Giugno 19, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Frank Drake, che ha guidato la ricerca della vita su altri pianeti, muore a 92 anni

Frank Drake, che ha guidato la ricerca della vita su altri pianeti, muore a 92 anni

Fu a Green Bank che il dottor Drake, che organizzò l’incontro, derivò la sua famosa formula per organizzare l’agenda. Consiste di sette fattori, che includono tutta la conoscenza e l’ambizione astrologica umana. Alcuni sono piuttosto sperimentali, come la velocità con cui le stelle nascono nella Via Lattea e la frazione di stelle con pianeti abitabili. Altri sono incredibilmente mistici, come l’età media di una civiltà tecnologica: da 1.000 a 100 milioni di anni era un’ipotesi. Moltiplica i fattori insieme e otterrai il presunto conteggio ungherese.

Nei mondi in cui gli astronomi hanno ottenuto nuovi dati, le vecchie congetture sui delfini hanno resistito bene, ha affermato Seth Shostak, astronomo e portavoce del SETI Institute. Il satellite Kepler della NASA per la caccia ai pianeti e i telescopi terrestri hanno verificato stime ottimistiche sull’abbondanza di pianeti delle dimensioni della Terra potenzialmente abitabili e gli scienziati sanno dalla missione Kepler che potrebbero essercene 300 milioni nella sola Via Lattea.

“Queste persone erano molto fortunate o godevano di una salute straordinaria”, ha detto il dottor Shostak dei delfini.

Allo stesso tempo, gli scienziati hanno scoperto che la vita sulla Terra è più dura e diversificata di quanto pensassero gli scienziati, prosperando in luoghi così strani come le bocche bollenti sotto il mare. “Ci sono molte prove per molti percorsi verso l’origine della vita”, ha detto il dottor Drake.

Dopo un breve periodo presso il Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California, è entrato a far parte della Cornell University come professore e in seguito è diventato direttore del National Center for Astronomy and Ionosphere, o NAIC, la cui gigantesca antenna di 300 metri ad Arecibo, PR, avrebbe diventare il primo strumento SETI del pianeta. In questa veste, il Dr. Drake ha trovato una cintura di radiazioni attorno a Giove e ha scoperto che l’atmosfera infuocata di Venere era spessa come un oceano sulla Terra.

READ  I primi campioni di Marte atterreranno sulla Terra nel 2033

Ma SETI rimarrà il suo amore duraturo.

Nel 1971, la NASA tenne uno studio su come scoprire la vita extraterrestre che divenne nota come Progetto Gigante. Il suo rapporto, che prendeva il passaggio citato sopra dal libro del Dr. Drake “Vita intelligente nello spazio” come piano generale, prevedeva che un gruppo di 1.000 radiotelescopi, ciascuno di 100 metri di diametro, cercasse nello spazio fino a 1.000 luce- anni di distanza. Ma il suo prezzo previsto di 10 miliardi di dollari lo ha reso uno dei premi “Golden Fleece” del senatore William Broxmayer per aver sperperato il budget del governo. Sebbene il progetto non sia mai stato realizzato, il rapporto è diventato una Bibbia per gli astronomi interessati agli affari extraterrestri.

Jill Tarter, che ha letto il rapporto quando era una studentessa laureata e ha dedicato la sua vita alla ricerca di intelligenza extraterrestre che si traduce in Intervista al New York Times nel 2012.