Giugno 17, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Col tempo, i paesi occidentali hanno imposto nuove sanzioni alla Russia nell’anniversario della guerra: POLITICO

Col tempo, i paesi occidentali hanno imposto nuove sanzioni alla Russia nell’anniversario della guerra: POLITICO

BRUXELLES (Reuters) – Venerdì le nazioni occidentali hanno imposto un tempestivo nuovo round di sanzioni alla Russia nel tentativo di presentare un fronte unito mentre il mondo celebrava il primo anniversario dell’invasione dell’Ucraina da parte di Vladimir Putin.

In segno di solidarietà con Kiev, venerdì sia gli Stati Uniti che il Regno Unito hanno imposto sanzioni. Venerdì sera, l’Unione Europea ha rispettato l’impegno di imporre nuove sanzioni a Mosca entro l’anniversario dell’invasione – solo – dopo che uno scontro tra Polonia e Italia ha bloccato il processo per diversi giorni.

Nel bel mezzo di intensi scambi commerciali che sono continuati fino a quando i diplomatici dell’UE non si sono incontrati a Bruxelles, è riuscito solo a concordare un pacchetto annacquato. Un ultimo punto controverso era se le restrizioni proposte sulle importazioni di gomma sintetica russa avrebbero avuto un impatto apprezzabile sulle forniture e le battaglie si sono trascinate così a lungo che le restrizioni sono state infine abbandonate.

Nel frattempo, il G7, in una riunione nella capitale estone Tallinn, ha annunciato che istituirà un meccanismo per coordinare l’applicazione delle sanzioni e si è impegnato a intensificare le sanzioni, ad esempio vietando più prodotti che potrebbero essere utilizzati dall’esercito russo e inasprendo il frega le istituzioni finanziarie.

“Rimaniamo impegnati a presentare un fronte unito imponendo nuove misure economiche coordinate contro la Russia nei prossimi giorni e settimane”, hanno dichiarato i leader del G7 in una nota.

I pacchetti di sanzioni emersi venerdì sono stati frettolosi e si sono accumulati, e più notevoli per ciò che mancava di qualsiasi misura che avrebbe effettivamente aumentato il prezzo che Putin doveva pagare per la sua guerra di aggressione all’Ucraina, che ha causato più di 20.000 vittime civili. Altri 8 milioni furono costretti a fuggire.

READ  Più di 20 delegazioni straniere parteciperanno alla fiera Innoprom a Ekaterinburg, Russia - Business and Economy

Il Regno Unito ha imposto ulteriori restrizioni commerciali. Allo stesso modo, gli Stati Uniti Annunciare nuove definizioni e restrizioni commerciali, come ha fatto l’Unione Europea.

Londra ha imposto sanzioni ai massimi dirigenti della società statale di energia nucleare russa Rosatom, mentre Washington ha elencato tre società che producono armi nucleari e tre sussidiarie di Rosatom.

dipendenza nucleare

Ma l’ambizione dell’UE di sanzionare il settore nucleare della Russia – o anche il suo personale – è caduta nel dimenticatoio. Gli stati membri orientali intransigenti, guidati dalla Polonia e dai tre stati baltici, stanno cercando aggressivamente di includere misure contro la compagnia di energia nucleare civile dello stato Rosatom.

Tuttavia, l’Ungheria, che fa affidamento sulla Russia per gestire le sue centrali nucleari, è stata in prima linea nell’opporsi alle sanzioni sul settore nucleare. Poiché le sanzioni richiedono l’unanimità, i paesi dell’UE hanno scelto di saltare l’argomento in questo decimo pacchetto di sanzioni.

Anche gli alleati occidentali non sono riusciti a vietare l’importazione di diamanti russi, cosa che diversi paesi stanno spingendo da mesi. Invece, i leader del Gruppo dei Sette principali nazioni industrializzate si sono impegnati a “lavorare collettivamente su più misure relative ai diamanti russi, compresi i diamanti grezzi e lavorati”.

La lettera Z, un’insegna tattica delle forze russe in Ucraina, appare su un carro armato russo catturato per essere riparato nell’officina della brigata nella regione di Kharkiv il 20 febbraio 2023 | Yasuyoshi Chiba/AFP tramite Getty Images

E secondo i diplomatici dell’UE che hanno familiarità con i colloqui, l’appello dell’UE a prendere di mira l’entourage imprenditoriale che tiene a galla l’economia russa – e la macchina da guerra di Putin in funzione – ha finito per chiamare.

Per riuscire a siglare un accordo in tempo per l’anniversario, è stato deciso che questi temi sarebbero stati discussi nel prossimo pacchetto di sanzioni Ue, secondo un funzionario vicino ai negoziati, così come la proposta di multare le aziende per non aver fare così. Reporting sui beni russi.

READ  Sostenibilità e tecnologia “Made in Italy” guidano il successo del servizio colore

È stata una forzatura

Alla fine, è stato un prodotto ancora più opaco a far deragliare l’affare e ad aumentare il dramma nei corridoi dell’UE: la gomma sintetica.

L’Italia e la Polonia sono arrivate subito dopo, con la Polonia che ha sostenuto che i contingenti proposti sulle importazioni di gomma sintetica erano troppo alti e l’Italia che ha affermato il contrario. Due diplomatici dell’UE hanno affermato che anche la Germania inizialmente si era opposta alle quote, ma era disposta ad accettarle purché ci fosse un periodo di transizione sufficiente.

Il pacchetto di sanzioni include ulteriori restrizioni commerciali alla Russia, rimuovendo altre tre banche dal sistema bancario di messaggistica SWIFT e imponendo sanzioni ad altre 100 persone. Il pacco deve ora essere confermato per iscritto entro sabato mattina.

Entrambe le parti sono state accusate di avere in mente le proprie industrie durante i negoziati – la Polonia con il produttore di elastomeri Synthos e l’Italia con il produttore di pneumatici Pirelli – accuse che entrambi i paesi hanno negato. La gomma sintetica è ricavata da sottoprodotti del petrolio e viene utilizzata in pneumatici, frizioni, cinghie di trasmissione industriali e mute da sub.

Alla fine l’Italia ha vinto e la quota di gomma sintetica è rimasta al livello proposto dalla Commissione Europea.

“Non siamo riusciti a trovare punti in comune con gli italiani e alcuni tedeschi. Siamo molto dispiaciuti di questo”, ha detto a Politico l’ambasciatore della Polonia presso l’Unione europea, Andrzej Sadoye. “Ma non vogliamo vietare l’intero pacchetto a causa di questa gomma sintetica.

Per conquistare la Polonia, la commissione ha accettato di istituire un meccanismo per monitorare e riferire mensilmente sull’afflusso di gomma sintetica dalla Russia, ha affermato Sadoch. Se riscontra irregolarità, può porre in essere misure restrittive. La commissione ha anche promesso di creare nuove basi legali per punire individui o entità che partecipano alla deportazione illegale di bambini ucraini, ha detto Sadoy.

READ  Speranza di vita in Italia ridotta di 1,2 anni rispetto al Covid - Manila Bulletin

Segnalazione aggiuntiva di Jacopo Paregazzi.