katrina Derrig. Derrig è direttore delle collezioni di vertebrati presso il Museo di storia naturale dello Utah e membro del gruppo di ricerca di Walter.

READ  COVID-19, influenza, virus respiratorio sinciziale (RSV) e raffreddore comune. Cosa devi sapere sui sintomi:

“Ma questo non è un fungo che abbia alcun tipo di corpo fruttifero visibile. Può essere identificato solo con un microscopio, il che rende molto difficile identificarlo sul campo”, ha detto Derrig.

Poiché la febbre della valle non è ben conosciuta, spesso non viene diagnosticata o viene diagnosticata erroneamente, il che può causare un ritardo nel trattamento antifungino necessario per le persone colpite.

Secondo una dichiarazione rilasciata da Università10 archeologi che lavoravano in un sito di scavo nel nord-est dello Utah hanno contratto la febbre della valle nel 2001. La febbre della valle si trova tipicamente negli stati più caldi e secchi e le previsioni precedenti avevano stabilito che il fungo non sarebbe sopravvissuto nel suolo dello Utah tranne che nell'angolo sud-occidentale dello stato. . paese, a centinaia di miglia da dove si trovano gli archeologi.

“Ci sono stati recentemente cambiamenti incredibilmente estremi nella temperatura, così come nelle precipitazioni e nella siccità qui nell'Ovest americano. Tutto ciò influenza la gamma in cui il fungo può esistere”, ha detto Walter.

Walter e Derig, insieme al professore di biologia dell'Università dello Utah Eric Rickart e al professore di scienze atmosferiche Kevin Berry, raccolgono campioni di terreno e polvere da una serie di zone climatiche dello stato. I campioni verranno esaminati per confermare il DNA fungino e nelle aree verranno ricercate tracce del fungo nei roditori che scavano sottoterra, poiché si sospetta che i roditori siano un fattore che contribuisce al movimento del fungo.

Il team si sta concentrando su Washington e sulla contea di St. George, in particolare, poiché è l'area con la più alta prevalenza di febbre della valle. L’università ha affermato che la rapida costruzione dell’area urbana in crescita sta creando polvere carica di germi in aree precedentemente indisturbate del deserto del Mojave.

READ  Nuovi fossili di rinoceronte gigante, il più grande mammifero terrestre mai trovato, sono stati trovati in Cina

“Mentre altri vedono futuri sviluppi abitativi, i ricercatori vedono il potenziale per un aumento significativo dei casi di malattie”, ha detto l’università.

Gli spettacolari paesaggi e la topografia della contea di Washington includono una varietà di microclimi che possono fungere da sostituti per i diversi climi in tutto lo stato. Solo i campioni prelevati da una contea possono fornire agli scienziati un quadro relativamente accurato di dove i funghi prosperano in tutto lo stato.

Combinando queste informazioni con le previsioni su come il clima cambierà nel tempo, i ricercatori sperano di capire quali aree sono a rischio ora e in futuro.

“Una componente importante di questo progetto è educare il pubblico a far sapere loro cosa c'è nella loro comunità, quali segnali dovrebbero cercare e come possono prevenirlo”, ha detto Perry.

Indossare maschere antipolvere nelle giornate asciutte e ventose può aiutare a ridurre il rischio di germi presenti nell’aria per coloro che vivono in aree infestate da funghi. I medici che conoscono i segni e i sintomi della febbre della valle saranno in grado di rilevare precocemente la malattia e fornire un trattamento adeguato.

“Poiché ci ammaliamo inalando spore fungine nel terreno, le persone che lavorano all’aperto in lavori come l’edilizia, l’agricoltura e i vigili del fuoco sono ad alto rischio di infezioni e malattie”, ha detto Walter. “La febbre della valle è una questione crescente di equità sanitaria e giustizia ambientale”.

Walter ha aggiunto che la febbre della valle non è l’unica malattia che cambierà con il cambiamento climatico.

“Questo è solo un esempio di infezioni che saranno, e sono già, colpite in modo significativo dal cambiamento climatico. Ce ne sono molte altre. Il tema costante è che le popolazioni più vulnerabili sono quelle maggiormente a rischio “, ha detto Walter. “La febbre della valle è solo un elemento di questa tempesta che stiamo vivendo tutti.”

READ  Un asteroide si scontra con la Terra sopra la Germania poche ore dopo la sua scoperta