Giugno 29, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Film: Chiusura delle riprese per il Daughter’s Café a Sudbury

Film: Chiusura delle riprese per il Daughter's Café a Sudbury

Regista, sceneggiatore e produttore cinematografico Cile Nero Hanno terminato le riprese del film in uscita “Café Daughter” la scorsa settimana a Sudbury. Il film è stato girato in varie località intorno a Sudbury.

Con l’aiuto del finanziamento cinematografico della contea, Nero ha detto, “siamo stati in grado di andare a Sudbury e assumere quanta più gente del posto possibile”.

“Café Daughter” è stato prodotto da Niro in associazione con Film Freddy E Intrattenimento Blue Circle e condividi Telefilm canadeseIl Fondazione del Fondo per il patrimonio dell’Ontario settentrionale (NOHFC), e Scrivania con schermo aborigenoE ONCreas Film Fund E seon.

Eravamo dappertutto a Sudbury. Siamo andati alle Cabrioles, ed è stato bello, ha detto Nero. “Abbiamo girato in un ristorante a Capreol e l’abbiamo trasformato in un ristorante cinese. Utilizziamo parte del Capreol Ski Club. Utilizziamo l’area del club stesso. E a Coniston, siamo andati ai BRB Studios.

C’erano scuole che usavamo, c’erano case e case private che usavamo. “Sì, eravamo un po’ dappertutto”, ha detto Nero a Sudbury.com in un’intervista telefonica.

Sebbene Nero viva ora a Brantford, ha vissuto a Sudbury negli anni ’70. Ha iniziato a scrivere sceneggiature nel 1991 e da allora ha sviluppato la sua carriera nella regia e nella produzione.

“Ho già vissuto a Sudbury e penso che sia una città piuttosto interessante”, ha detto Nero. “È davvero cambiato (dal 1972, quando Nero visse qui). Ma penso che devi trovare sacche di posti dove trovare conforto. Come se fossimo andati un po’ da Gus, il che è fantastico. ”

Gus è a Sudbury dal 1952 E Nero è stato felice di vedere che mentre Sudbury è cambiato dal 1972, alcune parti del comfort esistono ancora.

READ  Semolina, un negozio di pasta biologica, aprirà a Bay View in autunno

Nero è un artista multidisciplinare e membro della Riserva delle Sei Nazioni, Turtle Clan, Quint Mohawk Bay. Ha lavorato non solo nel cinema, ma ha lavorato in vari tipi di media, oltre a perline, pittura e fotografia. Attraverso il suo lavoro mira a sfidare gli stereotipi indigeni.

Il film “Café Daughter” è basato su A Un’opera teatrale con lo stesso nome scritta da Kenneth T. Williams. La storia segue gli eventi veri e la vita reale della senatrice canadese in pensione Lillian Dick. Dyck è un membro della Cree Gordon First Nation nel Saskatchewan ed è un sino-canadese di prima generazione. È anche la prima donna senatrice delle Prime Nazioni e la prima donna senatrice canadese di origine cinese.

Nella commedia e nel film, la vita di Dyck è incarnata nel personaggio di una giovane ragazza cinese Cree, Yvette Wong, che sta cercando di trovare il suo posto nella piccola città di Saskatchewan nel 1960. “Café Daughter” presenta la lotta per abbracciare identità diverse e culture come una ragazza birazziale nonostante il pregiudizio e il razzismo.

“Quello che ho capito dalla commedia di Ken è che lei (Yvette Wong, il personaggio basato sulla vita di Lillian Dyck) aveva molte persone che dicevano: ‘Non farai molto, perché non ti adatti davvero qui. Sua madre (nella commedia) le ha detto di non far sapere a nessuno che era indiana a causa del razzismo che era o sta accadendo in Canada”, ha detto Nero.

“Mi sono preso la libertà di mostrarlo e discuterne. E volevo solo che fosse una parte importante del film”.

La stessa regista può vedere parti della sua vita riflesse nel film.

READ  Una storia d'amore in due minuti e mezzo: Wim Wenders nel suo nuovo film di Salvatore Ferragamo

“Penso che potrebbe raggiungere molte persone. Sono un Mohawk, sono sposato con un italiano e i miei figli sono etnici. Quindi, in un certo senso, mi sentivo come se stessi facendo questo per loro”, Nero disse.

Mentre le riprese del film sono terminate la scorsa settimana, ci sono ancora alcune strade rimaste in post-produzione, quindi il film non sarà pronto fino all’autunno del 2022. Si spera che il film venga proiettato in festival cinematografici e piattaforme di streaming. L’altro film di NeroneIl fantastico 25° anno di Mitzy BerkloeÈ stato girato anche a Sudbury e ora va in onda su Crave.