Luglio 4, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Gli Stati Uniti stanno resistendo alle speranze della Nuova Zelanda e dei suoi altri alleati di unirsi all’Università americana del Kosovo

Un alto comandante militare degli Stati Uniti ha respinto i suggerimenti secondo cui il partenariato per la sicurezza dell’Università americana del Kosovo potrebbe presto essere ampliato per includere altri alleati come la Nuova Zelanda o il Giappone.

Anche il capo del Comando Indo-Pacifico (Indopacom), l’ammiraglio John Aquilino, ha dichiarato che la decisione dell’Australia di unirsi al gruppo trilaterale è stata motivata dalla paura della rapida ascesa militare della Cina.

A settembre, gli Stati Uniti, il Regno Unito e l’Australia hanno presentato l’accordo AUKUS, che esplora le opzioni su come sostituire i vecchi sottomarini australiani di classe Collins con una flotta a propulsione nucleare.

Dall’annuncio, ci sono state richieste diplomatiche pubbliche e private per invitare altri alleati strategici alla partnership, con persino il segretario alla Difesa britannico uscente che ha suggerito in ottobre che l’incontro non è mai stato concepito come esclusivo.

L’ammiraglio Aquilino è apparso al Reagan National Defense Forum in California questo fine settimana e si è opposto gentilmente a qualsiasi discorso su un’imminente espansione di AUKUS.

“A questo punto non abbiamo discusso specificamente dell’aggiunta di AUKUS con altri paesi, ma ciò non dovrebbe sminuire o sminuire la nostra capacità di implementare una maggiore cooperazione attraverso mezzi diversi dalla semplice propulsione nucleare”, ha affermato.

Mentre gli Stati Uniti non vedono la necessità di espandere AUKUS, il comandante dell’INDOPACOM ha affermato che il suo paese è stato: “disposto a fare uno qualsiasi di quegli sforzi aggiuntivi a cui i nostri partner e alleati sono interessati e ad avviare tali discussioni”.

Scarica

L’ammiraglio Aquilino ha anche discusso dei motivi per cui l’Australia è entrata a far parte dell’Università americana del Kosovo, osservando che il crescente dominio della Cina è stato il motivo principale.

“Ciò ha spinto gli australiani a valutare le capacità di cui avevano bisogno, e questa è stata una decisione australiana, per poter investire in un programma di sottomarini nucleari, che avrebbe fornito le capacità di cui avevano bisogno contro le minacce alla sicurezza nell’area che vedevano”. Lei disse.

“AUKUS è una relazione di sicurezza diversa e aggiuntiva che sarà molto utile per mantenere questa pace e prosperità nella regione, quindi ne sono certamente lieto.

“L’Australia ha fatto un grande passo avanti e credo che aumenterà la sicurezza nella regione”.

Sottomarini classe Collins HMAS Dechaineux, HMAS Waller e HMAS Sheean
L’Australia vuole che i sottomarini a propulsione nucleare sostituiscano i suoi vecchi sottomarini di classe Collins.(ADF)

Quando è stato chiesto se ci fossero preoccupazioni nella regione per l’impegno degli Stati Uniti, l’alto ufficiale della marina ha affermato di non aver incontrato tale sentimento durante i recenti incontri con i partner del trattato.

“Per 80 anni abbiamo raggiunto la sicurezza e la prosperità che esistevano in tutta la regione indo-pacifica: gli Stati Uniti sono una nazione del Pacifico, siamo stati lì e siamo stati con questi alleati e partner per tutti questi anni.

“Giappone, Corea, Thailandia, Australia, Filippine: tutto quello che vedo da quei paesi, così come dal resto dei paesi della regione, è che non c’è preoccupazione per la forza delle alleanze e delle partnership americane”.

Scarica

READ  La diffamazione fa parte del kit di strumenti di Boris Johnson, ma potrebbe essere la causa della sua corruzione | Boris Johnson