Agosto 1, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Gli scienziati hanno detto che una grande esplosione solare è scoppiata al sole sabato scorso

I ricercatori al centro misurano l’intensità dei brillamenti solari su una scala, con i brillamenti di Classe A che sono i più piccoli e i brillamenti di Classe X sono i più grandi. Gli scienziati hanno classificato il bagliore del 3 luglio come X1, la più grande classe di brillamenti solari.

I brillamenti solari sono grandi esplosioni di radiazioni sulla superficie del Sole, ha affermato Bill Murtaug, coordinatore del programma presso l’SWPC statunitense.

“Stiamo parlando dell’equivalente energetico di milioni di bombe all’idrogeno da 100 megatoni che esplodono contemporaneamente”, ha detto Murtag.

Ha notato che un rilascio così massiccio di energia potrebbe essere sentito qui sulla Terra, a 93 milioni di miglia di distanza.

I brillamenti solari fanno parte del “tempo spaziale”, condizioni che influenzano lo spazio intorno alla Terra e sono solitamente causate dal Sole. I brillamenti sono talvolta accompagnati da emissioni di massa coronale, bolle di plasma magnetico che possono raggiungere la Terra.

Se questa energia si fa strada qui, ha detto Murtagh, potrebbe influenzare le comunicazioni ad alta frequenza e, in rari casi, i sistemi GPS e satellitari.

Il Sole attraversa un ciclo solare di 11 anni in cui il livello di attività del bagliore fluttua.

Il ciclo 25 è iniziato a dicembre 2019 con il minimo solare, un periodo in cui il Sole è ancora attivo, ma è più silenzioso e contiene meno macchie solari.

Con il rapporto UFO recentemente pubblicato, sempre più persone chiedono informazioni sulla vita extraterrestre.  Ecco cosa può rivelare questa domanda

L’attività aumenterà lentamente e raggiungerà il massimo solare – il momento in cui ci sono un gran numero di macchie solari – nel luglio 2025.

Un’eclissi solare totale attraverserà il Nord America nell’aprile 2024, il che potrebbe fornire agli scienziati l’opportunità di osservare l’attività del sole, come i brillamenti solari o le macchie solari, durante l’evento.

READ  Gli scienziati ottengono uno sguardo meraviglioso al primo buco nero mai fotografato

“Speriamo che un’eclissi di sole quasi massimale non solo ci mostrerà una corona sbalorditiva, ma anche alcune grandi e interessanti macchie solari sulla faccia del sole per aiutarci a conoscere la vita all’interno dell’atmosfera e dello spazio di una stella attiva”, ha detto Valentin. Martinez-Bellett, direttore del National Solar Observatory a Boulder, nello stato del Colorado, in una dichiarazione: “Il tempo accadrà”.

In un tipico ciclo solare, ha detto Murtagh, i ricercatori in genere vedono circa 150 brillamenti che raggiungono l’intensità del bagliore del 3 luglio. Ha aggiunto che potrebbero esserci circa 1.500 piccole fiamme nello stesso periodo.

Murtagh ha detto che nei giorni successivi al brillamento solare, la posizione del brillamento scomparve dalla vista della Terra mentre il sole ruotava.

& # 39;  & # 39; di Pac-Man  Nello spazio: i buchi neri divorano le stelle di neutroni nella prima prova di un raro evento celeste

La posizione del brillamento apparirà di nuovo tra un paio di settimane, ma ha notato che l’SWPC statunitense continua a monitorare le eruzioni dall’altra parte del sole durante questo periodo.

Quando si incontra il brillamento solare lontano dalla Terra, ha detto, l’aumento delle emissioni di energia non può influenzare il nostro pianeta.

“Gli ammassi di macchie solari possono durare settimane o addirittura mesi, quindi vogliamo vedere se tornano dopo due settimane”, ha detto Murtag.