Maggio 19, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

DeLauro ed Elicker annunciano interventi federali per rafforzare le filiere

L’aumento dei finanziamenti USDA e lo US COMPETES Act rafforzeranno le catene di approvvigionamento e i sistemi alimentari statunitensi.


Sadie Bograd

28:43, 28 febbraio 2022

Reporter del personale


Sadie Bograd, giornalista del personale

Dopo quasi due anni di interruzioni della catena di approvvigionamento dovute alla pandemia, le nuove politiche federali potrebbero aiutare le aziende e i consumatori di New Haven ad accedere alle risorse di cui hanno bisogno.

La rappresentante Rosa DeLoro e il sindaco Justin Elicker celebrano l’America e la legge sulla concorrenza L’USDA ricostruisce meglio Iniziativa in conferenza stampa al ristorante italiano di Brazi lunedì mattina. Il COMPETES Act aumenta la spesa e le protezioni per la produzione statunitense con un’attenzione particolare alla produzione nazionale di semiconduttori. L’iniziativa Build Back Better dell’USDA, non correlata all’omonima iniziativa del presidente Joe Biden, investirà fino a 1 miliardo di dollari in infrastrutture alimentari, agricoltura locale e aiuti alimentari di emergenza.

“Entrambe le leggi sono progettate per rafforzare e proteggere le catene di approvvigionamento statunitensi”, ha affermato DeLauro in conferenza stampa.

Queste politiche si concentrano specificamente sulle imprese locali e regionali, secondo DeLauro ed Elicker. DeLauro ha affermato che l’iniziativa Build Back Better includerà una serie di sovvenzioni, prestiti e altri meccanismi di finanziamento per gli operatori più piccoli in modo che non solo le “grandi aziende agricole” ne traggano vantaggio. Ha aggiunto che COMPETES include disposizioni per impedire il trasferimento all’estero di capacità produttive critiche.

DeLauro ha affermato che gestire una piccola impresa, sebbene sia sempre una sfida, è stato più difficile durante la pandemia. Ha elencato una serie di difficoltà incontrate dagli imprenditori, tra cui “i lavoratori si sono ammalati e poi hanno perso la produzione, il trasporto ritardato, l’inventario perso e la domanda inaspettata”. Ha anche notato l’impatto che queste interruzioni della catena di approvvigionamento hanno avuto sui consumatori: scaffali vuoti nei generi alimentari e aumento dei prezzi in un momento in cui più famiglie vivono di stipendio in stipendio.

READ  Dentro Manifattura Tabacchi, uno dei più grandi progetti di ristrutturazione in Italia

Diversi proprietari di piccole imprese hanno confermato la descrizione di DeLauro delle difficoltà che hanno dovuto affrontare dal 2020. Sebbene la produzione di materie prime continui, le loro reti di distribuzione sono state interrotte dal COVID-19.

“Abbiamo un’abbondanza di forniture”, ha detto durante la conferenza stampa Guy Baluti, responsabile delle salsicce italiane di Lamberti. “Ma ottenerli per me e per tutti gli altri è stata la sfida.”

Lamberti ha spiegato che non sono solo gli input ovvi, come maiale e pollo, a essere difficili da trovare durante la pandemia. Guanti in nitrile, vassoi, involucri di plastica e altri materiali di imballaggio stanno diventando sempre più costosi. I camion refrigerati sono difficili da trovare; Meno persone scaricano camion e navi. Ha affermato che tutti questi costi aumentati portano a un aumento del prezzo finale per i clienti.

Anche le organizzazioni non profit che affrontano l’insicurezza alimentare hanno dovuto affrontare problemi della catena di approvvigionamento. Secondo il presidente Jason Jakubowski, Connecticut Foodshare, un’organizzazione senza scopo di lucro che fornisce cibo ai programmi di pasti di emergenza e alle dispense, ha ricevuto il 75% delle sue donazioni di cibo dai negozi di alimentari. All’inizio di marzo, quel numero si è ridotto a zero durante la notte.

“Hanno avuto abbastanza difficoltà a tenere il cibo sugli scaffali”, ha detto Jakubowski durante la conferenza. “Fino ad oggi, c’è una carenza di molti prodotti diversi. Quindi, con quel fondo che ci cade addosso, siamo finiti per uscire e comprare cibo”.

Sebbene l’organizzazione no profit abbia ricevuto più donazioni durante la pandemia, ha anche speso più che mai per mantenere le forniture dei suoi partner.

READ  I residenti della Florida sono ansiosi di viaggiare in Europa, ma i visitatori europei in Florida dovranno aspettare

Una migliore ricostruzione spenderà fino a 600 milioni di dollari sui programmi di aiuto alimentare di emergenza e sui banchi alimentari. Investirà inoltre nella produzione, trasformazione, distribuzione e marketing degli alimenti per prevenire futuri colli di bottiglia nell’approvvigionamento e problemi di trasporto.

Elicker ha affermato che questi investimenti non sono solo vantaggiosi per le piccole imprese, ma sono anche importanti per l’economia nazionale.

Questi programmi “si concentrano sull’investimento nelle piccole imprese, perché più le piccole imprese resilienti e resilienti hanno la formazione e la tecnologia di cui hanno bisogno, più resiliente sarà la nostra economia generale”, ha affermato Elicker. “Se dipendiamo da grandi conglomerati globali, siamo meno flessibili e meno qualificati”.

La legge COMPETES è stata approvata dal Senato e dalla Camera dei Rappresentanti in due diverse versioni e deve essere riconciliata prima di poter essere convertita in legge. DeLauro ha detto alla notizia che nelle prossime settimane saranno annunciate informazioni più specifiche sugli investimenti dell’USDA, ma non sa esattamente quanti soldi otterrà New Haven.

Il 17% degli adulti a New Haven ha utilizzato un banco alimentare da febbraio 2020, secondo Sondaggio sul benessere della comunità di DataHaven.


Sadie Bograd




Sadie Bograd copre il municipio. È anche una produttrice del podcast Full Disclosure. È una matricola al Kentucky State College del Davenport College e si sta laureando in studi urbani.