Agosto 4, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Genitori, insegnanti e bambini protestano in Italia contro la chiusura delle scuole a seguito dell’epidemia di COVID-19

Migliaia di genitori, bambini e insegnanti italiani hanno protestato domenica nei mercati di diverse città contro la chiusura delle scuole come parte degli sforzi per prevenire la diffusione del virus corona. Reuters riferisce che considera non necessaria la chiusura delle scuole.

Le prime manifestazioni significative da quando il governo di Mario Tragi è salito al potere si sono svolte in più di 35 mercati in tutto il Paese, tra cui Piazza del Bobolo a Roma e Piazza Diomo a Milano.

A Milano i messaggi e gli striscioni degli studenti erano sostenuti da spine appoggiate a terra.

In ogni luogo di protesta, il numero di partecipanti è stato basso a causa delle restrizioni all’assemblea.

“Scuola. La notizia è stata pubblicata a Roma, riferendosi alla famosa promessa di Tracy di salvare l’euro quando guidava la Banca centrale europea nel 2012?

La maggior parte delle scuole italiane sono state chiuse dal 15 marzo, quando Drake ha deciso nuove misure per prevenire la diffusione del coronavirus, e gli studenti stanno prendendo lezioni online.

“Chiediamo una cosa: le scuole devono essere riconosciute come status di servizio pubblico essenziale e riaperte immediatamente”, ha detto la sezione di Roma della rete nazionale “Scuole aperte”, che ha organizzato le proteste.

Dall’epidemia dello scorso anno, le scuole in Italia sono state chiuse e riaperte in tempi diversi a seconda del tasso di infezioni da adulti e da virus corona. Complessivamente, dall’inizio dell’epidemia in Italia, sono state trascorse meno ore a scuola rispetto ad altri paesi europei.

Il governo italiano ha affermato che la chiusura delle scuole è necessaria a causa del crescente tasso di infezione e del rischio rappresentato dal coronavirus britannico.

READ  La Serie A, il principale campionato di calcio italiano, sta lottando per vendere i suoi diritti televisivi per 2,5 miliardi di euro, con le entrate dei club gravemente colpite dalla mancanza di spettatori un anno dopo.

Drake ha promesso venerdì che le scuole riapriranno per prime quando le restrizioni saranno allentate.

Fonte: News.ro, Fonte foto: Twitter