Agosto 10, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I mercati cerealicoli globali si aspettano che l’accordo sul Mar Nero vedrà la ripresa delle esportazioni ucraine

I mercati globali hanno già preso in considerazione la possibilità di riprendere le esportazioni di grano dal Mar Nero in vista di un previsto accordo tra Ucraina, Russia e Turchia.

Reuters riferisce che questa sera in Turchia sarà firmato un accordo guidato dalle Nazioni Unite, che aprirà la strada all’esportazione di circa 20 milioni di tonnellate di grano bloccate in silos in Ucraina.

Mentre i futures sul grano di Chicago sono scesi di circa $ 10 la tonnellata durante la notte, c’è ancora qualche dubbio sul fatto che l’accordo andrà effettivamente a buon fine, ha affermato Andrew Whitelaw, analista del grano presso Thomas Elder Markets.

“Si è parlato molto da metà maggio”, ha detto, “si è avvicinato molto alcune volte”.

“L’essenza dell’accordo è che ci sarà un ‘corridoio umanitario’ per consentire al grano ucraino di allontanarsi dai suoi porti.

uomo barbuto
Analista di cereali presso Thomas Elder Markets, Andrew Whitelaw.(Lettere di notizie)

“Forse ora è più vicino alla realtà perché abbiamo visto un piccolo allentamento di alcune sanzioni contro la Russia nell’ultima settimana.

“Questo faceva parte delle preoccupazioni o delle richieste della Russia. Volevano esaminare le sanzioni prima di essere pronti ad aprirsi alle esportazioni di grano ucraine”.

L’analista afferma che il mercato potrebbe crollare se l’accordo fosse firmato

Le forniture globali di grano erano già scarse ei prezzi alti prima del conflitto russo-ucraino.

Il conflitto ha spinto il mercato ancora di più, con il grano che ha raggiunto il doppio della media quinquennale negli ultimi sei mesi, ha affermato Sheryl Kalish Gordon, analista senior delle materie prime presso Rabo Research.

Costantemente negli ultimi mesi [the price has] Era l’80 per cento al di sopra della media quinquennale”.

“Questo è altamente insostenibile per molte aree del mondo che fanno affidamento specificamente sul grano come prodotto alimentare di base e importano questo grano”.

Tuttavia, la signora Kalish Gordon ha affermato che i prezzi sono recentemente diminuiti in parte a causa delle aspettative e spera in un accordo per spostare il grano dal Mar Nero.

“Abbiamo visto i prezzi scendere. È un po’ vicino a quello che era prima dell’inizio del conflitto. Siamo circa il 45 percento al di sopra della media quinquennale e il più basso che abbiamo visto in un certo numero di mesi”, ha detto disse.

La signora Kalish Gordon ha affermato che il mercato sarebbe ulteriormente diminuito se l’accordo fosse stato firmato.

“È possibile che inizialmente ci sarà almeno un calo abbastanza forte, ma il mercato deve fare i conti con questa flessione perché siamo ancora in una posizione di borsa stretta”, ha affermato.

Whitelaw ha affermato che l’accordo e un possibile cessate il fuoco dovrebbero anche vedere un aumento del volume delle esportazioni russe di cereali e fertilizzanti.

“La realtà è che stiamo arrivando a un enorme raccolto russo”, ha detto Whitelaw.

“Registriamo la produzione di grano quest’anno, quindi vorranno esportarlo per ottenere entrate dall’estero.

“Hanno anche esportato fertilizzanti e questo non fa sicuramente parte del regime delle sanzioni, quindi cercheranno di aumentare le loro esportazioni”, ha aggiunto.

READ  Nick Kyrgios nella finale di Wimbledon 2022; le dimissioni di Boris Johnson; Clifton Wong, testimone dell'ICAC, è stato trovato morto, continuano le operazioni di pulizia delle inondazioni di Sydney, l'idoneità al vaccino COVID si espande