Ottobre 22, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I casi di Everest Covid fanno luce sulla decisione del Nepal di aprire il Monte. Nepal

I primi casi di Covid-19 sono stati identificati al campo base dell’Everest, che ha rinnovato le polemiche sulla decisione precedente Nepal Per sbloccare la montagna più alta del mondo per gli scalatori.

Con l’accesso dal lato cinese dell’Everest chiuso agli alpinisti all’aperto e alcuni operatori di spedizioni sul lato nepalese che aumentano i prezzi, la decisione nepalese nel mezzo di una pandemia globale è sotto esame.

Inizialmente si pensava che lo scalatore norvegese Earlind Ness avesse edema polmonare – Un caso legato al mal di montagna – ed è stato evacuato in elicottero a Kathmandu, dove è risultato positivo al COVID.

“La mia diagnosi è Covid-19”, ha detto Nice. “Sto bene ora … L’ospedale si prende cura di (me).”

Nice è stata evacuata dalle piste in elicottero e portata in un ospedale di Kathmandu dopo aver trascorso del tempo al campo base dell’Everest. L’emittente norvegese NRK ha riferito che anche il test di Sherpa nel suo gruppo è stato positivo.

“Spero davvero che nessuno degli altri rimanga ferito … in alta montagna.” “È impossibile evacuare le persone in elicottero quando sono oltre gli 8.000 metri”, ha detto Ness a NRK.

“La respirazione è davvero difficile ad alta quota, quindi qualsiasi epidemia di malattie tra gli alpinisti rappresenta un rischio per la salute urgente”.

Ness ha aggiunto che i risultati del test erano negativi prima di lasciare la Norvegia e mentre era in quarantena a Kathmandu e si è recato rapidamente al campo base per evitare il rischio di infezione con il virus Corona mentre si recava alla montagna.

“Il piano era quello di salire rapidamente in montagna per essere sicuri che non saremmo stati contagiati … Non sono stato fortunato e avrei potuto fare di più io stesso quando si trattava di precauzioni sanitarie”, ha detto Nice.

READ  La Thailandia sta intensificando i suoi sforzi per controllare COVID-19 poiché le morti stabiliscono un nuovo record giornaliero

Mentre alcune compagnie di arrampicata commerciali occidentali hanno cancellato i loro itinerari per quest’anno a causa delle preoccupazioni per il Coronavirus, altre, tra cui un numero con sede a Kathmandu, hanno portato avanti i loro piani per questa stagione.

Mentre il Nepal insiste affinché gli alpinisti visitino la quarantena prima di trasferirsi al campo base dell’Everest, alcuni osservatori hanno espresso preoccupazione per la vaghezza dei regolamenti, anche perché i sintomi del Covid-19 possono essere facilmente confusi con il mal di montagna – come ha fatto con Nizza – e preoccupazioni per l’impatto dell’infezione In alto sulla montagna.

All’inizio di questa settimana, Alan Arnett, che racconta gli sforzi dell’Everest per il suo blog, ha scritto di una maggiore attività al campo base.

“Il campo base dell’Everest si sta riempiendo velocemente. Gli sherpa sono impegnati a creare e immagazzinare i campi 1 e 2. Finora, corde fisse sono state installate nella banda gialla a un’altitudine di 24.000 piedi. Come notato in precedenza, ci sono alcuni escursionisti questa primavera, quindi i caffè e i sentieri si sentono liberi per coloro con cui ho parlato. “

La rivista Outside ha segnalato per la prima volta casi di coronavirus per la prima volta all’inizio di questa settimana, intervistando Sangeeta Poodle, un volontario dell’Himalayan Rescue Association.

“Certo che siamo preoccupati … lo sarà terremoto Poodle ha detto.

Dawa Stephen Sherpa di Asian Trekking ha detto che tutti nel campo base sono ansiosi. Il Nepal ha rilasciato quest’anno 377 permessi per scalare la montagna e il numero finale dovrebbe superare i 381 consegnati nel 2019.