Dicembre 3, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Gli All Blacks hanno stabilito un record nella vittoria per 47-9 sull’Italia | Gli sport

Roma (AFP) – La Nuova Zelanda ha lottato presto contro l’Italia nel debutto dell’All Black Kieran Crowley come allenatore degli Azzurri prima di ottenere una vittoria record per 47-9 sabato.

La nuovissima quindicesima edizione di quella che ha battuto il Galles 54-16 lo scorso fine settimana ha impiegato quasi mezz’ora per ambientarsi allo Stadio Olimpico. A quel punto, la Nuova Zelanda ha smesso di lanciare palla e di scherzare e ha preso la via diretta surclassando il gruppo italiano. Non è stato bello, ma ha funzionato.

Gli attaccanti tentano di sostituire il mediano di mischia Finlay Christie e due per la puttana Dane Coles per condurre 21-6 alla fine del primo tempo. La partita si è aperta un po’ nel secondo tempo, ma si è conclusa con il sostituto di Coles, Asafu Oumua, anch’egli due tentativi di potenti calci rotanti.

“Siamo stati colpevoli di essere stati costretti a fare troppi passaggi, troppi falli e la nostra disciplina a volte era scarsa”, ha detto il capitano Sam Kean. “Ma sono orgoglioso di noi perché abbiamo mantenuto la nostra pazienza e non ci siamo sentiti troppo frustrati. A volte sarebbe potuto andare così facilmente.

“Siamo stati in grado di ottenere un buon risultato alla fine, ma, amico, ci sono molte cose su cui lavorare”.

I loro 47 punti li hanno portati a 675 punti, un record per un anno solare. La Nuova Zelanda ha superato i 658 campioni del mondo del Sudafrica nel 2007.

I loro sette tentativi hanno dato loro anche 96 volte l’anno, superando i 92 dell’Argentina nel 2003.

Ma i dischi erano ben lontani dal modo in cui iniziarono gli All Blacks. Hanno commesso sei errori di manovra e sei rigori in uno dei peggiori primi quarti che si ricordi. Non molti di loro sono stati espulsi nonostante la pressione italiana.

READ  Gasperini rischia di saltare la finale di Coppa Italia dopo un test antidoping di classe

L’origine del loro primo tentativo è stato un pessimo passaggio del numero 8 di Hoskins Sototo. L’Italia ha preso il centro ma la Nuova Zelanda ha abbattuto i bulldozer e Christie si è precipitato da distanza ravvicinata. Coles ha poi segnato i suoi doppi in rapida successione e il risultato ha impressionato gli ospiti.

“Devo elogiare molto l’Italia. Sono usciti con grande passione e ci hanno messo sotto una pressione tremenda”, ha detto Coles. “Abbiamo dovuto lavorare molto duramente e non credo che il risultato rifletta quanto sia stato difficile lavorare per quei tentativi”.

Paolo Garbesi ha risposto con un rigore, Berkeletti, e dopo la fine del primo tempo ha aggiunto il terzo gol dal palo durante un altro buon periodo per l’Italia sventata dalla Nuova Zelanda.

Ma proprio come hanno fatto contro il Galles, gli All Blacks hanno concluso bene con quattro tentativi nell’ultimo quarto.

Prop Ofa Tuungafasi è passato a Christie, che ha liberato l’ala Sevu Reece sulla linea di meta. Omoa ha quindi segnato un colpo esplosivo e George Bridge ha sparato a Sototo senza marcare per sconfiggere l’ala e segnare.


Più sport AP: https://apnews.com/hub/apf-sports e https://twitter.com/AP_Sports

Copyright 2021 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.