Giugno 15, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Fox, Dominion risolve un’enorme causa per diffamazione

Fox, Dominion risolve un’enorme causa per diffamazione
Fox News e la società di macchine per il voto Dominion hanno risolto quest’ultima situazione causa per diffamazione v notiziario in Noi Per $ 787,5 milioni (circa $ 1,17 miliardi).

La giuria prescelta per esaminare il caso ha atteso con un inspiegabile ritardo fino a quando il giudice Eric Davis ha rivelato che il caso era stato risolto all’ultimo minuto.

La selezione della giuria è avvenuta il giorno dopo che il giudice ha concesso una sospensione di un giorno che ha concesso il tempo di vedere se le due parti potevano raggiungere un accordo.

L’illustrazione di questo artista raffigura l’avvocato di Dominion Voting Systems Justin Nelson in piedi a sinistra e l’avvocato di Fox News Daniel Webb in piedi a destra mentre parlano con il giudice Eric Davis prima di completare la selezione della giuria presso la Corte Suprema del Delaware. (AP)

Dominion Voting Systems mira a ritenere Fox responsabile per aver trasmesso false accuse di frode elettorale che continuano ad affliggere la politica statunitense.

Hanno chiesto 1,6 miliardi di dollari (2,38 miliardi di dollari) di danni, circa il doppio dell’accordo raggiunto oggi.

Gli avvocati di Fox News non hanno commentato mentre lasciavano l’aula, ma il team legale di Dominion ha parlato con i media.

“Fox ha ammesso le sue bugie su Dominion che causano gravi danni alla mia azienda, ai nostri dipendenti e ai clienti che serviamo”, ha affermato John Poulos, CEO di Dominion Voting Systems.

“Niente può rimediare a questo.

“Non posso ringraziare abbastanza i funzionari elettorali che serviamo.

Senza di loro non c’è democrazia.

L’avvocato del Dominio Justin Nelson, che ha rivelato il carattere degli insediamenti, ha affermato che rappresentavano “giustizia e difesa”.

I rappresentanti di Fox News arrivano al Justice Center di Wilmington, nel Delaware. (AP)

Fox News ha successivamente rilasciato una dichiarazione in cui affermava di essere lieto che fosse stato raggiunto un accordo.

“Riconosciamo le sentenze dei tribunali che hanno ritenuto false alcune accuse su Dominion”, ha affermato la società.

Questo accordo riflette il continuo impegno di Fox per i più alti standard di giornalismo.

La nostra speranza è che la nostra decisione di risolvere questa disputa con il Dominion amichevolmente, piuttosto che in un processo divisivo, consentirà al Paese di superare questi problemi”.

“Entrambe le parti hanno risolto il loro problema”, ha detto.

“La tua presenza qui… è stata della massima importanza.

Prima di separarli, il giudice ha detto ai giurati: “Senza di voi, le parti non avrebbero potuto risolvere la loro situazione”.

I dettagli dell’accordo non erano immediatamente disponibili e potrebbero non essere rilasciati affatto.

Esperimento di successo evitato

Il caso avrebbe sottoposto il controllo a uno standard di diffamazione che ha guidato i media americani per quasi sei decenni, espone l’attività dietro le quinte di Fox News nelle settimane successive alle elezioni del 2020 e fa luce sul flusso di disinformazione che si è trasformato in un maremoto dopo le elezioni, che il presidente ha perso, poi Donald Trump contro Joe Biden.

Star di Fox News come Tucker Carlson e Sean Hannity, così come il fondatore dell’azienda Rupert Murdoch, dovrebbero testimoniare durante il processo di sei settimane.

Dominion ha affermato che Fox News con sede a New York e la sua società madre, Fox Corp., hanno sostanzialmente demolito l’attività della società di voto ed esposto i dipendenti a minacce implicandoli falsamente in un falso complotto di brogli elettorali contro Trump.

Nelle settimane successive al giorno delle elezioni, importanti conduttori di Fox News hanno fatto emergere gli alleati di Trump affermando falsamente che le macchine del Dominio sono programmate per sottrarre voti a un repubblicano in carica e gonfiare il pool di sfidanti democratici.

Le macchine per contare Dominion vengono mostrate in un magazzino durante i test nel 2022. (AP)
I rappresentanti di Dominion Voting Systems raggiungono la giustizia per una causa per diffamazione contro Fox News. (AP)

Molti host e dirigenti della Fox non credevano alle affermazioni, ma lo lasciarono comunque andare in onda.

“Fox ha perpetuato e approvato una delle bugie più dannose nella storia di questo paese”, hanno scritto gli avvocati di Dominion nella causa.

