Maggio 18, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Gli obiettivi globali di decarbonizzazione guidano fusioni e acquisizioni di energia rinnovabile | Bianco e custodia LLP

Politiche ambiziose di decarbonizzazione incoraggiano la conclusione di accordi all’interno del settore delle energie rinnovabili, con il potenziale inutilizzato del settore troppo grande per essere ignorato.

La conclusione di fusioni e acquisizioni nel settore energetico globale ha raggiunto nuove vette nel 2021. Un totale di 973 accordi annunciati nel corso dell’anno—Il più alto totale annuo mai registrato. Nel frattempo, il valore dell’operazione annuale di 218,8 miliardi di dollari è stato secondo solo a 247,7 miliardi di dollari nel 2007 e arriva dopo due aumenti annuali consecutivi.

Con molte aziende globali che si registrano per gli obiettivi di energia pulita del 2030, le aziende coinvolte nella produzione e distribuzione di fonti di energia rinnovabile sono diventate proprietà calde. Le fusioni e le acquisizioni sono diventate uno strumento importante per le aziende che cercano di conquistare quote di mercato in questo settore in continua espansione.

diametro rimuovere il carbonio

Tra le più grandi transazioni di energia rinnovabile nel 2021, la società energetica statunitense Avangrid ha emesso 4 miliardi di dollari in azioni in un collocamento privato a un nuovo investitore, la Qatar Investment Authority (QIA) e l’attuale azionista Iberdrola, una società energetica spagnola. Avangrid è una società di energia sostenibile con gas naturale e risorse di energia rinnovabile ed è il terzo operatore di energia eolica negli Stati Uniti.

L’accordo fa parte della strategia del Qatar Sovereign Wealth Fund per la decarbonizzazione e la sostenibilità. La Qatar Investment Authority ha anche acquisito una partecipazione del 50% nel portafoglio sudafricano di progetti di energia rinnovabile delle società italiane di energia rinnovabile Enel Green Power all’inizio di quest’anno, per un importo non divulgato.

Iberdrola ha preso seriamente di mira le società di energia rinnovabile e si è impegnata a investire 75 miliardi di euro tra il 2020 e il 2025. La società ha fatto un’offerta di 7,5 miliardi di dollari per acquistare PNM Resources nel New Mexico tramite Avangrid nel 2020, anche se l’accordo deve affrontare delle sfide. La New Mexico Energy Regulatory Commission (NMPRC) ha respinto l’accordo e le due società hanno presentato ricorso.

READ  Gli oppositori francesi dell'anti-vaccinazione stanno acquistando online carte Covid false | Francia

Il denaro per le infrastrutture accelera la crescita

L’alto potenziale di crescita del settore ha attirato l’interesse dei fondi di investimento infrastrutturali di tutto il mondo, come dimostra la vendita da parte della società energetica italiana Falck di una partecipazione del 60% in Falck Renewables a Infrastructure Investments Fund, un veicolo di investimento da 3,9 miliardi di dollari consigliato da JP Morgan Investment Management. .

Falck Renewables è una piattaforma di energia rinnovabile con una capacità installata stimata di 1,3 GW in tutto il Regno Unito, Italia, Stati Uniti, Spagna, Francia, Norvegia e Svezia. Funziona attraverso tecnologie eoliche, solari, termovalorizzatori e biomasse e ha recentemente esplorato le opportunità per i venti fluttuanti.

Gli SPAC puntano sugli asset di energia rinnovabile ad alta crescita

A febbraio, la seconda SPAC RMG Acquisition Corp, quotata negli Stati Uniti, si è fusa con ReNew Power, uno dei più grandi gruppi indiani di energia rinnovabile, con un accordo da 3,6 miliardi di dollari. SPAC è nota per la sua ricerca di asset a crescita eccezionalmente elevata e l’accordo rappresenta una pietra miliare: la più grande quotazione all’estero di una società indiana tramite l’accordo SPAC.

ReNew Power, che gestisce progetti eolici e solari in 80 città indiane, prevede di utilizzare i proventi dell’accordo per guidare la crescita del business, inclusa la costruzione di capacità di generazione di energia rinnovabile su scala industriale.

