Maggio 8, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) consigliano di disinfettare le superfici per evitare che Covid si manifesti spesso

“Il CDC ha stabilito che il rischio di trasmissione di superficie è basso e secondario alle vie primarie di trasmissione del virus attraverso goccioline di contatto diretto e aerosol”, ha detto Vincent Hill, capo del Waterborne Disease Prevention Branch, in un briefing telefonico sponsorizzato dal CENTRO PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELLE MALATTIE.

Hill ha detto che il rischio di contaminazione incrociata dal contatto con una superficie, sebbene piccolo, è elevato all’interno. Hill ha detto che il sole e altri fattori esterni possono spazzare via i virus.

Il virus muore “rapidamente” sulle superfici porose ma può persistere più a lungo sulle superfici interne dure.

La ricerca ha anche indicato che la trasmissione superficiale era più probabile nelle prime 24 ore dopo che una persona era stata infettata e che le famiglie in cui una persona aveva contratto il Covid-19 avevano tassi di trasmissione inferiori quando la famiglia puliva e disinfettava le superfici.

Quindi, pur mantenendo le superfici pulite non è una perdita di tempo, non è l’unico o anche il modo più importante per ridurre il rischio, ha detto il CDC. è un Aggiorna le sue indicazioni Per pulire e disinfettare le superfici In contesti di comunità In considerazione di questo rischio di trasporto.

Hill ha affermato: “Nella maggior parte dei casi, pulire le superfici con sapone o detergenti, piuttosto che con la disinfezione, è sufficiente per ridurre il rischio di trasmissione del virus attraverso le superfici”. “La disinfezione delle superfici di solito non è necessaria, a meno che la persona malata o la persona con il virus Covid-19 non sia stata a casa nelle ultime 24 ore”.

READ  Lo studio ha concluso che la mancanza di sonno nella mezza età può aumentare il rischio di sviluppare la demenza

Hill ha detto che la pulizia dovrebbe concentrarsi su aree ad alto contatto come le maniglie delle porte e gli interruttori della luce.

Le pulizie domestiche sono pericolose

Hill ha aggiunto che le persone potrebbero utilizzare prodotti per la pulizia della casa per proteggersi dal Covid-19, ma tale uso improprio può avere conseguenze disastrose.

Ha aggiunto che la pulizia e la disinfezione frequenti delle superfici possono avere un effetto trascurabile sulla trasmissione del virus e contribuire a una “stanza igienica”.

Un’offerta di pulizia e disinfezione può essere utilizzata per dare alle persone un senso di sicurezza che sono protette dal virus, ma questo può essere un falso senso di sicurezza, se altre misure di prevenzione come indossare maschere, distanziamento fisico e mani l’igiene non viene eseguita in modo coerente.

“Può anche far sentire le persone meno bisognose di impegnarsi in queste altre importanti misure preventive”.

Dati aggiuntivi mostrano che i disinfettanti stessi possono rappresentare un rischio.

Ha spiegato: “Le indagini generali indicano che alcune persone possono intenzionalmente bere, inalare o spruzzare la loro pelle con disinfettanti, senza capire che l’uso di disinfettanti in questo modo può causare gravi danni ai loro corpi”.

Hill ha citato una ricerca del CDC nel giugno del 2020 che ha dimostrato che, delle persone intervistate, “solo il 58% sapeva che la candeggina non dovrebbe essere mescolata con l’ammoniaca, perché la miscelazione di candeggina e ammoniaca crea un gas tossico che danneggia i polmoni delle persone”.

E l’ovaia stessa può essere dannosa.

Il diciannove percento lava i prodotti alimentari con candeggina, che potrebbe portare al loro consumo di candeggina che non viene lavata via, che può danneggiare il corpo perché lo sbiancamento è tossico. Il diciotto percento usa un detergente domestico sulla pelle nuda, che può danneggiare la pelle e causare eruzioni cutanee e ustioni. “.

READ  Il quarto volo del Mars Creativity Helicopter non è decollato dalla Terra ... ancora

Hill ha aggiunto che i dati di monitoraggio mostrano che il volume delle chiamate ai centri antiveleni nel 2020 per i disinfettanti è stato superiore a quello del 2018 o del 2019.

Il CDC afferma nella guida aggiornata che i metodi di disinfezione alternativi possono richiedere molto tempo o addirittura essere rischiosi.

“Metodi alternativi per disinfettare le superfici, come gli ultrasuoni, la luce ultravioletta ad alta intensità e la luce LED blu non si sono dimostrati efficaci contro il virus che causa COVID-19”, afferma il CDC sul suo sito web aggiornato.