Dicembre 1, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Due bambini su sei uccisi nell’esplosione di una mina antiuomo in Senegal | Senegal

Sei giovani sono stati uccisi quando il loro carro trainato da cavalli ha colpito una vecchia mina scoperta dalla pioggia nella regione di Casamance, nel sud del Senegal, secondo il sindaco locale.

Casamance è la patria di uno dei Il più antico conflitto in corso in AfricaSi ritiene che la miniera, che ha ucciso migliaia di persone dal 1982, sia un residuo di precedenti combattimenti.

Il sindaco di Yankuba Sagna ha detto sabato all’AFP che l’esplosione è esplosa venerdì pomeriggio nel villaggio di Kandiadio, vicino al confine con il Gambia.

“Un carro ha colpito una mina”, ha detto, riferendosi a un veicolo trainato da cavalli comunemente usato in Senegal.

Portava giovani uomini di ritorno dalla preghiera del venerdì. La mina esplosa non è stata piantata di recente. Le vecchie miniere sono ancora nei campi coltivati. Appare quando piove. Abbiamo sempre chiesto la rimozione delle mine dalla zona”.

Casamance è una delle regioni più umide del Senegal e si trova negli ultimi giorni della stagione delle piogge.

Il presidente Macky Sall ha espresso il suo rammarico e ha offerto le sue condoglianze alle famiglie delle vittime, in una dichiarazione pubblicata su Twitter.

Mohamed Mostafa Diani, portavoce del ministro dell’Istruzione, ha affermato che due delle vittime erano in età di scuola elementare.

I militari non hanno risposto alle richieste dell’AFP per un commento sabato.

Casamance, che ospita 1,9 milioni di persone, era tra le colonie portoghesi nell’ovest AfricaOltre a quella che oggi è conosciuta come Guinea-Bissau.

Ma l’area è ora all’interno dell’ex colonia francese del Senegal, sebbene fosse separata dalla maggior parte del paese dallo stato del Gambia.

Post Casamance ha alimentato le percezioni del governo sulla discriminazione nella lontana capitale Dakar e ha contribuito ad alimentare il movimento per l’indipendenza.

Nel dicembre 1982, i combattenti per l’indipendenza scesero in piazza dopo che le forze governative avevano represso una manifestazione.

Da allora il conflitto è continuato con scontri occasionali, mietendo migliaia di vittime e distruggendo l’economia.

Nonostante gli sforzi per sminare le mine che sono state sepolte sia dall’esercito che dai ribelli durante il conflitto, continuano a mietere vittime tra i civili.

La regione era tornata a una calma inquietante negli ultimi anni fino a quando l’esercito ha lanciato una nuova grande offensiva a gennaio, sostenendo di aver catturato basi ribelli nelle remote foreste del confine meridionale.

READ  La vittoria razziale di Naomi Osaka, la tuta da calcio femminile americana, i risultati del nuoto australiano