Aprile 18, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Come una soluzione a base di funghi può disintossicare i rifiuti di costruzione

Come una soluzione a base di funghi può disintossicare i rifiuti di costruzione

La questione di come gestire i rifiuti dei settori delle costruzioni e delle demolizioni è stato un problema perenne nei circoli della sostenibilità.

Solo negli Stati Uniti, i settori generano 660 milioni di tonnellate di rifiuti all’anno, più del doppio della quantità di rifiuti solidi urbani prodotti annualmente.

Con le discariche all’85% della capacità e la costruzione globale in aumento, la necessità di trovare una soluzione che non comporti la combustione dei rifiuti o l’esportazione in un’altra parte del mondo non è mai stata così grande.

Una possibile soluzione potrebbe essere più vicina a casa di quanto si pensi, perché si presenta sotto forma di funghi che sono stati letteralmente addestrati a mangiare i rifiuti del settore dell’ambiente edificato.

Ispirata dalla natura, la startup biotecnologica Mycocycle ha sviluppato proprio questo processo.

Il suo CEO e fondatore, Joanne Rodriguez, ha affermato che la struttura della radice del micelio del fungo può aiutare ad abbattere e disintossicare molti materiali da costruzione dai rifiuti.

Questi materiali includono scandole di asfalto, pannelli isolanti, gomma briciola, cartongesso, fibra e altri materiali da costruzione difficili da riciclare.

Ha aggiunto che la ragione di ciò è che tutti questi materiali contengono sostanze chimiche derivate dal petrolio come idrocarburi pesanti o plastificanti.

Rodriguez ha affermato in un’intervista che il processo sviluppato dalla sua azienda può ridurre la tossicità di questi materiali fino al 98%, trasformandoli in nuovi materiali compositi, che possono essere utilizzati in prodotti come isolamento, piastrelle acustiche e pavimenti.

Potrebbe anche aiutare il settore delle costruzioni a passare a una base più circolare, ha aggiunto, deviando i rifiuti dalla discarica o dall’incenerimento.

L’approccio in attesa di brevetto di Mycocycle richiede circa due settimane per ridurre le tossine e creare materia prima da raccogliere.

Il processo in tre fasi inizia con la miscelazione di funghi cresciuti in laboratorio con terra di scarto, consentendo loro di incubare e crescere nel corso di 7-14 giorni.

“C’è un’enorme opportunità per mettere a frutto questi materiali e creare valore dai rifiuti”, ha detto Rodriguez a Forbes.

Ha aggiunto che l’obiettivo della sua azienda entro i prossimi cinque anni è essere in grado di trattare 1,5 milioni di tonnellate di rifiuti ogni anno e “non mancano i materiali che lavoriamo”.

Ha affermato che ogni anno negli Stati Uniti vengono prodotti più di 13 milioni di tonnellate di rifiuti di cartongesso, insieme a 12 milioni di tonnellate di rifiuti di scandole di asfalto.

La startup biotecnologica ha annunciato oggi (9 maggio) di aver raccolto un totale di $ 2,2 milioni in finanziamenti iniziali, portando i fondi totali raccolti a $ 3,7 milioni.

Guidato da Anthropocene Ventures, il seed round include anche investimenti da TELUS Pollinator Fund for Good, Alumni Ventures e Telescopic Ventures, tra gli altri. La nuova capitale consente a Mycocycle di allestire un prototipo di impianto pilota e di ampliare il proprio team.

“Siamo pronti a sfruttare i funghi, i riciclatori del pianeta, nei settori dei rifiuti e dei materiali da costruzione del paese per ridurre le emissioni in due delle industrie più inquinanti del mondo e trasformare i rifiuti in risorse”, ha affermato Rodriguez.

Ha aggiunto che dal suo lancio, Mycocycle ha elaborato 12.000 libbre di materiali tramite piloti pagati, nonché con proprietari di edifici e appaltatori come META e Lendlease che si concentrano sulla riduzione delle emissioni di Scope 3 e sulle innovazioni nei loro settori.

Nel 2022, Mycocycle è stato un partecipante all’acceleratore “The Circulars” del World Economic Forum / Accenture come uno dei 17 destinatari in tutto il mondo di una borsa di studio retribuita di due anni attraverso l’Argonne National Labs Chain Reaction Entrepreneurship Innovations Program.

Attraverso questo programma, Mycocycle svilupperà soluzioni di lavorazione su larga scala per la gomma di scarto.

In una dichiarazione, Matt McGraw, socio accomandatario di Anthropocene Ventures, ha dichiarato di essere orgoglioso di supportare il viaggio di Mycocycle mentre l’azienda affronta un’enorme opportunità di decarbonizzazione e circolarità.

Seguimi Cinguettio O linkedin. pagando Alcuni dei miei altri lavori Qui.

READ  Fallout London è così impressionante che Bethesda sta assumendo parte della loro squadra