Maggio 24, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I 21 film in concorso quest’anno

I vincitori si contenderanno la Palma d’Oro. (Foto per gentile concessione di AFP)

Il Festival di Cannes di quest’anno presenta 21 film in concorso, inclusi quelli di quattro precedenti vincitori del Grand Prix Palma d’Oro, oltre a diversi cult. Il festival inizia martedì, con la proclamazione dei vincitori alla cerimonia di chiusura il 28 maggio.

crimini futuri

Il terribile genio dietro La mosca E Si bloccaDavid Cronenberg torna alle radici dell’horror fisico con una storia interpretata da Viggo Mortensen, Lea Seydoux e Kristen Stewart su persone che si abbandonano a disgustose alterazioni chirurgiche per il piacere artistico e sessuale. I secchi sono pronti.

triangolo della tristezza

Il re di Karnak, lo svedese Robin Ostlund ha preso un bisturi alla moderna bellezza borghese con il suo film vincitore della Palma d’Oro “The Square” nel 2017. Allo stesso modo, ha ambientato la sua ultima modella e donna delle pulizie su un’isola deserta con un gruppo di miliardari .

La moglie di Ciajkovskij

Kirill Serebrenkov, un terribile giovane nel cinema e nel teatro russo, è nato per i suoi aspri attacchi ai valori conservatori e gli è stato vietato di recarsi a Cannes in due precedenti nomination. Ora in esilio, deve essere presente nella sua storia storica sul famoso compositore.

Tempo di Armaghedon

James Gray ha realizzato grandi e travolgenti drammi, dall’epopea spaziale “Ad Astra” con Brad Pitt all’avventura per Amazon “The Lost City of Z”. Ispirato dalla sua adolescenza nella New York degli anni ’80 e da una scuola governata dal padre di Donald Trump, questo film è interpretato da Anne Hathaway e Anthony Hopkins.

READ  Debutto di "Dune" e "Spencer" alla Mostra del Cinema di Venezia Stellata

mediatore

Il giapponese Hirokazu Kore-eda ha vinto la Palma d’Oro nel 2018 per la sua bellissima e toccante storia di famiglia “The Shoplifters”. Questo film parla della star di “Parasite” Song Kang-ho, di persone che lasciano cadere i bambini in “scatole per bambini” affinché altre famiglie possano prendersi cura di loro.

Decisione di partire

Park Chan-wook ha ottenuto il successo mondiale con il thriller da incubo “Old Boy” che ha vinto il secondo posto al Grand Prix nel 2004. Questa volta, il sudcoreano porta il suo stile unico al tropo familiare di un detective che si innamora del primo sospettato in un’indagine criminale.

mostrare

Kelly Richardt ha gradualmente costruito un seguito con i suoi mini-capolavori sulla vita ai margini della società americana, inclusa la canzone “First Cow” del 2019. Si è incontrata con la sua cantante preferita, Michelle Williams, per un autoritratto di un artista di provincia che cerca di superare le distrazioni.

Tori e Lukita

I fratelli belgi Jean-Pierre e Luc Dardenne raccontano storie semplici ma devastanti di uno spaccato di vita e sono tra le poche persone che hanno vinto due volte la Palma d’Oro. Il più recente arriva dopo l’amicizia di due adolescenti africani esiliati in Belgio.

stelle a mezzogiorno

Uno dei registi francesi più famosi, Claire Denis, sta vivendo un anno intenso, avendo già vinto un premio del regista alla Berlinale di quest’anno. Il suo ingresso a Cannes è un thriller politico ambientato in America Centrale e interpretato da Robert Pattinson.

RMN

Il rumeno Christian Mungiu ha vinto la Palma d’Oro nel 2007 per il suo aborto spontaneo cupo e vivido, 4 mesi, 3 settimane e 2 giorni. Questo articolo esplora le tensioni etniche e politiche in un remoto villaggio della Transilvania.

READ  Il Museo Italiano usa le macchine fotografiche per misurare l'attrattività dell'arte

Chiudere

Il belga Lukas Dhont ha vinto la Camera d’Or Newcomer Award nel 2018 per il suo debutto “Girl” su una ballerina di passaggio. Qui si occupa di due adolescenti tragicamente separati.

ragazzo dal cielo

Un film audace sulla lotta per il potere nel centro principale dell’Islam sunnita, l’Università Al-Azhar in Egitto, diretto dal regista svedese Tarek Saleh.

Ragno santo

Dopo aver vinto la sezione Un Certain Regard nel 2018 con Border, il danese-iraniano Ali Abbasi si dirige verso la città religiosa iraniana di Mashhad, dove un padre di famiglia cerca di liberare le strade dalle prostitute.

sempre giovane

Una storia d’amore, di vita e di tragedia in una compagnia teatrale parigina contro la diffusione dell’AIDS negli anni Ottanta dalla regista italo-francese Valeria Bruni Tedeschi.

nostalgia

Il regista italiano Mario Marton fa rivivere la sua città natale, Napoli.

fratello e sorella

Marion Cotillard recita in un dramma sui fratelli in conflitto che sono stati riuniti dalla morte dei loro genitori, diretto dal veterano di Cannes Arnaud Dispension.

I fratelli di Laila

L’iraniano Saeed Rosati ha ottenuto un enorme successo l’anno scorso con il suo thriller poliziesco “Only 6.5”. Il suo nuovo film affronta le difficoltà economiche di una famiglia in un paese afflitto da sanzioni internazionali.

EO

Dopo che un asino esce dal circo al macello, questa lettera contro la crudeltà verso gli animali è del regista polacco Jerzy Skolimowski, 84 anni, che è stato il primo a gareggiare a Cannes nel 1972.

calmati

Il regista spagnolo Albert Serra si reca a Tahiti per esplorare le tensioni diplomatiche sui test nucleari francesi.

READ  Mission: Impossible: fai oscillare i binari del treno sulla cava del Derbyshire che si pensa sia stata allestita per il nuovo film di Tom Cruise | Ents & Arts News

madre e figlio

Leonor Serail segue una madre francese dagli anni ’80 ai giorni nostri, mentre cerca di stabilire una vita nella periferia di Parigi.

Otto montagne

La storia di un’amicizia lunga una vita tra i ragazzi e la loro casa di campagna dalla squadra belga di marito e moglie Felix van Groningen e Charlotte Vandermerch.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dalla troupe di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)