Marzo 23, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I repubblicani moderati considerando un accordo con i democratici, Fred Upton lo ha menzionato come una possibilità

Anche mesi prima delle elezioni di medio termine, era il presunto presidente della Camera Kevin McCarthyl’uomo che ha fatto dell’accesso alla carica la sua massima ambizione.

Nel corso di alcune settimane, diversi repubblicani moderati hanno lasciato intendere che potrebbero votare con i democratici per un presidente centrista.

Kevin McCarthy non è riuscito a ottenere i voti necessari per essere presidente su sei scrutini. (AP)

Il candidato potrebbe essere Fred Upton, un repubblicano moderato di lunga data che ha a lungo lamentato la natura sempre più partigiana del Congresso.

Il Detroit News ha riferito che lo stesso Upton considerava l’idea “una proposta curiosa che non ho rifiutato”.

Per essere eletto presidente, un candidato ha bisogno di 218 voti alla Camera dei Rappresentanti.

Il che significa che se tutti i 212 democratici sostengono un candidato, solo sei repubblicani dovrebbero attraversare il corridoio.

Lo stesso Upton non può votare.

Affrontare venti contrari all’interno del suo stesso partito per opporsi a lui Donald TrumpIl deputato del Michigan ha lasciato l’incarico all’inizio di questa settimana.

L’oratore non è costituzionalmente tenuto a essere un membro della Camera dei Rappresentanti, sebbene un membro non attuale non abbia mai ricoperto tale carica.

Upton è stato repubblicano al Congresso dal 1987 fino a lunedì.

Il nipote del fondatore del produttore di elettrodomestici Whirlpool, ed è molto ricco.

Fred Upton ha servito diversi decenni al Congresso come repubblicano moderato.
Fred Upton ha servito diversi decenni al Congresso come repubblicano moderato. (AP)

“La persona peggiore che un repubblicano potrebbe avere come oratore è Fred Upton, quasi peggio di un democratico”, ha scritto Trump sulla sua piattaforma di social media.

“Ricorda, ha lasciato quando non lo sostengo. Stone Cold è un perdente!”

Con frustrazione di molti dei suoi colleghi, Matt Gaetz (al centro) guida un gruppo di repubblicani contrari a Kevin McCarthy.
Con frustrazione di molti dei suoi colleghi, Matt Gaetz (al centro) guida un gruppo di repubblicani contrari a Kevin McCarthy. (GT)

Trump ha approvato Kevin McCarthy per la posizione.

Attualmente, alcuni moderati nel caucus repubblicano sostengono McCarthy, mentre una ventina di conservatori gli si oppongono fermamente.

Ma uno di quei moderati, Don Bacon, ha detto alla CNN che si stava già discutendo di un accordo con i Democratici.

“Ci sono colloqui iniziali, ma non vogliamo affrettare questo perché è quello che Kevin sta cercando di fare dopo, e vogliamo essere di supporto a Kevin”, ha detto Bacon.

“Ha lavorato così duramente per ottenere questo risultato.”

Kevin McCarthy e altri repubblicani ascoltano mentre la sfidante conservatrice Lauren Boebert (estrema destra) si candida a parlare.
Kevin McCarthy e altri repubblicani ascoltano mentre la sfidante conservatrice Lauren Boebert (estrema destra) si candida a parlare. (AP)

Se McCarthy non riesce a ottenere 218 voti, probabilmente si ritirerà a favore di un altro grande repubblicano, molto probabilmente Steve Scales.

“Ma a un certo punto se alcune persone che si sono rifiutate di far parte della squadra dopo la conferenza hanno votato in modo schiacciante per Kevin, se chiariscono che non possono essere un giocatore di squadra, dobbiamo cercare altrove”, ha detto Bacon.

“Alla fine, dobbiamo giudicare.”

Il candidato centrista è tutt’altro che insuperabile.

Lo stesso giorno, la Camera dei rappresentanti si è bloccata sul voto degli oratori e le camere statali inferiori in Ohio e Pennsylvania hanno eletto oratori di consenso con un voto bipartisan.

Fino ad oggi, ogni democratico ha votato per Hakeem Jeffries in ogni votazione per la corsa agli oratori.
Fino ad oggi, ogni democratico ha votato per Hakeem Jeffries in ogni votazione per la corsa agli oratori. (AP)

Senza un presidente, la Camera dei Rappresentanti non può funzionare.

Il primo voto in ogni sessione è quello di eleggere il relatore.

Questo voto è condotto dai membri eletti.

Fino all’elezione del presidente della Camera, nessuno può prestare giuramento e nessuna legislazione può essere avviata.

Questa settimana segna la prima volta in un secolo che un presidente non è stato eletto al primo scrutinio.

Finora, questa settimana ci sono state sei votazioni per la posizione, con alcuni rappresentanti che hanno cambiato i loro voti.

Joe Biden è sulla buona strada per promuovere la sua legislazione sulle infrastrutture mentre la Camera dei Rappresentanti è ancora indecisa su chi sarà il prossimo oratore.
Joe Biden è sulla buona strada per promuovere la sua legislazione sulle infrastrutture mentre la Camera dei Rappresentanti è ancora indecisa su chi sarà il prossimo oratore. (AP)

Nel frattempo, il presidente Joe Biden ha criticato il ritardo nella selezione di un relatore.

“Penso che sia davvero imbarazzante che ci sia voluto così tanto tempo”, ha detto.

“Il resto del mondo sta guardando.”

Quando i politici affrontano il pubblico diventa brutto

READ  Ucraina per rinominare o rimuovere segnali stradali e lavori pubblici associati alla Russia