Maggio 20, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Guerra in Ucraina: con l’aumento dei prezzi del grano, gli agricoltori australiani aumentano | Guerra di Russia e Ucraina

I coltivatori di grano australiani sono tra i maggiori contendenti per compensare la perdita di grano da Russia e Ucraina, che in genere rappresentano un quarto del commercio mondiale di grano annuale.

Ma i colli di bottiglia della catena di approvvigionamento, i prezzi dei fertilizzanti alle stelle e le condizioni di crescita più difficili legate al cambiamento climatico pongono sfide importanti alla soluzione australiana.

L’Australian Bureau of Economics, Agricultural Sciences and Resources prevede un raccolto record di grano di 36,3 milioni di tonnellate per l’anno fiscale 2021-2022 terminato il 30 giugno, il 5% in più rispetto al raccolto record dell’anno precedente, a causa delle precipitazioni superiori alla media.

L’Australia, che rappresenta dal 10 al 15 per cento del commercio mondiale di grano, è anche uno dei pochi grandi paesi produttori di grano non colpiti dalla siccità dell’anno scorso nell’emisfero settentrionale.

Secondo Gro Intelligence, gli Stati Uniti, il secondo produttore mondiale, prevedono che i raccolti di grano diminuiranno del 10% quest’anno. In Canada, il terzo produttore mondiale, i rendimenti sono diminuiti del 38,5% nel 2021, secondo Statistics Canada.

I prezzi del grano hanno raggiunto il massimo da 14 anni in un momento in cui le ricadute economiche della pandemia hanno esaurito i bilanci delle famiglie. [File: David Gray/Reuters]

L’Unione Europea prevede un aumento del 9 per cento della produzione utilizzabile di grano normale. Ma arriva sulla scia di una perdita del 3% l’anno precedente e non tiene conto delle potenziali interruzioni del commercio europeo mentre la guerra in Ucraina continua.

Questa tempesta perfetta ha visto i prezzi globali del grano salire ai massimi da 14 anni negli ultimi giorni, in un momento in cui le ricadute economiche della pandemia hanno già esaurito i bilanci delle famiglie.

Ha anche messo a repentaglio la sicurezza alimentare nei paesi a basso reddito importatori netti di cibo come l’Egitto, che acquista il 70% del grano importato da Russia e Ucraina, e il Libano, che ottiene l’80% del grano dall’Ucraina.

READ  La Cina afferma che una nave da guerra statunitense è entrata illegalmente nel suo territorio nel Mar Cinese Meridionale

“La gente in Ucraina si trova in una situazione catastrofica e sta combattendo per la propria vita”, ha detto ad Al Jazeera Aref Hussain, capo economista del Programma alimentare mondiale.

Ma questa catastrofe trascende i confini. Danneggerebbe anche persone a migliaia di chilometri di distanza”.

Raccogli una volta ogni generazione

A Wheatbelt nell’Australia occidentale, una vasta pianura fertile nel sud dello stato grande quanto la Tunisia, gli agricoltori stanno godendo di quello che viene descritto come un raccolto irripetibile. La resa di due tonnellate per ettaro (circa 2,5 acri) è un buon risultato per l’area. Ma quest’anno il suolo ha prodotto fino a tre volte quella quantità.

“Non importa come la si guardi, la quantità piantata è stata fenomenale”, ha detto ad Al Jazeera l’agricoltore di Wheatbelt Reese Turton e direttore di GrainGrowers, un organismo che rappresenta 17.000 agricoltori in tutta l’Australia.

Ho piantato solo tre tonnellate per ettaro, ma altri agricoltori hanno ottenuto il doppio. Siamo principalmente un paese di esportazione, quindi siamo ben preparati per l’espansione. Possiamo vendere tanto quanto cresciamo. Non oso dire che possiamo colmare tutte le carenze causate dalla guerra, ma abbiamo una discreta quantità di grano e altri paesi sono invitati a comprarlo”.

Brett Hosking, presidente di GrainGrowers, ha affermato che l’Australia è “in una posizione unica come fonte affidabile di grano”.

“L’Europa è limitata dalle forniture di energia e dal potenziale conflitto di massa lì”, ha detto Hosking ad Al Jazeera. “E sospetto che questo giocherà nella mente di qualsiasi paese che vuole acquistare i propri fagioli. Il Canada ha un enorme lavoro di ricostruzione se quest’anno avrà una buona stagione”.

