Ottobre 23, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I giudici impediscono le incursioni sul lockdown Covid

Le sedie sono impilate su un tavolo in un ristorante chiuso a New York, il 23 febbraio.


Foto:

Brian Smith/Zuma Press

La Corte d’Appello del sesto circuito degli Stati Uniti ha recentemente stabilito che Santosuossos, un ristorante italiano in una città dell’Ohio, non era idoneo a pagare una richiesta di risarcimento per interruzione dell’attività a seguito di un’ordinanza statale che vietava il pranzo di persona. Queste polizze coprono il mancato guadagno quando l’attività viene chiusa a causa di perdite fisiche o danni alla sua proprietà.

La corte ha concluso che mentre Santosuossos ha perso la capacità di utilizzare la sua proprietà come ristorante personale, gli ordini di chiusura del governatore non hanno effettivamente modificato la struttura del ristorante. Non c’era nulla da riparare o ricostruire che impedisse ai proprietari di aprire la loro sala da pranzo. Pertanto, questo requisito fondamentale per la copertura non è stato soddisfatto.

in un Santos Italian Cafe LLC. Compagnia assicurativa AkuityUna giuria di tre giudici ha riconosciuto all’unanimità le sfide poste dalle restrizioni imposte dalla pandemia a ristoranti e bar. Ma a causa della “difficile realtà sull’assicurazione”, le mani della corte erano legate. L’assicurazione è un contratto, non una rete di sicurezza generale per tutti i rischi.

Altre due corti d’appello federali hanno esaminato questo caso. Entrambi esistono a favore delle compagnie di assicurazione per lo stesso motivo.

Secondo il Covid Coverage Litigation Tracker della University of Pennsylvania School of Law, la pandemia ha generato più di 2.000 azioni legali intentate da aziende, grandi e piccole, alla ricerca di pagamenti per richieste di interruzione dell’attività. Delle 461 decisioni della corte federale, il 93% era favorevole agli assicuratori. Le imprese hanno ottenuto risultati migliori nei tribunali statali, essendo prevalenti il ​​28% del tempo. Ma questo significava solo che le loro richieste non erano soggette a rigetto immediato; Possono perdere in una fase successiva.

Molti giudici non hanno perso di vista la difficile situazione delle aziende colpite dalla pandemia. Quando si danno cattive notizie, abbondano le espressioni di simpatia. in un Kamakura v. Greater New York Mutual Insurance Company.Il giudice F. ha osservato. Dennis Saylor IV sostiene che una pandemia è il tipo di catastrofe diffusa per la quale “la copertura assicurativa dovrebbe essere regolarmente disponibile”. Ma un giudice federale di Bay State si è pronunciato contro il querelante perché non poteva “evitare il linguaggio delle politiche”.

Se il linguaggio è così chiaro, perché sono state intentate così tante cause legali? La storia ci insegna che di fronte a un problema sociale diffuso, chi cerca una soluzione si contenderà il capitale degli assicuratori, anche se non è degno di un invito.

E per una buona ragione. Interpretazioni ingannevoli del linguaggio delle polizze hanno gravato sulle compagnie di assicurazione di enormi obblighi che non erano destinati a coprire. Lesioni dovute all’esposizione all’amianto, alla bonifica di siti di rifiuti tossici e ad altri disastri diffusi hanno lasciato le compagnie assicurative in un vicolo cieco. Senza dubbio ottenere una pagina da questo regolamento è nelle menti degli avvocati qui.

Ma finora, gli avvocati del querelante non hanno tirato fuori un coniglio dal cilindro. I tribunali hanno capito cos’è una commissione Caffè Santos italiano Ha dichiarato esplicitamente: “Gli sforzi per spingere la copertura oltre i suoi termini”, in caso di successo, creare “un prodotto assicurativo che copra qualcosa per cui nessuno ha pagato e, peggio ancora, rischia di lasciare fondi insufficienti per pagare i rischi che l’assicurato ha pagato. “

Il signor Maniloff è un avvocato presso la White & Williams LLP di Philadelphia. Tra i suoi clienti ci sono compagnie assicurative.

Report editoriale della rivista: Paul Gigot ha intervistato il Dr. Marty McCurry della Johns Hopkins University. Foto: Bloomberg

Copyright © 2021 Dow Jones & Company, Inc. tutti i diritti sono salvi. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

Pubblicato il 30 settembre 2021, edizione cartacea.

READ  Mario Cucinella Architects e WASP completano TECLA, una residenza in terra stampata in 3D