Maggio 23, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Gli italiani “sudano per l’Ucraina” quando la legge fissa i condizionatori d’aria a 27 gradi

Mentre Mosca ha interrotto le forniture di gas a due membri dell’UE questa settimana, Polonia e Bulgaria, sono tornati a crescere i timori sull’approvvigionamento energetico del campo.

Le sospensioni sono le prime da quando il presidente russo Vladimir Putin il mese scorso ha chiesto agli acquirenti stranieri “amici” di pagare in rubli invece che in altre valute. Le richieste includono forniture di gas armato e sfidano la capacità dell’UE di mantenere un fronte unito contro Mosca.

Un uomo cerca di rinfrescarsi presso una fontana dell’Ace Tresa, in Sicilia, dove le temperature raggiungono un nuovo record europeo.debito:AP

L’Italia importa il 95 per cento del proprio gas, il 40 per cento del quale proviene dalla Russia. Draghi, economista e presidente della Banca centrale europea negli ultimi dieci anni, ha fatto del cambiamento energetico una delle sue massime priorità da quando è diventato primo ministro nel febbraio dello scorso anno.

Il suo governo ha cercato alternative dall’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio, compresi nuovi accordi per importare gas dall’Angola, dall’Algeria e dalla Repubblica del Congo.

Dopo aver detto in precedenza che potrebbero volerci fino a due anni, Draghi ora crede che l’Italia possa completare la sua credibilità entro 18 mesi. Spera inoltre che il gasdotto di Mosca soddisfi il fabbisogno di gas del Paese entro ottobre.

“La diversificazione è possibile e può essere implementata in un periodo di tempo relativamente breve, più velocemente di quanto immaginassimo un mese fa”, ha affermato in una recente intervista.

Il governo sta anche valutando la possibilità di aggiungere una norma che limiti il ​​numero di lampioni accesi e il tempo di lampeggio.

READ  Il Museo d'Arte Orientale propone una mostra in collaborazione con il Museo del Bihar

Dato che l’Europa, come altre nazioni occidentali, ha imposto sanzioni alla Russia negli ultimi mesi – dai divieti di viaggio al congelamento delle proprietà, si sono sentiti a proprio agio con l’elefante nella stanza – per non parlare del gas.

La Russia è il più grande fornitore di gas naturale d’Europa, soddisfacendo il 33% della domanda della regione entro il 2021, rispetto al 25% nel 2009. Fa molto affidamento sui ricavi del petrolio e del gas naturale, che nel 2021 rappresentavano il 45 percento del fabbisogno federale russo. Bilancio. Ma ora l’UE ha annunciato piani per ridurre di due terzi le importazioni di gas entro il 2023 come rappresaglia per la guerra.

Ma l’approccio italiano ha i suoi critici. Questa settimana il ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta in un’intervista al quotidiano milanese Corriere della seraHa anche detto che questa è un’importante attività educativa.

“È comprensibile che qualsiasi comunità, di fronte a una sequenza simile, abbia deviazioni egoistiche, e alcuni direbbero” basta, non possiamo accettarlo “”, ha detto. “[But] Mi ricorda mia madre che mi diceva di spegnere la luce quando uscivo dalla stanza.

“Ho intenzione di fare di più posizionando pannelli solari sui tetti di un milione di edifici pubblici, in particolare le scuole. Non risolverà la dipendenza della Russia dal gas, ma avrà un enorme valore educativo.

L’Agenzia internazionale per l’energia afferma che l’uso crescente di condizionatori d’aria nelle case e negli uffici sarà uno dei principali motori della domanda globale di elettricità per i prossimi tre decenni.

L’uso di condizionatori d’aria e ventilatori elettrici per mantenere il fresco rappresenta già un quinto dell’elettricità totale utilizzata negli edifici in tutto il mondo, ovvero il 10% del consumo globale di elettricità.

READ  Ultime corona virus: l'Italia impone l'isolamento obbligatorio per chi proviene dal Regno Unito

Caricamento in corso

E si prevede che la domanda di condizionatori d’aria triplicherà entro il 2050, richiedendo nuova capacità elettrica equivalente alla capacità elettrica combinata di Stati Uniti, Unione Europea e Giappone.

Meno di un terzo delle famiglie nel mondo dispone di aria condizionata, ma in paesi come Australia, Stati Uniti e Giappone oltre il 75% delle famiglie dispone di aria condizionata, che è la parte più calda del mondo rispetto a solo l’8% delle 2,8 miliardi di abitanti.

Questo problema è particolarmente delicato nei paesi in più rapida crescita, con il maggiore aumento nei paesi più caldi come l’India, dove la quota di AC nei picchi di carico raggiungerà il 45% entro il 2050, rispetto al 13% di oggi.

Il direttore esecutivo dell’AIE Fatih Birol ha affermato questa settimana che l’invasione russa dell’Ucraina sta affrontando scene “orribili” di sofferenza umana, con persone in Europa che “vogliono agire”.

“Usare meno energia è un modo infallibile per aiutare il popolo ucraino – e dobbiamo aiutare noi stessi”, ha detto.

“C’è poco o nessun disagio da parte nostra [we] Aiuterà a ridurre il flusso di cassa per l’esercito russo e ci porterà sulla strada per un pianeta più pulito e stabile.

Ha stimato che abbassare il termostato di solo 1 grado farebbe risparmiare il 7% dell’energia utilizzata per riscaldarlo, mentre impostare il condizionatore d’aria a 1 grado ridurrebbe il consumo di elettricità fino al 10%.

La mossa contro la Russia potrebbe seguire rapidamente le intenzioni dei leader europei di allontanarsi dai combustibili fossili nei prossimi anni, come parte di un obiettivo climatico internazionale volto a ridurre il riscaldamento globale a meno di 1,5 gradi Celsius rispetto ai livelli preindustriali. I critici delle politiche dello zero netto ne hanno chiesto una revisione dopo la guerra in Ucraina e l’aumento dei prezzi, ma questa settimana 100 città dell’UE – tra cui Barcellona, ​​Monaco, Stoccolma, Lisbona, Budapest e Roma – sono determinate a raggiungere tale obiettivo dal fine del decennio. .

READ  Il Consiglio di Amministrazione del Fondo Monetario Internazionale discute con l'Italia l'Articolo 2021 IV

Dal 1° aprile sarà illegale per i caffè, i bar, i ristoranti e altri esercizi francesi utilizzare terrazze riscaldate. Il ministero dell’Ambiente francese stima che il riscaldamento esterno del paese produca 500.000 tonnellate di CO2 all’anno, equivalenti alle emissioni medie annue di 300.000 automobili.

Caricamento in corso

Bruxelles, Edimburgo e Milano usano le domeniche senza auto per promuovere la salute pubblica, i luoghi della comunità e gli eventi culturali, ha affermato, aggiungendo che le famiglie possono risparmiare in media 100 euro all’anno poiché gli automobilisti lasciano l’auto a casa ogni domenica.

Prowl afferma che l’invasione russa dell’Ucraina ha innescato un’inutile crisi del costo della vita, che è almeno avvertita dagli acquirenti, soprattutto nelle economie emergenti.

“Allo stesso tempo, non possiamo perdere di vista la crisi climatica, che, se lasciata incontrollata, causerà disagi e sofferenze ancora maggiori”, ha affermato.