Ottobre 26, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Gli astronomi hanno scoperto due insoliti oggetti rossi nella cintura degli asteroidi

Interpretazione tecnica della cintura di asteroidi.

Interpretazione tecnica della cintura di asteroidi.
immagine: NASA

È rosso, è ragionevolmente grande e non ha affari nella fascia principale degli asteroidi, ma la loro scoperta conferma le complesse condizioni che prevalevano quando il sistema solare era ancora in formazione.

nuovo Ricerca Pubblicato su The Astrophysical Journal Letters, descrive in dettaglio la scoperta di due asteroidi della fascia principale estremamente rossi. Chiamati 203 Bombega e 269 Justitia, gli asteroidi hanno più firme spettrali rosse di qualsiasi altro asteroide nella fascia principale, il gruppo densamente popolato di asteroidi situato tra le orbite di Marte e Giove. Il nuovo giornale è stato guidato da lui Agenzia di esplorazione aerospaziale giapponese (JAXA)JAXA) L’astronomo Sunao Hasegawa.

È importante sottolineare che questi asteroidi rossi sono simili agli oggetti trans-Nettuno, cioè gli oggetti in faPiù lontano di Nettuno, il pianeta più lontano dal Sole (senza rispetto per il pianeta nano Plutone). Ciò potrebbe significare che 203 Bombeja e 269 Justitia si sono formati lì nella fascia di Kuiper Allora lasciati trasportare dentro Quando il sistema solare era ancora giovane. Se confermato, il nuovo risultato mostra quanto fossero caotiche le condizioni in quel momento e che i materiali provenienti da diverse parti del sistema solare possono talvolta mescolarsi insieme.

Lo scopo dello studio era documentare la distribuzione e la composizione dei grandi asteroidi nella fascia principale. I grandi asteroidi, specialmente quelli larghi più di 60 miglia (100 chilometri), probabilmente sono sopravvissuti dai primi giorni del sistema solare. Studiando queste cose, gli scienziati speravano di dare un’occhiata a come erano le condizioni circa 4 miliardi di anni fa.

Per fare ciò, gli astronomi hanno effettuato osservazioni spettroscopiche visibili e nel vicino infrarosso della fascia principale utilizzando il Telescope Facility (IRTF) e l’Osservatorio Astronomico della Seoul National University (SAO). La collaborazione internazionale ha coinvolto scienziati del MIT, Università delle HawaiiI, Seoul National University, Kyoto University e molte altre istituzioni.

L’asteroide 203 Bombaja ha un diametro di 68 miglia (110 km) mentre Justetia 269 ne è solo la metà. Entrambi hanno uno spettro rosso insolito, il che significa che riflettono molta luce rossa. È ancora più rosso degli asteroidi di tipo D, che in precedenza si pensava fossero gli oggetti più rossi nella fascia degli asteroidi.

Il sistema solare esterno è pieno di materiale rimasto dalla formazione del sistema solare, inclusi i pianeti minori (asteroidi) e i centauri (i pianeti ghiacciati situati tra Giove e Nettuno). Questi oggetti distanti sono molto rossi e contengono composti organici complessi come metano e ghiaccio di metanolo. Se visti attraverso uno spettrometro, questi composti conferiscono all’asteroide il suo aspetto rossastro. Al contrario, gli oggetti nel sistema solare interno hanno tracce trascurabili di materia organica, quindi tendono a riflettere la luce blu.

Si ritiene che gli asteroidi 203 Bombega e 269 Justetia “si siano formati vicino al bordo esterno del sistema solare oltre la lontana linea di neve organica e poi si siano spostati nella fascia degli asteroidi durante la prima epoca di formazione del sistema solare”, osserva JAXA. comunicato stampa. Con la “linea della neve organica”, gli scienziati indicano la posizione nel sistema solare in cui il metanolo e il metano si trasformano in ghiaccio.

Questa scoperta indica alcuni asteroidi nella fascia principale che si sono formati nel sistema solare esterno e che è possibile che un gruppo di tali oggetti esista all’interno della fascia principale. Un buon passo successivo sarebbe determinare l’esatta proporzione della popolazione di questo asteroide rosso. Inoltre, il nuovo studio mostra la cintura principale come una buona destinazione per una futura missione. Invece di viaggiare verso il bordo esterno del Sistema Solare per ottenere campioni di oggetti della fascia di Kuiper, tutto ciò che dobbiamo fare è inviare una sonda nella fascia degli asteroidi, dove può studiare sia gli asteroidi interni che gli oggetti che si sono formati molto lontano. .

Di più: La cometa 67P ha cambiato spesso colore durante la storica missione Rosetta.

READ  Una misteriosa medusa è stata fotografata "entrare nell'atmosfera" sopra la Russia