Dicembre 3, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

G-7 ACCORDI SUI VACCINI DI CONDIVISIONE DEL CLIMA IMPOSTA SOCIETARIA

Il Gruppo dei Sette ricche democrazie ha concluso il suo primo vertice faccia a faccia due anni fa in una località balneare nel sud-ovest dell’Inghilterra. I leader del G7 – Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti – Prendi impegni su una serie di argomentiDalla condivisione dei vaccini contro il coronavirus alla lotta ai cambiamenti climatici e al rendere più eque le tasse sulle società.

La loro approvazione finale della riunione di tre giorni includeva anche una sezione sulla sfida alla Cina sulle pratiche economiche “non economiche” e sull’invito a Pechino a rispettare i diritti umani.

Ecco i dettagli dei principali argomenti trattati:

condividere i vaccini

Presidenti e primi ministri si sono impegnati a condividere almeno 1 miliardo di iniezioni di vaccini con i paesi in difficoltà nel prossimo anno, con consegne che inizieranno ad agosto. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è impegnato a fornire 500 milioni di dosi. Gran Bretagna e Canada si sono impegnati a 100 milioni di iniezioni ciascuno e la Francia ha detto che introdurrà 60 milioni di dosi.

Tuttavia, l’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che sono necessarie 11 miliardi di dosi per porre veramente fine all’epidemia. I sostenitori della salute pubblica sostengono anche che le dosi di vaccino promettenti non sono sufficienti e che sono necessari fondi e assistenza logistica per far arrivare i vaccini alle braccia delle persone nei paesi poveri.

L’ambiente

I leader si sono impegnati a porre fine al nuovo sostegno diretto del governo per “l’incessante produzione internazionale di energia termica” – l’uso del carbone senza tecnologia per ridurre le emissioni di carbonio – entro la fine dell’anno e hanno sostenuto un fondo di conversione del carbone da 2 miliardi di dollari.

READ  Le famiglie abbracciano gli investimenti nell'ambiente, nella società e nella governance come opportunità di business e valore per la famiglia

Si sono inoltre impegnati a conservare o proteggere almeno il 30% delle aree terrestri e marine dei loro paesi entro il 2030 come parte degli obiettivi globali di biodiversità. Hanno deciso di aumentare i finanziamenti per i progetti di mitigazione dei cambiamenti climatici fino al 2025 e hanno riaffermato il loro sostegno all’obiettivo delle emissioni nette di carbonio entro il 2050.

I principali gruppi sul clima hanno affermato che il vertice non ha fornito dettagli significativi. Hanno esortato le nazioni ricche ad andare oltre la riaffermazione degli impegni esistenti e a mettere sul tavolo nuovi e concreti finanziamenti per il clima.

Cina

I leader del G7 hanno affermato che lavoreranno insieme per sfidare le “politiche non di mercato” della Cina. Hanno anche concordato l’appello di Pechino al rispetto dei diritti umani nello Xinjiang, la remota regione occidentale dove le autorità cinesi sono accusate di gravi violazioni dei diritti umani contro la minoranza uigura, e nella città semi-autonoma di Hong Kong.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha voluto persuadere i colleghi leader democratici a presentare un fronte più unito per competere economicamente con Pechino e ad esprimere con forza “le politiche non di mercato e le violazioni dei diritti umani della Cina”.

I leader si sono impegnati a eliminare il lavoro forzato nelle catene di approvvigionamento globali, “compreso il lavoro forzato sponsorizzato dallo stato per i gruppi e le minoranze vulnerabili”. Questa parte della dichiarazione dell’incontro non menzionava la Cina per nome, ma la Casa Bianca ha affermato che il linguaggio era rivolto alle catene di approvvigionamento chiave di importanza nella regione dello Xinjiang.

l’imposta sulle società

I leader del G7 hanno approvato una tassa minima globale di almeno il 15% sulle multinazionali, una misura volta a impedire alle aziende di utilizzare i paradisi fiscali per spostare i profitti ed evitare le tasse.

READ  Le borse europee hanno chiuso in rialzo grazie al boom dell'attività economica nella regione

La loro approvazione ha sostenuto il piano delineato dal Gruppo dei Sette ministri delle finanze. I sette paesi sperano che altri firmeranno, ma questa è una proposta ardua nei paesi con economie basate sull’utilizzo di basse tasse sulle società per attirare le imprese.

infrastruttura globale

I leader hanno approvato la proposta infrastrutturale “Building Back Better for the World” che prevede la spesa di centinaia di miliardi di dollari in collaborazione con il settore privato per finanziare progetti infrastrutturali più ecologici nei paesi poveri.

È progettato per competere con l’iniziativa multimiliardaria cinese “Belt and Road”, che finanzia una vasta rete di infrastrutture che copre gran parte del mondo, principalmente Asia e Africa.

Preparati per una futura pandemia

I leader hanno affermato che in caso di una futura pandemia, cercheranno di garantire che vaccini, trattamenti e test diagnostici sicuri ed efficaci siano disponibili entro i primi 100 giorni.

Patrick Vallance, il principale consigliere scientifico del governo britannico, ha affermato che il rapporto “100 Days Mission” ha fornito ai leader raccomandazioni per accelerare la risposta a un’altra pandemia, ma ha riconosciuto che tale risposta deve essere globale e includere paesi che non appartengono al Gruppo di Sette. .

educazione delle ragazze

I leader hanno affermato che il COVID-19 ha esacerbato la disuguaglianza di fondo e ha portato a una crisi dell’istruzione, in particolare per le ragazze. Hanno sostenuto l’obiettivo di portare a scuola altri 40 milioni di ragazze entro il 2026 nei paesi poveri e hanno impegnato 2,75 miliardi di dollari in finanziamenti nei prossimi cinque anni per la Global Partnership for Education.