READ  Jimmy Kimmel accusa Caitlyn Jenner di "una fossa ignorante" a causa dei commenti dei senzatetto

Tuttavia, il raccolto eccezionale ha creato sfide logistiche nel trasporto di prodotti agricoli su camion e treni. CBH, la più grande cooperativa di cerealicoltura dell’Australia occidentale, sta investendo quasi 1 miliardo di dollari in infrastrutture nuove e migliorate. Ma sono necessari investimenti molto maggiori per modernizzare le reti in altre regioni produttrici di grano dell’Australia, secondo i dati del settore.

“Ho letto che la regione del Mar Nero esporta 100.000 tonnellate di grano al giorno e non abbiamo le strutture per esportare quella quantità extra. Tyson Hewitt di Australian Grain Exports, una società commerciale dell’Australia meridionale, ha detto ad Al Jazeera.

Certo, potremmo costruire più porti, ma l’Australia è la terra delle inondazioni e della siccità. L’anno scorso il raccolto è stato ottimo, ma gli investitori potrebbero dire che non vale la pena costruire strade e ferrovie aggiuntive perché tra qualche anno saremo di nuovo asciutti. E sono sicuro che nessuno in Australia costruirà un nuovo porto a causa della guerra in Ucraina”.

“Essenziali di Economia”

I colli di bottiglia della catena di approvvigionamento sono più evidenti nello stato più popoloso del New South Wales. GrainCorp, il più grande vettore e granaio dello stato, ha dimezzato la sua flotta di 12 treni dopo la siccità del 2017-20, la peggiore di sempre. Ma le precipitazioni superiori alla media negli ultimi due anni hanno cambiato le cose per gli agricoltori.

“Le condizioni di impianto sono molto buone e anche le prospettive per il prossimo raccolto sembrano buone”, ha detto ad Al Jazeera Ed Collis, un coltivatore di grano vicino a Walgate, nel nord dello stato. Ma l’idea che l’Australia possa colmare il divario lasciato dalla guerra in Ucraina sembra buona sulla carta: semplicemente non abbiamo le strutture di esportazione per portare sul mercato grano extra in tempo. Nel nord del NSW, non possiamo nemmeno portare in porto il raccolto dell’anno scorso. Potrebbe anche essere sulla luna”.

READ  "Estremamente raro": i pinguini antartici si ritrovano in Nuova Zelanda, a 3.000 km da casa | Nuova Zelanda

Un’altra sfida alla soluzione australiana è l’alto costo dei fertilizzanti, esacerbato dall’invasione dell’Ucraina.

“L’anno scorso, il fertilizzante è costato $ 330 a tonnellata”, ha detto Collis. Il prezzo è ora compreso tra $ 1.100 e $ 1.300 per tonnellata. E sebbene possa essere un problema globale, se sei un agricoltore dell’Europa occidentale e stai pensando di aumentare la quantità che coltivi, puoi pagare per il fertilizzante poiché riflette il prezzo globale del grano di $ 315 per tonnellata. Ma il grano nel nord del NSW costa solo $ 215 per tonnellata a causa dei vincoli della catena di approvvigionamento”.

Il raccolto di grano russo non sta affrontando le stesse interruzioni dell’Ucraina e le sanzioni non riguardano attualmente le esportazioni di cibo. Ma tre importanti compagnie di navigazione si stanno già rifiutando di fare affari con la Russia e la guerra potrebbe portare a ulteriori disordini.

“Ci saranno parti del mondo che perderanno l’opportunità di ottenere il grano quest’anno”, ha affermato Hewitt, un commerciante di grano nell’Australia meridionale. “Ma poiché il prezzo mondiale continua a salire, incentiverà gli agricoltori a seminare terreni più marginali e, si spera, a produrre un raccolto più grande”.

“Sono le basi dell’economia”, ha aggiunto Hewitt. “Se si ottiene un quarto della fornitura globale da Russia e Ucraina, il 75% degli altri produttori, che si trovino in Australia o altrove, colmeranno il divario, anche se i prezzi dei fertilizzanti e dell’energia aumenteranno”.