Aprile 20, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

È tempo che l’Italia consolidi la sua posizione di paese mediterraneo indispensabile

È tempo che l’Italia consolidi la sua posizione di paese mediterraneo indispensabile

Quando questa settimana il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ospiterà per la seconda volta il primo ministro italiano Giorgia Meloni, ciò rappresenterà la crescente importanza dell’Italia come partner geostrategico degli Stati Uniti. La Meloni è emersa, nonostante lo scetticismo iniziale e alcune critiche persistenti, come un potente comunicatore in tutta Europa e sulla scena mondiale. In Europa, la Meloni è stata determinante nel garantire gli aiuti europei tanto necessari all’Ucraina, soprattutto durante il periodo di crisi. Trattative recenti Convincere tutti i 27 paesi dell’UE ad accettare un finanziamento congiunto per Kiev. Ha svolto un ruolo costruttivo nella modernizzazione delle politiche migratorie europee. In quanto leader conservatore e realista, Meloni è ben posizionato per svolgere un ruolo chiave nelle prossime elezioni europee e nell’amministrazione che ne seguirà.

Sulla scena globale, ha costruito forti rapporti con Biden, il primo ministro indiano Narendra Modi e il primo ministro giapponese Fumio Kishida. L’Italia ha stabilito partenariati strategici con India e Giappone e ha recentemente ospitato la conferenza Vertice italo-africanoLa Meloni ha lanciato il suo ambizioso piano MATI per rafforzare la cooperazione economica con i paesi africani nell’affrontare le cause profonde della migrazione. La Meloni ha approfittato della presidenza italiana del G7 per tenere la settimana scorsa un incontro virtuale dei leader di Kiev in solidarietà con la causa della libertà ucraina. Il 24 febbraio, per celebrare il secondo anniversario della coraggiosa lotta dell’Ucraina contro l’invasione totale della Russia, ha parlato dall’aeroporto di Hostomel come “simbolo del fallimento della Russia” e “orgoglio dell’Ucraina”. Ha anche osservato che “gli ucraini hanno difeso ciò che amavano, e così facendo hanno difeso anche noi”. “Hanno lottato per darci l’opportunità di essere qui oggi, per dire che questa terra è un pezzo della nostra patria e che faremo la nostra parte per difenderla”.

READ  I clienti hanno chiesto molto. Sam's Italian Deli prevede la consegna attraverso la sua seconda sede di Fresno

Sotto la guida di Meloni, e di fronte all’opposizione interna, l’Italia ha rifiutato di rinnovare il suo memorandum d’intesa con la Belt and Road Initiative cinese. Oltre all’accordo con la Cina, Meloni ha dato priorità agli sforzi pionieristici italiani ed europei volti ad espandere la connettività e il commercio con l’India e la regione dell’Indo-Pacifico in tutta l’Asia occidentale. È altrettanto impegnato a rafforzare le relazioni economiche con le economie africane. L’Italia, in quanto membro di spicco della missione ASPEDS dell’Unione Europea, è stata in prima linea negli sforzi per proteggere le rotte marittime dagli attacchi Houthi nel Mar Rosso.

La leadership attiva della Meloni coincide con la necessità dell’Italia di intensificare gli sforzi per proteggere i propri interessi nazionali ed europei, mentre l’Europa è contemporaneamente impegnata in una guerra di terra sul fronte orientale con la Russia, affrontando le sue tese e deteriorate relazioni economiche con la Cina e sviluppando un vitale rapporto africano. strategia. Per fermare il flusso di migranti. Per affrontare tutte queste sfide, l’Italia deve essere il pilastro economico e militare dell’Europa meridionale nel Mediterraneo.

Asse mediterraneo

L’Italia deve trarre vantaggio dalla sua presidenza del G7 quest’anno per promuovere e tracciare una strategia credibile verso il suo riemergere come paese mediterraneo indispensabile nell’affrontare le sfide globali poste dalla Cina e dalla Russia reazionaria.

L’Italia, nel tentativo di riconquistare la propria supremazia nel Mediterraneo, deve fungere allo stesso tempo da ancoraggio stabile, testa di ponte entusiasta e posto di guardia umanitario. L’Italia deve svolgere un ruolo di primo piano nel rafforzamento economico e militare dell’Europa e del fronte orientale della NATO. L’industria italiana gioca un ruolo cruciale nel soddisfare la crescente domanda di armi per la difesa dell’Europa. Al di là dell’industria della difesa, l’Italia è ben posizionata per svolgere un ruolo cruciale nello sviluppo delle infrastrutture nord-sud che collegano il Mar Baltico e il Mar Nero al Mar Adriatico. L’industria italiana ha molto da guadagnare da questi due sviluppi.

READ  Jamie Oliver apre un nuovo ristorante

La gestione arbitraria e autoritaria dell’economia cinese da parte del Partito Comunista Cinese – e la sua influenza sull’economia globale – ha favorito catene di approvvigionamento globali diversificate e resilienti. L’imprevedibilità della Cina richiede un maggiore impegno commerciale tra Europa, India e la regione dell’Indo-Pacifico. In breve, richiede legami più stretti tra le economie libere e aperte e i paesi della regione indo-pacifica e le economie delle regioni mediterranee e atlantiche. L’Italia, data la sua geografia e storia, è nella posizione migliore per fungere da testa di ponte nel Mediterraneo per l’iniziativa europea Global Gateway in risposta all’iniziativa Belt and Road. L’aumento del flusso degli scambi e del commercio tra le regioni dell’Indo-Pacifico, del Mediterraneo e dell’Atlantico comporta due ulteriori vantaggi. Innanzitutto, rappresenta il più grande motore economico per promuovere la crescita e lo sviluppo nelle economie africane. In secondo luogo, costituirà un tempestivo motore di sviluppo delle comunità del Sud Italia. Il Summit africano recentemente tenuto dall'Italia integra e conferma il primo punto.

Direttore dei trasporti e della diplomazia

È tempo che il Mediterraneo e l’Italia accettino il ruolo dell’asse continentale che collega le economie e le società libere e aperte della regione indo-pacifica e della regione mediterraneo-atlantica. Il crescente riavvicinamento strategico tra Roma e Washington può fornire un tempestivo zavorra per il rafforzamento della NATO, la solidarietà transatlantica, la resilienza europea e l’impegno dell’Europa con la regione dell’Indo-Pacifico. Sotto l’energica guida di Meloni e con l’Italia che ospiterà il G7 entro la fine dell’anno, il palcoscenico è pronto per riaffermare l’Italia come attore geostrategico con il pieno sostegno degli Stati Uniti.


Kush Arha è presidente del Free and Open Indo-Pacific Forum e membro senior non residente presso l'Atlantic Council e il Krush Institute for Tech Diplomacy presso la Purdue University.

Paolo Mesa è un senior fellow non residente dell'Atlantic Council e uno dei fondatori formosa.

Lettura approfondita

Immagine: Cena per giornalisti stranieri con il Primo Ministro italiano Giorgia Meloni organizzata dall'Associazione della Stampa Estera presso l'Hotel Cavalieri Waldorf Astoria. Il premier Meloni è intervenuto a voce alta in un ironico riferimento alle elezioni in Sardegna. Roma (Italia), 27 febbraio 2024. (Foto di Grzegorz Galazka/Mondadori Portfolio/Ceiba USA)

READ  Preservare il patrimonio alla luce delle sfide dell’era moderna