Ottobre 6, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I resti umani nel magazzino sono stati venduti all’asta. Come succede?

Non puoi preselezionare i contenuti e il vincitore deve toglierli tutti. Queste sono le regole quando si tratta di volumi d’asta.

La società di Oakland che gestisce unità di stoccaggio commerciali e private spiega dove cessa la responsabilità quando il contenuto dell’unità viene messo all’asta.

I resti erano tra i contenuti di un’unità di stoccaggio nel Safe Store Papatoetoe, che è stata venduta come opera e portata a casa degli acquirenti.

Resta inteso che i residenti sono andati al magazzino di South Auckland e hanno preso un rimorchio carico di merci, portandoli a casa senza rendersi conto della loro natura cupa.

Il deposito sicuro ha un elenco di ciò che non è consentito conservare – gli articoli proibiti includono contenitori con all’interno carburante o olio, esplosivi, armi da fuoco, merci deperibili o qualsiasi cosa considerata illegale – e gli affittuari dell’unità firmano un contratto.

Resti umani erano tra i contenuti di un’unità di stoccaggio acquistata all’asta dal Safe Store Papatoetoe. (James Halpin/Staff)

Secondo Hannah Grant, la manager neozelandese di Titan Containers – una società di stoccaggio non collegata all’incidente della scorsa settimana – le unità di stoccaggio condurranno “controlli e contrappesi” con le persone disposte ad affittare un posto, ma ciò che entra nell’unità di solito non viene monitorato .

“Non ci limitiamo a stare lì a guardare [customers] Estrarre o portare la merce, quindi sta al cliente”.

«Sembra che, in questo caso, il magazzino originale sia deserto [the unit] oppure era in ritardo nel pagamento dei debiti e ciò significava che l’entità aveva provveduto a liquidare l’unità.

Un membro della famiglia presso la struttura in questione ha detto lunedì mattina che stavano ricevendo il sostegno delle vittime.
Un membro della famiglia presso la struttura in questione ha detto lunedì mattina che stavano ricevendo il sostegno delle vittime. (David White/Staff)

Mettere all’asta il contenuto dell’unità di archiviazione è un processo lungo, secondo Grant: spesso coinvolge avvocati che fanno uno sforzo ragionevole per risolvere il problema con il precedente proprietario.

In caso di problemi nel contattare il proprietario dell’unità, il processo può richiedere fino a sei mesi.

Una volta presa la decisione di smaltire il contenuto dell’unità, la società di stoccaggio di solito ne determinerà il valore, ha affermato Grant.

“Il più delle volte non è gradito e stiamo pagando qualcuno per portarlo via”.

Se si ritiene che l’unità contenga elementi di valore significativo, la società di deposito può assumere un perito indipendente per determinare il valore.

La polizia ha avviato un'indagine per omicidio dopo la scoperta di resti umani in Moncrieff Street a Clindon Park.
La polizia ha avviato un’indagine per omicidio dopo la scoperta di resti umani in Moncrieff Street a Clindon Park. (David White/Staff)

Quando il contenuto dell’unità viene messo all’asta, agli acquirenti non viene dato molto per andare avanti. Grant ha detto che la sua azienda scatterà solo foto dell’unità e le metterà su siti Web come Trade Me.

Alcune aste si svolgono di persona, ma i potenziali acquirenti possono solo guardare lo spazio, non cercare oggetti.

“Non stiamo cercando di realizzare un profitto sulla proprietà delle persone”, ha detto. “Vogliamo che queste cose scompaiano, quindi abbiamo più spazio da affittare”.

Grant ha osservato che quando un’unità viene venduta all’asta, la prima parte del denaro messo da parte verrà utilizzata per ripagare qualsiasi debito dovuto all’unità.

Qualsiasi profitto dall’asta deve essere restituito al cliente iniziale.

Alla domanda se la persona che affitta l’unità in cui sono stati conservati i resti umani potrebbe guadagnare dall’asta, Grant ha detto: “È una circostanza insolita e qualsiasi indagine della polizia interromperà questo processo”.

Grant ha anche chiarito la responsabilità in caso di vendita dell’unità, affermando che l’acquirente si assume la piena responsabilità del contenuto dell’unità e deve assumerla per intero.

“La vendita è su un accordo da asporto con l’acquirente. L’obiettivo principale della struttura è recuperare spazio di archiviazione per l’affitto”, ha affermato.

“Non puoi scegliere quello che vuoi e quello che non vuoi.”

Il direttore di Safe Store Limited, che non ha voluto essere nominato, ha confermato che la società stava collaborando alle indagini della polizia dopo che i resti sono stati prelevati dal sito di Papatoetoe.

“Non diremo nulla perché è sotto indagine della polizia e stiamo collaborando con la polizia”, ​​hanno detto.

Un membro della famiglia a casa dell’acquirente ha detto lunedì mattina che stavano ricevendo assistenza alle vittime.

Questa storia è apparsa per la prima volta le cose È riprodotto qui con autorizzazione.
READ  Il vulcano indonesiano Semeru sputa cenere e gas, uccidendone uno e ferendone dozzine