Il settore delle energie rinnovabili dell’India è destinato a registrare una rapida crescita nel 2022, con ambiziosi obiettivi di decarbonizzazione del governo che guidano gli investimenti nel settore. Al recente vertice della COP26 tenutosi a Glasgow, il Primo Ministro Narendra Modi si è impegnato a soddisfare il 50% del fabbisogno energetico del Paese da energie rinnovabili entro il 2030.

READ  La Banca centrale europea potrebbe porre fine all'acquisto di obbligazioni

La Nuova Zelanda spinge l’agenda di Net Zero

In segno di fiducia nel settore delle energie rinnovabili della Nuova Zelanda, Tilt Renewables è stata acquistata da un consorzio della Nuova Zelanda Mercury NZ. Società di generazione di elettricità e l’Australian Infrastructure Investment Fund Powering Australian Renewables (PowaAR). L’accordo da 2,6 miliardi di dollari conferisce al consorzio la proprietà di 20 parchi eolici Tilt, sia in funzione che in fase di sviluppo, accelerando la spinta globale verso le energie rinnovabili.

L’acquisizione aggiungerà 1.100 gigawattora alla capacità di generazione di energia annuale di Mercury, secondo il CEO Vince Hawksworth, rendendola una delle più grandi società di energia eolica della Nuova Zelanda.

Riducendo la dipendenza dalla produzione di energia termica, l’accordo è stato salutato come un passo chiave nella continua decarbonizzazione dell’approvvigionamento energetico della Nuova Zelanda.

La spinta alla decarbonizzazione guida i cambiamenti delle strutture

Nel tentativo di espandersi nel mercato spagnolo delle energie rinnovabili in forte crescita, il gigante delle utility francesi Engie ha collaborato con l’assicuratore Credit Agricole Assurances per acquisire Eolia Renovables. L’accordo, del valore di 2,3 miliardi di dollari, arriva mentre la società di servizi pubblici cerca di raggiungere il suo obiettivo di installare 50 gigawatt di energia rinnovabile entro il 2025. L’accordo è un passo importante verso tale obiettivo, poiché offre agli acquirenti congiunti il ​​controllo di una stima di circa 899 megawatt di funzionamento. Parchi eolici onshore e solari e pipeline da 1,2 GW per progetti.

In una dimostrazione del suo impegno per l’agenda delle rinnovabili, Engie ha annunciato che utilizzerà i proventi della sua precedente vendita del gruppo di servizi tecnici da 8 miliardi di dollari Equans al gruppo industriale parigino Bouygues, annunciata nel novembre 2021, per investire nelle energie rinnovabili.

READ  La partecipazione di Credit Agricole nel Banco BPM italiano innesca speculazioni sulle offerte

Il settore dei servizi pubblici globali è sotto pressione per decarbonizzare entro il 2035 in linea con l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici. Con un totale di $ 60 trilioni di asset, iniziative di investitori come Climate Action 100+ stanno esercitando una forte pressione sulle società di servizi pubblici affinché riducano urgentemente le loro emissioni. La necessità che le società di servizi pubblici globali raggiungano i loro obiettivi di decarbonizzazione causerà un cambiamento significativo nel settore mentre cercano di migliorare le loro capacità di energia rinnovabile.

prospettive

Le società di energia rinnovabile, in particolare eolica e solare, sono ricercate nel 2021 mentre aumenta la pressione per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione a livello mondiale. Questa intensa attenzione ha spinto gli investitori a iniettare capitali nel settore mentre cercano di trarre vantaggio dalle interessanti prospettive di crescita offerte.

Sebbene i fondi di investimento siano da tempo attivi nel mercato dell’energia, stanno iniziando ad affermarsi veicoli di investimento relativamente nuovi come gli SPAC. Nel frattempo, le società di servizi pubblici globali, sotto pressione per raggiungere i loro obiettivi di decarbonizzazione, cercano sempre di più di acquisire talenti emergenti nelle energie rinnovabili mentre cercano di allontanarsi da fonti di energia a più alta intensità di carbonio.

Con questi driver che continuano ad alimentare l’attività, la scena sembra pronta per un altro anno vivace di fusioni e acquisizioni nel settore delle energie rinnovabili.

[View source.]