Giugno 12, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Gli audiolibri di secoli fa dimostrano che non c’è nulla di cui preoccuparsi

Qualcuno ti ha mai dato un’occhiata di traverso dopo aver appreso che stai ascoltando audiolibri?

Se hai mai catturato un senso di arroganza letteraria A proposito di leggere con le orecchie, sei tutt’altro che solo.

“C’è un certo tipo di vergogna associato agli audiolibri; spesso è visto come non una vera lettura”, afferma Matthew Rupery, professore di letteratura moderna alla Queen Mary University di Londra.

“Gli audiolibri tendono ad essere criticati oggi perché sono visti come una scorciatoia o un inganno in termini di lettura. Rendono la lettura molto facile”, dice Domenica Extra ABC RN.

Tuttavia, gli audiolibri non sono nuovi di moda: risalgono al XIX secolo.

Hai sentito bene. Nel 1887, Thomas Edison registrò che Mary stava leggendo un piccolo carico ad alta voce per testare la sua nuova tecnica del fonografo.

“Penso che questo abbia buone possibilità di essere il primo audiolibro in assoluto”, afferma il professor Rupere.

“Edison ha dato il via al boom degli audiolibri”, dice.

Una foto in bianco e nero di un giovane Thomas Edison seduto a un tavolo su cui è seduto uno dei suoi fonografi.
Thomas Edison, un fotografo con uno dei suoi fonografi, ha creato quello che sarebbe stato il primo audiolibro in assoluto.(

Getty: Pitman

)

Ma anche prima di allora, leggere libri ad alta voce era un evento comune: considera la lettura di Omero nell’antica Grecia.

Allora perché l’audiolibro è stato deriso come qualcosa di meno della letteratura?

E fare cose come gli audiolibri amatoriali, così come i libri scritti dopo – e non prima – l’uscita audio, indicano che gli audiolibri possono finalmente farla finita con l’orgoglio?

Una risorsa per il ritorno dei soldati

C’era un problema con la prima registrazione audio di Edison su un fonografo di latta, ha detto il professor Rupery, autore di The Untold Story of the Talking Book.

La tecnologia consentiva solo registrazioni di un massimo di due o tre minuti alla volta, rendendo quasi impossibile la registrazione lunga.

Poi, negli anni ’30, l’industria discografica sviluppò dischi che potevano contenere fino a 15 o 20 minuti di audio per lato.

Foto in bianco e nero di due ragazze vicino a un fonografo con una piccola pila di CD audio tra di loro.
La tecnologia sviluppata dall’industria discografica ha aiutato gli audiolibri nel loro cammino.(

Getty: Pitman

)

La tecnologia avanzò rapidamente e presto furono prodotte le prime registrazioni a lunghezza intera.

Inizialmente, era destinato a persone con problemi di vista.

“ Soldati che sono tornati dalla prima guerra mondiale [who] Hanno perso la vista e sono stati il ​​primo pubblico ad avere libri di conversazione negli Stati Uniti “, afferma il professor Rubery.

Le previsioni sono selvagge e accurate

Le prime registrazioni integrali del romanzo risalgono alla metà degli anni ’50, ma molto prima la gente aveva immaginato l’intersezione eccitante tra letteratura e tecnologia di registrazione del suono.

Un vecchio disegno in bianco e nero di un uomo con lunghi fili che si estendono dalle orecchie a un piccolo petto alla vita.
Questo design del 1984 è molto simile al Walkman degli anni ’80.(

Recensione di dominio pubblico: The End of Books for Octave Weights

)

“Edison stesso continuava a vantarsi che saresti stato in grado di registrare il romanzo completo di Dickens su quattro cilindri”, dice il professor Rubery.

Era un’affermazione ottimista: con la capacità massima dei cilindri per pochi minuti di suono, ascoltare un intero romanzo prende il cuore di centinaia di loro.

Ma le previsioni di Edison del 1888 ne accesero altri. Cinque anni dopo, un professore dell’Università del Minnesota immaginava di usare “macchine sussurrate”.

“Questo sarebbe un piccolo fonografo che verrebbe riposto nei cappelli delle persone e poi attaccato alle orecchie delle persone tramite un filo”, afferma il professor Rubery.

“In un certo senso, aveva assolutamente ragione, ma quella previsione era piuttosto selvaggia all’epoca. La gente all’epoca pensava che sembrasse incredibile”.

Un’altra previsione di meticolosa accuratezza venne dai sognatori francesi Octave Ozan e Albert Robida, che immaginavano nel 1894 che i libri di carta sarebbero stati sostituiti dalla tecnologia di registrazione del suono.

C’è un’illustrazione nella storia di un uomo che va in giro con un piccolo fonografo portatile attaccato alla sua vita, che è collegato alle sue orecchie con quelli che vengono chiamati “tubi acustici”.

“Quello che mi stupisce è che sostanzialmente predice il Walkman”, afferma il professor Rupere.

Perché è importante leggere con le orecchie

“C’è ancora del lavoro da fare per legittimare l’ascolto di audiolibri come forma di lettura”, afferma Millicent Weber, docente di inglese presso l’Australian National University.

Tuttavia, descrive una recente trasformazione positiva.

“Ad esempio, negli ultimi anni abbiamo visto un numero crescente di studenti accedere alle versioni di audiolibri di testi specificati nei nostri corsi di letteratura”, afferma.

Dice che c’è anche un’inversione del rigido percorso dalla stampa all’audio, con podcast come Trace di Rachel Brown che diventa un libro, o romanzi di Nick Earls Wisdom Tree che vengono pubblicati simultaneamente come libri elettronici e audiolibri.

Il dottor Weber afferma che i dati sui prestiti degli audiolibri della biblioteca e la crescita dei ricavi per aziende come Audible o Bolinda mostrano “che c’è stato effettivamente un aumento costante sia della produzione che della domanda negli ultimi 10 anni”.

C’è stato anche un altro cambiamento: la produzione amatoriale di audiolibri è emersa come un’industria “molto sana”.

“Il più grande gruppo di audiolibri per hobbisti è LibriVox, che contiene più di 15.000 audiolibri non protetti da copyright registrati da volontari ed è disponibile gratuitamente”, afferma.

Il professor Rupere concorda con questa “arroganza nei confronti degli audiolibri [has] È cambiato radicalmente. “

“Penso che le persone commentino meno le questioni relative allo stare in piedi e al modo in cui leggi un libro … C’è molta apertura nelle persone”, dice.

“La domanda che mi pongo spesso è: ascoltare un libro è considerato lettura?” Dico, naturalmente, sì … penso che leggiamo in tutti i modi. E leggere con le orecchie è solo uno di quei modi diversi. “

RN nella tua casella di posta

Ottieni più storie oltre il ciclo delle notizie con la nostra newsletter settimanale.

READ  Il rapporto afferma che AirPods 3 è stato lanciato quest'anno e AirPods Pro 2 arriverà nel 2022