Luglio 14, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I campioni in difesa sopravvivranno allo spavento e inizieranno a vincere nel Gruppo della Morte

I campioni in difesa sopravvivranno allo spavento e inizieranno a vincere nel Gruppo della Morte

Statistiche delle partite dallo stadio BVB

Il gol di Nedim Bajrami dopo 23 secondi è stato il gol più veloce mai segnato in una finale del Campionato Europeo.

Il pareggio all’11’ di Alessandro Bastoni è stata la terza partita da titolare in una partita europea in cui entrambe le squadre hanno segnato, dopo Islanda-Inghilterra nel 2016 (6 minuti) e Russia-Spagna nel 1964 (8 minuti).

Fine partita – Italia – Albania 2-1

I campioni d’Europa iniziano la loro difesa con una vittoria, ma dovranno lavorare duro per ottenerla.

Dopo 23 secondi, l’Italia ha reagito con due gol veloci e poi ha avuto molte occasioni per chiudere la partita.

Ma l’Albania resiste e ottiene la sua ricompensa a pochi secondi dalla fine, con solo il capitano Gianluigi Donnarumma a negare alla morte il sostituto Ray Manaj.

Italia-Albania 2-1

90+5. Nell’attacco finale della partita, Mitaj è colto di sorpresa mentre la palla gli ritorna all’interno dell’area.

Arricciare il piede sinistro nell’angolo in alto o incrociare un compagno di squadra sul secondo palo? Alla fine, mette la palla dietro per un calcio di rinvio con due.

Italia-Albania 2-1

90+2. Al quarto minuto di recupero, il gioco è stato interrotto dopo che gli steward hanno affrontato in modo inadeguato un’invasione di campo individuale.

La partita riprenderà presto, ma per l’Albania si ha la sensazione che l’occasione sia passata in modo straziante.

Italia-Albania 2-1

90. Gestire l’equilibrio?!

NO! Tocco cruciale di Donnarumma che sbaglia il palo!

L’attacco dell’Albania è brillante: il subentrato si lascia cadere sul petto il passaggio lungo di Aslani e elude Calafiori in area.

READ  Kevin Spacey dà Masterclass, riceve il premio al Museo Nazionale del Cinema – The Hollywood Reporter

Un tiro che supera il portiere in arrivo è molto buono, ma lo stopper e il capitano italiano toccano la palla con un corpo scorrevole per deviare la palla a lato.

La panchina albanese si è alzata per festeggiare e, per aggiungere al danno la beffa, l’arbitro ne ha assegnato uno a Kolkić.

Italia-Albania 2-1

88. Luciani Spalletti, con le mani in tasca e stretto il suo pezzo tecnico, cammina come un futuro padre, una moglie in travaglio.

Sa che c’è ancora del lavoro qui per vedere il successo.