Giugno 17, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Cosa succede con … Telefónica, dibattito “Partecipazione equa”, Huawei in Germania, The Green Network

Cosa succede con … Telefónica, dibattito “Partecipazione equa”, Huawei in Germania, The Green Network

Nel rapporto sulle notizie di settore di oggi: Telefónica vanta una massiccia riduzione delle emissioni di anidride carbonica; I dirigenti di Meta hanno criticato le affermazioni di “equità equa” come “sciocchezze”. L’approvvigionamento di apparecchiature Huawei in Germania da parte di Deutsche Telekom è finito sotto i riflettori; E altro ancora!

Telefónica Affermazioni Ridurre le emissioni di CO2 delle sue operazioni (Scope 1 e 2) dell’80% dal 2015. La società di telecomunicazioni ha raggiunto questo obiettivo nel 2022, otto anni prima del previsto, introducendo “tecnologie più efficienti” e utilizzando solo energia rinnovabile nelle sue strutture in Europa , Brasile, Cile e Perù. L’azienda ha inoltre ridotto le proprie emissioni in tutte e tre le bande (con la fascia tre che copre le emissioni indirette prodotte all’interno della catena di fornitura) del 45% dal 2015. E sebbene il traffico gestito dalle sue reti sia aumentato di 7,4 volte da allora, il vettore afferma che ha ridotto il proprio consumo energetico del 7,2% attraverso l’implementazione di oltre cento progetti di efficienza e gestione energetica. Attualmente, circa l’82% del suo consumo globale di elettricità proviene da fonti rinnovabili con l’obiettivo di raggiungere il 100% entro il 2030. In termini di economia circolare, la società di telecomunicazioni ha riciclato quasi tutti i suoi rifiuti, circa il 98%, nel 2022. La sostenibilità di Telefónica l’aggiornamento arriva dopo pochi giorni tilia Ha rivelato di aver ottenuto una riduzione dell’85% delle emissioni dalle proprie operazioni – vedi Telia è orgogliosa di ridurre drasticamente la sua impronta di carbonio.

metaIl gigante della tecnologia, precedentemente noto come Facebook, ha pubblicato un post sul blog in cui critica le affermazioni delle società di telecomunicazioni europee secondo cui i giganti dello streaming e del cloud dovrebbero contribuire alle spese in conto capitale degli operatori di rete. Questo tema è oggetto di consultazioni della Commissione Europea, ed è stato il prof Grande punto di discussione Al recente evento MWC23 di Barcellona, ​​​​indicato come Discussione sulle azioni eque. Il blog si intitola “Proposte di commissioni di rete basate su false premesse” ed è scritto da “Le proposte di alcuni operatori di telecomunicazioni europei di addebitare tariffe di rete a Content Application Provider (CAP) come Meta non sono la risposta” alle sfide premessa errata perché non riconoscono il valore che la PAC crea per l’ecosistema digitale, né gli investimenti che facciamo nell’infrastruttura che lo supporta”, nota il duo. E aggiungono: “Sappiamo che alcuni operatori di telecomunicazioni europei hanno giustificato il loro canone di rete proposte speculando sui vincoli di capacità derivanti dall’adozione del metaverso, ma non ha senso. Lo sviluppo del metaverso non richiederà agli operatori di telecomunicazioni di aumentare le spese in conto capitale per investire di più nella rete. Hanno concluso: “Riconosciamo le sfide che alcuni operatori di telecomunicazioni europei stanno affrontando, ma addebitare tariffe di rete arbitrarie alle aziende che portano investimenti e innovazione nell’ecosistema digitale non è una soluzione sostenibile”. modo reale Puoi leggere il file Blog completo qui.

READ  Nicholas Latifi lascerà la Williams alla fine del 2022

Si dice che il ministro tedesco dell’Interno e della Società, Nancy Weser, speri di esaminare i legami tra il gigante delle telecomunicazioni Deutsche Telekom (DT) e il venditore cinese Huawei. Il quotidiano tedesco Handelsblatt ha citato Weisser dicendo che voleva valutare il rapporto tra le due società e che “non sembra buono”. Secondo il media, DT e Huawei hanno stipulato un accordo nel 2019 per garantire la fornitura continua di prodotti Huawei contenenti componenti statunitensi, nonostante le sanzioni imposte dal governo degli Stati Uniti all’epoca. Le osservazioni arrivano pochi mesi dopo il ministero dell’Economia del Paese Ho deciso di non emettere un divieto totale sull’utilizzo del kit prodotto da Huawei nelle reti tedesche e deciderà invece caso per caso. Leggi di più qui (In Germania).

