Ottobre 17, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I milionari combattono i CEO in Italia General e Mediapanga

milioni

Ecco i fatti chiave del crescente conflitto per la banca d’affari più potente d’Italia e il più grande assicuratore del Paese, che detiene 61 61 miliardi di titoli di stato italiani.

Tycoon nel Piano Generale

Del Vecchio, 86, Caldacron, 78, ha concluso un accordo di partnership a settembre e si è consultato sulle decisioni relative al Generale prima di un incontro pubblico all’inizio del 2022.

Controllano una quota del 12,5% nell’assicuratore, e dopo che un terzo piccolo investitore si è recentemente unito al loro affare, oppongono un terzo ordine all’attuale amministratore delegato del Generale, Philip Donett, che ha l’appoggio di Medioponga.

Hanno criticato la strategia M&A di Donnet come spaventosa, ma non hanno spiegato quale fosse il loro piano alternativo.

MEDIOBANCA UPS Voto Generale Stock

MediaPhone ha preso in prestito azioni la scorsa settimana per ottenere il 17,2% dei voti in generale, fino all’AGM del prossimo anno.

Mediopanka ricava un terzo dei suoi ricavi dal 13% di General ed è il maggiore investitore dell’assicuratore.

Il Consiglio Generale è stato diviso

Lunedì il comitato di uscita del generale ha accettato di presentare a maggioranza un elenco di candidati per il voto dei partner di aprile 2022, con Donett come amministratore delegato. La decisione è stata sostenuta da nove dei 13 consiglieri e osteggiati da quattro rappresentanti dei due mandanti.

Faida di Midiopanga

All’assemblea degli azionisti del 28 ottobre Del Vecchio ha proposto di modificare le regole del commercial banking, aumentando la pressione sui vertici di MediaPonga. Tuttavia, Del Vecchio ha detto che non sta spingendo per cambi di gestione o di consiglio.

READ  "È un leader senza banner." Quello che scrive la stampa italiana dopo che Stephen Rod ha battuto il record di presenze nel Lazio

Il fondatore di Luxottica è il singolo più grande investitore della banca con il 18,9% del capitale. Caldacron ha acquisito il 3% di Medioponga, mettendo sotto pressione il suo amministratore delegato Alberto Nagel.

guardando gigli

Caldacron e Del Vecchio dovrebbero nominare in proprio il Consiglio Generale, che nominerà un candidato alternativo alla carica di Amministratore Delegato. Stanno anche cercando alleati prima dell’AGM di aprile.

La potente famiglia italiana Benetton, che possiede il 4% di General e il 2% di Medioponga, ha attirato l’attenzione dopo aver annunciato il recesso dal patto parasociale della Banca milanese.

Gli investitori istituzionali detengono circa il 40% del generale e il loro voto sarà decisivo nell’assemblea generale.

(1$ = 1,1714 euro)

(Relazione di Gianluca Semaro e Francesca Landini; Montaggio di Alexander Smith)