Luglio 13, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Documenti non sigillati mostrano che l’FBI ha trovato più di 11.000 documenti governativi in ​​Mar-a-Lago di Donald Trump

L’FBI ha recuperato più di 11.000 documenti e foto del governo durante la perquisizione dell’8 agosto nella proprietà dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump in Florida, oltre a 48 file vuoti classificati come “riservati”, secondo i documenti del tribunale che sono stati aperti.

La rivelazione del giudice distrettuale degli Stati Uniti Elaine Cannon a West Palm Beach è arrivata il giorno dopo aver ascoltato le argomentazioni orali dell’avvocato di Trump e dei due massimi procuratori generali del controspionaggio del Dipartimento di Giustizia sull’opportunità di nominare un maestro speciale per condurre una revisione in franchising dei materiali confiscati in La domanda del signor Trump.

Cannon ha immediatamente ritardato la decisione sulla nomina di un maestro speciale, ma ha detto che avrebbe accettato di aprire due documenti forniti dal Dipartimento di Giustizia.

L’ex procuratore degli Stati Uniti William Barr, nominato da Trump, ha messo in dubbio l’utilità di tale nomina.

“Penso che a questo punto, dal momento che (l’FBI) ha già visto i documenti, penso che sia una perdita di tempo”, ha detto Barr in un’intervista a Fox News.

Barr, che ha lasciato l’incarico alla fine di dicembre 2020, ha sfidato Trump non sostenendo le sue false affermazioni secondo cui le elezioni presidenziali di quell’anno gli erano state rubate.

Barr ha aggiunto nell’intervista che non vedeva una “legittima ragione” per Trump per avere documenti nella sua casa in Florida se fossero stati classificati.

READ  Gli alpinisti sull'Everest muoiono per la prima volta durante la stagione dell'arrampicata

“Francamente, sono scettico su questa affermazione (di Trump) che ho declassificato tutto”, ha detto.

“Perché onestamente penso che sia altamente improbabile e secondo, se si fosse messo in piedi in cima a una dozzina di casse senza sapere davvero cosa c’era dentro e avesse detto ‘Ho declassificato tutto qui’, sarebbe un abuso, mostrando una tale incoscienza quasi peggio di prendere documenti”.

Una pila di documenti, alcuni redatti in bianco, altri chiaramente contrassegnati
L’8 agosto l’FBI ha confiscato i documenti della proprietà dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump a Mar-a-Lago. (In dotazione: Ministero della Giustizia tramite AP)

Uno dei documenti rilasciati venerdì fornisce maggiori dettagli sulle 33 scatole e altri oggetti che l’FBI ha trovato all’interno della tenuta di Mar-a-Lago di Trump, come parte della sua indagine penale in corso per accertare se conservasse illegalmente informazioni La difesa nazionale ha cercato di ostacolare l’indagine .