Indicando le comunicazioni tra le personalità della Fox, dai dirigenti ai verificatori di fatti, Dominion sostiene che la rete amplifica di proposito le falsità per la valutazione.

“La causa del Dominion è una campagna politica alla ricerca di una manna finanziaria, ma il vero costo saranno i diritti del Primo Emendamento”, ha affermato la rete in una dichiarazione la scorsa settimana.

Un rappresentante di Fox News porta una scatola mentre arrivano al Wilmington Justice Center. (AP)

Fox ha affermato che i suoi ospiti a volte hanno alluso alla necessità di prove a sostegno delle affermazioni e hanno notato che Dominion ha negato le accuse.

Funzionari elettorali federali e statali, revisioni complete negli stati del campo di battaglia e lo stesso procuratore generale di Trump non hanno trovato alcuna frode diffusa che avrebbe potuto alterare l’esito delle elezioni. Né hanno fornito alcuna prova credibile che il voto fosse contaminato.

Dozzine di tribunali, alcuni con giudici nominati da Trump, hanno anche respinto le sue accuse di frode.

Nel caso Dominion, Davis ha dichiarato che era “molto chiaro” che le accuse sulla società di macchine per il voto non erano vere.

Il logo Fox News è esposto all’esterno della sede centrale di Fox News a New York. (AP)

La domanda principale per la giuria era se Fox News avesse agito con “genuina malizia”, ​​uno standard legale applicato quando personaggi pubblici citano in giudizio i media per diffamazione.

Lo standard, derivato da un caso della Corte Suprema del 1964, significa pubblicare o trasmettere qualcosa che è consapevolmente falso o agire con “insensato disprezzo” del fatto che sia vero.

Dominion ha notato messaggi di testo ed e-mail in cui gli addetti ai lavori di Fox hanno minimizzato, e talvolta apertamente deriso, le accuse di frode elettorale.

Uno dei vicepresidenti della Fox Corp. li ha definiti “pazzi mentali”.

Un manifestante tiene un cartello vicino ai rappresentanti di Fox News fuori dal Justice Center nella causa per diffamazione intentata da Dominion Voting Systems contro Fox News. (AP)

Anche Carlson, la più grande star di Fox News, ha espresso disprezzo per Trump, i cui sostenitori costituivano il nucleo del pubblico della rete.

Lo scambio di messaggi è stato rivelato come parte della causa, con Carlson che ha affermato: “Lo odio così tanto”, dicendo “siamo molto, molto vicini a poter ignorare Trump quasi tutte le sere”.

“Temo che cose terribili feriscano tutti. Potrebbero anche ferire noi”, ha detto Murdoch all’amministratore delegato di Fox News, Susan Scott, in un’altra e-mail quel giorno.

Tuttavia, i discorsi sulla presunta trama sono continuati in onda su Fox per settimane dopo il voto.

I membri dei media si riuniscono fuori dal Justice Center di Wilmington, nel Delaware. (AP)

Testimoniando per il caso, Murdoch ha riconosciuto che le elezioni presidenziali del 2020 sono state giuste, riconoscendo anche che alcuni conduttori della Fox sembravano sostenere affermazioni elettorali fasulle.

La rete ha affermato che Dominion l’ha scelto da messaggi privati, sceneggiature trasmesse e nomination di vari giocatori Fox, ignorando altri commenti e contesti più appropriati per Fox.

La rete ha anche affermato che le affermazioni di Dominion sulle attività mancanti sono grossolanamente esagerate.

Fox si è trovato in difficoltà con il giudice mentre il processo si avvicinava.

Davis ha criticato la rete la scorsa settimana per quelle che ha visto come “false dichiarazioni” e rivelazioni tardive di alcune informazioni sul caso.

Venerdì, l’avvocato di Fox si è scusato in una lettera al giudice per quello che l’avvocato ha descritto come un malinteso sulla divulgazione del ruolo ufficiale di Murdoch a Fox News.

Mentre il caso Dominion è ormai concluso, Fox News deve ancora affrontare una seconda importante causa per diffamazione da parte di Smartmatic, un’altra società di tecnologia di voto che avrebbe diffamato la programmazione Fox dopo le elezioni del 2020.

Questa condizione è ancora in fase di scoperta e non è previsto alcun processo a breve.

Dominion Voting Systems ha ancora azioni legali pendenti contro le reti di destra Newsmax e OAN, così come gli alleati di Trump Rudy Giuliani, Sidney Powell e Mike Lindell.

Tutte queste entità negano qualsiasi illecito e stanno combattendo azioni legali.

Registrati qui Per ricevere le nostre newsletter quotidiane e gli avvisi sulle ultime notizie, inviati direttamente nella tua casella di posta.