Marzo 2, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

“È un'espressione di identità”: TikToker porta nel mondo il suo accento occidentale di Sydney | lingua

“È un'espressione di identità”: TikToker porta nel mondo il suo accento occidentale di Sydney |  lingua

Per i giovani che vivono nella parte occidentale di Sydney, Mahmoud Ismail è un “TikToker che racconta la zona”. Attira milioni di visualizzazioni Le sue interviste ai residenti locali.

ma perché? Ismail dice che non sono solo il suo volto e il suo nome a riflettere la sua identità etnica, ma anche la sua voce.

“È rappresentazione e connessione”, afferma. “Alcune persone odiano il mio accento. Alcuni dicono che sembro come se avessi tre salsicce in bocca.

Ciò che Ismail descrive è la percezione di A Etnia libanese-australiana – Non è un dialetto geografico come in diverse parti del Regno Unito, degli Stati Uniti e di molti altri paesi, ma piuttosto un modo di parlare in cui il suo inglese è influenzato dall'arabo, anche se è nato e cresciuto in Australia e ha imparato l'inglese come suo prima lingua.

Secondo James Walker, professore di linguistica all'Università La Trobe di Melbourne, il 26enne rappresenta un fenomeno globale di modi di parlare culturalmente influenzati che è oggetto di ricerca in Canada, Regno Unito, Svezia, Germania e Belgio. .

Walker sostiene che le etnie nascono come risultato del fatto che genitori e nonni immigrati trasmettono modelli di linguaggio ai loro figli, anche quando i bambini non padroneggiano la lingua dei loro nonni.

Tuttavia, l'etnia libanese-australiana è stata abbracciata anche da molte persone nella periferia occidentale di Sydney che non hanno origini libanesi.

Heba Bou Orem, studentessa di dottorato in linguistica presso l'Università Nazionale Australiana di Canberra e di origine libanese, ricerca la percezione delle voci dei giovani libanesi attraverso… Progetto Sydney Parla.

READ  Britney Greiner è stata condannata a nove anni di carcere in Russia

Dice che le persone le dicono “sentono gli asiatici, sentono molti background etnici diversi che adottano questo modo di parlare”.

Mahmoud Ismail parla con un fan che lo ha riconosciuto dai suoi video TikTok fuori dal centro commerciale Bankstown Central. Fotografia: Bahram Mia/The Guardian

“Sai, se dici: 'Parlano con un accento libanese', la gente capirà esattamente di cosa stai parlando.”

Il dialetto di Sydney occidentale “è più di un semplice modo di parlare, è un'espressione di identità”, afferma.

Progetto Sydney Parla Mira inoltre a catturare il cambiamento nell'inglese australiano attraverso parlanti di origine anglo-celtica, nonché australiani di seconda generazione di origine cinese, greca e italiana.

Ma ci sono atteggiamenti complessi nei confronti dell’etnia libanese-australiana nella più ampia società australiana.

“Per alcuni non sembra elegante, non sembra sofisticato, sembra semplicemente che qualcuno sia meno intelligente, [it’s] “Si collega a quel tipo di identità di strada”, afferma Orem.

Ciò si riflette nel fatto che il dialetto viene raramente ascoltato nei media mainstream, tranne che come parodia.

Ismail dice che vuole intraprendere una carriera nel giornalismo, ma teme di essere privato della voce e dell'aura che derivano dal suo background libanese.

Ha aggiunto che mentre gli australiani asiatici, i musulmani e altri australiani non bianchi apparivano sulle principali piattaforme di social media e in televisione, c’era ancora una voce “imbiancata”.

“Perché stiamo cercando di diversificare i media senza lasciare che siano se stessi?” Lui dice.

I media tradizionali vedono la voce anglo-celtica come naturale, mentre il dialetto occidentale di Sydney è considerato influenzato culturalmente, afferma Catherine Travis, linguista presso l'Australian National University ed esperta nello studio della lingua e della sua relazione con i fattori sociali.

READ  "Assalto all'eredità della regina": cosa dicono i tabloid britannici sul documentario Netflix di Harry e Meghan | Giornali

“Quindi nei media cerchi di essere obiettivo – e di non mettere in evidenza il tuo lato personale – e c’è una percezione [that] Metti quel tono in avanti [is] “Non appropriato in questa situazione”, dice Travis.

Un fan di Mahmoud Ismail si è fermato mentre lavorava dopo averlo riconosciuto per strada. Fotografia: Bahram Mia/The Guardian

Travis dice che ci sono diversi modi di parlare all'interno delle comunità australiane che dovrebbero essere riconosciuti come normali.

afferma Simone Amelia Jordan di Media Diversity Australia Registi e produttori drammatici possono anche avere pregiudizi su quali accenti attraggono un pubblico più ampio, il che può influenzare le loro scelte.

“L'accento libanese-australiano della parte occidentale di Sydney viene spesso visto come una parodia nella televisione tradizionale”, afferma.

Jordan sostiene che i media devono collaborare con esperti linguistici e consulenti culturali per abbattere le norme consolidate nel panorama dei media.

“È come se gran parte della nostra identità fosse lasciata fuori dal quadro, il che potrebbe portare alcune persone a pensare che esista un solo tipo di vero accento australiano, il che non potrebbe essere più lontano dalla verità e [is] “Dannoso e divisivo.”

Ismail dice che i suoi fan chiedono a gran voce che la razza libanese-australiana venga ascoltata nel mainstream, proprio come sui suoi canali di social media.

“Il numero di persone che hanno dovuto dirmi: 'Vorrei che la notizia fosse così', è innumerevoli”, dice.