Luglio 2, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Diario missionario: i ritmi della vita familiare in Italia

Richard Wilson ha servito per 29 anni come missionario con la Missione Cristiana Europea (ECM) in una chiesa locale in Italia. Di recente si è trasferito a Roveretto con la moglie Pinocchia ei loro quattro figli, dove aiutano a coltivare una piccola pianta di chiesa.

La vita familiare ha molto in comune con il mondo occidentale: Australia, Italia (dove vivo) e altrove. Uno degli elementi comuni è la corsa mattutina per portarli dove devono essere ogni giorno. Per noi, è lento, o molto morbido in alcuni giorni, svegliare i nostri due figli adolescenti in modo che possano prepararsi ad uscire dalla porta alle 7:14 per prendere l’autobus per le rispettive scuole superiori. Poi alle 7:15 è arrivato il momento di svegliare i nostri due bambini piccoli, fare colazione, fare la doccia e vestirsi, e poi camminare con loro alla scuola dei bambini alle 7:45. Mia moglie intanto sale in macchina alle 7.40 per andare all’asilo dove lavora, aiutandosi e preparandosi allo stesso tempo.

Quando torno a casa alle 8 devo ancora finire di prepararmi, riordinare la cucina disordinata e iniziare a lavare i panni. Ciò significa che sono finalmente in grado di sedermi alla mia scrivania e lavorare, ed è ora di rilassarmi un po’! Quindi di solito inizio a “scaldare” la giornata guardando alcuni siti di notizie o di intrattenimento.

Le riunioni in chiesa, di solito dopo cena, sono un momento per vedere e parlare con gli altri

Quando sono pronto per lavorare, comincio con una breve lettura della Bibbia e una preghiera. È facile per me lavorare la mattina senza pensare troppo a Dio, quindi cerco di sforzarmi di farlo. Il modo in cui lo faccio varia perché cambio costantemente i metodi per assicurarmi che non diventi un’abitudine. Durante questo tempo ho letto uno o due versi in greco, che mi aiutano a rallentare ea pensare a quello che sto leggendo. Se appropriato, lo uso come “versetto tematico” per il giorno, cercando di memorizzarlo durante il giorno, meditare e usarlo. Ho impostato un timer per 30 minuti, quindi ho dovuto fermarmi e pregare per quello che stavo facendo ogni mezz’ora.

READ  L'Italia infrange i falsi schemi di pass COVID dell'UE

In generale, c’è una cosa che devo fare che richiede un’attenzione costante senza interruzioni. Potrebbe essere preparare uno studio biblico, scrivere una newsletter o un altro articolo (come questo), partecipare a una riunione online o lavorare sui miei siti web. Altre volte cerco di dedicare le mie mattine a cose del genere, sapendo che non è possibile.

La mattina presto, comincio a pensare di preparare il pranzo per uno o quattro bambini a casa per pranzo quel giorno e di portare i più piccoli fuori da scuola due volte a settimana per pranzo. Naturalmente, questo significa che i miei pomeriggi saranno meno produttivi perché dovrò occuparmi anche dei bambini, anche se mia moglie di solito torna a casa nel pomeriggio, il che può sollevarmi da alcune responsabilità. Per questo motivo dopo pranzo lavoro su piccoli, facili compiti, aiutando nel tempo, giocando e parlando con i bambini. Ad esempio, il mio desiderio, non sempre realizzato, è quello di leggere un libro ogni giorno. Moduli per la stampa e la firma da scuola o altre attività, banche e bollette, ecc. – La “burocrazia familiare” dovrebbe essere sempre annotata.

Tuttavia, un giorno in cui non c’è niente di straordinario è molto… straordinario.

Dopo cena, di solito è il momento delle riunioni in chiesa, degli incontri con gli altri e dell’organizzazione di studi biblici, incontri di preghiera o altre attività. Questi sono stati ingranditi ancora di più da marzo 2020, anche se di recente è stato lanciato un incontro “ibrido”, con alcuni incontri che si svolgono nell’aula della chiesa e altri via Internet. Stare a casa è sicuramente molto comodo per tutti, e molti hanno la stessa opportunità, soprattutto per i bambini piccoli, quelli che abitano lontano e lavorano la sera, ma si perde la qualità delle relazioni. Tra i partecipanti.

READ  Serena Williams ha perso ancora una volta sulla terra battuta in Italia

L’ultima cosa che volevo fare quel giorno era sedermi con mia moglie e parlare per un po’, leggere la Bibbia e pregare. Tutte le cose importanti da fare, ma è difficile dedicare del tempo durante la giornata in cui mille voci gridano per attirare la nostra attenzione.

Naturalmente, questi sono tutti per un giorno senza eventi straordinari. Tuttavia, un giorno in cui non c’è niente di straordinario è molto… straordinario. I bambini o io potremmo avere appuntamenti medici, lunghe telefonate inaspettate o qualcosa che si rompe nell’appartamento o nella casa. In altre parole, la vita spesso segue ciò che vogliamo fare nel ministero. In un mondo in cui non abbiamo alcun controllo su ciò che accade, che siamo missionari o meno, tutto non accade come vorremmo, e fa parte del servizio a Dio. Ma il mondo glorifica Dio in tutto ciò che possiamo fare e accetta ciò che non possiamo fare.

Invia questa storia per e-mail

Perché non inviarlo a un amico?

Condividere