Operatore di rete italiano fastwebposseduto da SwisscomÈ previsto un rimpasto di governo ai massimi livelli, con l’attuale amministratore delegato Alberto Calcagno che lascerà alla fine di settembre dopo un mandato di 23 anni in azienda. Senza rivelare i motivi specifici del trasferimento, Calcagno ha osservato che era “il momento giusto per me per affrontare nuove sfide” dopo “un periodo incredibilmente emozionante in una delle aziende più straordinarie d’Italia”. Durante il suo mandato come Presidente di Fastweb, la società afferma di aver raggiunto “una crescita costante per 38 trimestri consecutivi”, con l’espansione della sua rete in fibra ottica e la crescita delle soluzioni per i clienti business come alcuni dei punti salienti. A partire dal 1° ottobre, Fastweb sarà gestita da Walter Renna, attualmente President of Product Design and Delivery dell’azienda, responsabile del marketing, della comunicazione, dello sviluppo del prodotto e dell’IT. “Sono molto soddisfatto della sfida e farò tutto ciò che è in mio potere per continuare la nostra storia di crescita con il team dirigenziale e tutti i colleghi”, ha detto della sua nomina. Vedi altro.

READ  Meloni critica l'iniziativa cinese Belt and Road – EURACTIV.com

Specialista di Content Delivery Network (CDN). Qwilt Ha ottenuto un’altra relazione di comunicazione ancorata, questa volta con Telefónica. Il colosso spagnolo integrerà la tecnologia di Qwilt nella Telefónica Content Distribution Network (TCDN) già utilizzata per offrire i servizi Movistar Plus+ ai clienti di telecomunicazioni e la collegherà alla rete internazionale esistente di server di distribuzione dei contenuti di Qwilt. “Questa nuova integrazione si basa su API aperte e sullo scambio di contenuti tra i due CDN, consentendo al traffico Qwilt di essere consegnato ai clienti con accesso a una connessione Telefónica, raggiungendo un obiettivo comune: migliorare l’esperienza dell’utente finale”, ha osservato Telefónica in una nota . Questo annuncio. Altri operatori che utilizzano la tecnologia Qwilt includono BT nel Regno Unito e Bharti Airtel in India – essere visto Rich Cache: perché i gestori inseriscono Qwilt nelle loro reti.

Vodafone Sta partecipando a un programma pilota nel Regno Unito per creare un prototipo di “ambulanza digitale del futuro sempre connessa e basata su cloud”. La società di telecomunicazioni sta partecipando a un’iniziativa di ricerca e sviluppo da 5,7 milioni di euro chiamata Hybrid Connex, che ha co-fondato Agenzia spaziale europea (ESA) f Agenzia Spaziale Britannica (UKSA) e inizierà il suo primo processo nel trust NHS del servizio di ambulanza dell’Inghilterra orientale. Il test si concentrerà sulla creazione di una “soluzione di connettività flessibile che combini connessioni 4G, 5G e satellitari” per mantenere il personale dell’ambulanza sempre connesso (con la connettività 5G impostata come connessione principale e 4G e satellite come opzioni di backup). Il progetto pilota includerà sei ambulanze e sarà operativo tra agosto e ottobre 2023. In caso di successo, la tecnologia sarà offerta come servizio ai fondi delle ambulanze. Scopri di più.

READ  La ricetta del risotto dei migliori chef italiani - Business Daily

società di investimento francese ardiano Sta studiando un’offerta di acquisto per una società di torri italiana INWITche ha un valore di mercato di 11 miliardi di euro, Secondo Reuters. Secondo quanto riferito, i colloqui sono nelle prime fasi con l’investitore che lavora con i consulenti a JPMorgan Chase & Co Su una possibile offerta in vista della privatizzazione di INWIT. Ardian è il secondo maggiore azionista di Al Abraaj, con una quota di circa il 30%. Torri di vantaggio Detiene la quota maggiore al 33%, il che potrebbe essere visto come un ostacolo a una potenziale acquisizione, poiché si dice che Ardian si consideri un “proprietario a lungo termine” di INWIT, secondo l’agenzia di stampa. INWIT è diventata la più grande azienda di torri in Italia nel 2020 dopo fusione Unità torre Telecom Italia e asset torre Vodafone Italia.

Operatore nazionale olandese KPN Un nuovo servizio, Drone Connect, è stato mostrato durante l’Amsterdam Drone Week 2023 (21-23 marzo). Secondo KPN, i droni possono essere collegati alla rete di comunicazione 5G e quindi seguire un percorso di volo sicuro e predeterminato, il tutto mentre vengono tracciati e monitorati tramite la rete mobile. E grazie alla funzione di “priorità dell’applicazione”, ai droni può essere data “priorità sulla rete in modo da garantire il controllo radio, il posizionamento, la comunicazione e lo scambio di dati”, ha osservato KPN in una nota. Questo annuncio (in olandese).

– Personale TelecomTV