Maggio 23, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Cosa c’è dietro l’accettazione da parte della Corea del Nord dell’epidemia di COVID-19?

La Corea del Nord ha passato due anni e mezzo a rifiutare offerte esterne di vaccini e ha costantemente affermato che il suo sistema socialista superiore stava proteggendo i suoi 26 milioni di persone da un “virus virulento” che ha ucciso milioni di persone in tutto il mondo.

Quindi l’improvviso riconoscimento di questa settimana dei casi locali di COVID-19 ha lasciato molti estranei a chiedersi quanto siano davvero brutte le cose.

Cresce la preoccupazione che possa causare una grave crisi umanitaria in un paese con una delle peggiori infrastrutture mediche pubbliche al mondo.

Dal momento che la Corea del Nord è stata chiusa ermeticamente dall’inizio del 2020, senza la presenza di giornalisti regolari, operatori umanitari o diplomatici, leggere la situazione è un gioco di indovinelli.

Il nord è stato ambiguo nella sua descrizione per dichiarare ai media la diffusione della febbre.

Ma ci sono alcuni fatti preoccupanti: nessun vaccino segnalato, capacità di test molto limitata, un sistema medico orribile e povertà diffusa.

Spazio per riprodurre o mettere in pausa, M per disattivare l’audio, Frecce destra e sinistra per cercare, Frecce su e giù per il volume.

Riproduci video.  Durata: 1 minuto e 10 secondi

La Corea del Nord riconosce la difficoltà di contenere l’epidemia di COVID-19.

Senza l’invio immediato di aiuti esteri, affermano alcuni esperti, la Corea del Nord potrebbe affrontare enormi tassi di morte e feriti.

Tuttavia, altri affermano che la Corea del Nord sta usando la sua accettazione dell’epidemia per mobilitare il pubblico contro il virus e consolidare il proprio controllo sulla propria popolazione.

Ecco uno sguardo a come potrebbe essere il blocco in uno dei paesi più chiusi del mondo.

Cosa si sa dell’epidemia?

Giovedì, la Corea del Nord ha annunciato che un numero imprecisato di persone a Pyongyang era stato infettato dalla formula dell’omicron. Ha descritto l’epidemia come “l’emergenza più grave nello stato”.

Persone che guardano uno schermo televisivo che mostra il leader nordcoreano Kim Jong Un
Il regime di Kim Jong Un ha sempre mantenuto il suo regime comunista per proteggere i nordcoreani dal virus.(AFP: Ahn Young Joon)

Tuttavia, non era chiaro sull’entità e i media nordcoreani usavano un linguaggio vago.

I resoconti ufficiali dei media hanno affermato venerdì che la “febbre” si è diffusa “in modo esplosivo” dalla fine di aprile, uccidendo sei persone, facendo ammalare 350.000 persone e mettendo in quarantena 187.800 casi.

Dissero che a uno dei morti era stata diagnosticata la variante Omicron.

Poi sabato, la Corea del Nord ha riportato 21 nuovi decessi e altri 174.440 con sintomi di febbre.

A partire da domenica, la Corea del Nord ha riportato un totale di 42 morti e 820.620 casi sospetti, con 324.550 persone sotto assistenza medica.

È probabile che la maggior parte di coloro che hanno la febbre siano malati di virus, ha affermato Kim Sein-joon, professore al Korea University College of Medicine di Seoul. Ha detto che la Corea del Nord ha un numero limitato di kit di test COVID-19.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che la Corea del Nord ha riportato test su 64.200 persone dall’inizio dell’epidemia, un numero molto basso rispetto ad altri paesi. Il numero di test COVID-19 in Corea del Sud è di circa 172 milioni.

Lo scoppio della Corea del Nord potrebbe essere collegato a una massiccia parata militare il 25 aprile, in cui il leader Kim Jong Un ha parlato delle sue armi nucleari di fronte a decine di migliaia di residenti e forze armate di Pyongyang.

Il leader nordcoreano Kim Jong Un saluta i soldati durante una parata militare
Kim Jong Un ha ordinato ai funzionari di portare avanti i progetti statali, compresi i lanci di missili.(Reuters: Agenzia di stampa centrale)

Il virus Omicron potrebbe essere entrato in Corea del Nord attraverso il confine settentrionale con la Cina quando a gennaio ha riaperto il traffico ferroviario merci tra i due paesi.

Da allora i confini sono stati chiusi.

Quali sono le sfide?

L’epidemia potrebbe essere devastante perché il popolo della Corea del Nord rimane in gran parte non vaccinato e soffre di carenza cronica di medicinali e attrezzature mediche.

“La Corea del Nord ha molte persone deboli che non hanno un sistema immunitario forte. Il suo tasso di vaccinazione ufficiale è zero e non ha pillole per il trattamento del COVID-19”, ha detto il professor Kim.

Ha aggiunto che “la Corea del Nord potrebbe finire con i peggiori tassi di mortalità ed epidemie al mondo rispetto alle dimensioni della sua popolazione” senza supporto esterno.

Un lavoratore che indossa una maschera facciale pulisce un piano di lavoro in un negozio di alimentari
La Corea del Nord ha trascorso gran parte della pandemia rifiutando le offerte straniere di vaccini.(AP: Cha Seung Ho / File)

In molti paesi sviluppati, Omicron ha provocato un numero significativamente inferiore di ricoveri e decessi rispetto alle precedenti varianti di coronavirus.

Ma ciò è dovuto principalmente ai vaccini, all’uso di pillole antivirali COVID-19, al trattamento efficace nelle unità di terapia intensiva e alle popolazioni che sono state precedentemente esposte al virus.

READ  Come le parole non scritte del presidente degli Stati Uniti Joe Biden possono influenzare il presidente russo Vladimir Putin e la guerra in Ucraina