Maggio 20, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Classica recensione di Chicago »» I direttori di Newberry Consort firmano un magico e gioioso addio

Classica recensione di Chicago »» I direttori di Newberry Consort firmano un magico e gioioso addio
Elaine Hargis e colleghi al “Four Queens and a Joker” di Newberry Consort, presentato domenica a Evanston. Foto: Chris Stavro

Non è stato sempre divertente e divertente per i Newberry Consort negli ultimi 35 anni, poiché la band leader di Chicago per esibizioni storicamente informate ha affrontato varie crisi per creare un seguito locale di musica antica.

Ma “The Newbs” non solo è sopravvissuto, ma ha prosperato. E con i membri di lunga data David Douglas e sua moglie, Eileen Hargis, che li hanno guidati in avanti e indiscutibilmente ai vertici come CTO negli ultimi 15 anni, rimane un modello per ogni altro gruppo di specialità del suo genere.

Dopo l’oscurità e il destino del Covid che ha chiuso tutta la musica classica locale dal vivo negli ultimi due anni e mezzo, tutti erano dell’umore giusto per qualcosa di leggero, persino schiumoso. Tale era il gioioso intrattenimento tra amici che brindavano al ritiro di Douglas e Hargis, una domenica pomeriggio alla Galvin Recital Hall della Northwestern a Evanston.

Il finale di stagione di Consort – un programma di esplorazioni vocali e strumentali del barocco italiano straordinariamente selezionate e accuratamente curate, intitolato “Four Queens and the Joker” – era tipico di ciò che il pubblico di Newberry Consort si aspetterebbe dalla supervisione artistica pratica della coppia.

Il titolo si riferiva alla cantata da camera comica dell’autore barocco italiano Antonio Caldara Il Giuco del Quadriglio (Il gioco della quadriglia), su quattro amiche rivali che si godono una serata ricca di carte e cocktail.

17 aggiuntiviy Lo spirito dei giochi centenari all’italiana è venuto per gentile concessione dei piccoli fumetti di Virgilio Matzucci La Civita (La civetta), anche per quattro soprani con un’orchestra che fa da passo continuo.

READ  Per amore di Lanza: il concerto celebrerà la vita e la musica del mitico tenore

Non c’è niente di più approfondito qui, ma con performance eleganti ravvivate da un’abile recitazione teatrale e da una coreografia aggraziata della regista e coreografa Marie-Natalie Lacourceres (che indossa il costume da clown del Joker nei due minigiochi), le cose sono andate bene.

I giochi di carte erano una grande moda nelle corti reali e nelle famiglie benestanti di 18 anniy Il secolo d’Europa. Caldara è ugualmente riconosciuto con le sue affascinanti canzoni – in effetti più dell’opera da camera o Serenata Teatrale Uno degli intrattenimenti popolari alla corte di Vienna dove ha lavorato. 1734 Gioco del quartetto Infatti è stato scritto per celebrare il compleanno dell’arciduchessa Maria Teresa.

Disco per archi e continuità, con ruoli obbligati per violino, flauto dolce e un paio di strumenti musicali barocchi, fornisce a ciascuno dei giocatori di carte le proprie note. La spaventosa amarezza di uno dei personaggi, Otavia, contrasta con il perfetto divertimento delle sue amiche da cocktail. In definitiva, il nome del gioco è supremazia solista, e c’è un quartetto a lieto fine in cui “Madame Morality” è lasciata a crogiolarsi nelle sue riflessioni.

Sono stati i soprani allegri di Lucia Mier y Teran Romero, come la pedante Camilla (una delle sue frasi si traduce come “sceglierò per me il frutto più delicato”) ad essere particolarmente vittoriosi. Ma tutte e quattro le donne (Allison Selby Cook, Salome Sandoval e Hargis hanno interpretato gli altri personaggi) hanno cantato bene. Oltre a esibirsi ballerino elegante e Commedia DellarteLa Corsères, la direttrice teatrale della modella, ha inviato deliziosamente il suo flauto dolce soprano. L’aggiunta del suo Joker al mazzo (il personaggio era un’invenzione di Hargis, non di Caldara) è stato un tocco ispirato al teatro antico e moderno.

READ  Un grosso problema con la visita di Meghan Markle e del principe Harry a New York

Civita era un popolare gioco da tavolo in quel periodo, una specie di 17 giochiy A Blind Man’s Trick of the Century: Matzuchi lo ha reso musicale come un mix comico tra le opere delle sue opere in cinque atti San Bonifacio. La musica ha il suo fascino modesto ma è presente solo in un’unica fonte, mentre il ripristino delle parti mancanti del testo e la correzione di molti errori nella partitura richiede l’aiuto dello studioso italiano Aldo Roma. Hargis e Douglas personificarono i canti con estratti strumentali tratti dall’opera Mazzuchi di San Bonifacio.

Lo spettacolo di domenica ha visto la partecipazione di quattro cantanti vivaci, ognuna vestita con un abito alla moda, che si sono riunite in un casino di caccia, apparentemente per cacciare uccelli ma in realtà per competere nell’omonimo gioco da tavolo. Perché Civita Significa anche “civetta” in italiano, c’era una discreta quantità di prese in giro, litigi e risate prima che il pezzo facesse il suo breve corso.

Hargis e i suoi amici sembrano apprezzare molto la musica, poiché i suoni si intrecciano magnificamente ai ritmi di danza degli accordi e della continuità di accompagnamento. Lo spettacolo deliberatamente sciocco includeva gergo gergale (“Bad me!” gridò una donna), il disinfettante per le mani che passava e cantanti che masticavano monete di cioccolato mentre uscivano. Lacoursieres ha quasi rubato la scena impersonando un cuculo ballerina e una gallina.

I pezzi vocali avevano una deliziosa combinazione di archi Sinfonia. E altri pezzi utili.

Douglas e i suoi colleghi strumentisti hanno fortemente approvato la loro fine del procedimento con una suite di Marco Uchilinez Sinfoni Buscarisi (Sinfonie del bosco), Sonata per mandolino di Giovanni Battista Sammartini e Caldara 1699 Chiacona.

Hargis, nella sua nota informativa sul programma, ha definito Uccellini “eccentrico” e questa è stata una descrizione appropriata dei suoi frammenti e continuità sorprendenti e lungimiranti, che sono stati una performance aggraziata.

READ  Dante e Beatrice: una storia d'amore eterna

È stato anche bello ascoltare la sonata magistralmente resa sul mandolino barocco raramente ascoltato da Daniel Swinberg, che era accompagnato da Brandon Aker a Theorbo. Complimenti anche ai colleghi Alison Munro, Guillermo Salas-Suarez e Douglas, violini; Jeremy David Ward, violoncello; e Charles Metz, clavicembalista. La scenografia di Sean Keener ha chiarito le azioni musicali con proiezioni rilevanti di opere d’arte d’epoca.

Elaine Hargis e David Douglas hanno fatto una standing ovation al loro recente concerto come co-art director di Newberry Consort. Foto: Chris Stavro

I meravigliosi cantanti, strumentisti e coreografi sono stati accolti da un fragoroso applauso alla fine. Gli applausi più forti sono stati ovviamente dedicati ai registi uscenti, che hanno sorriso, abbracciato e baciato mazzi di fiori dal pubblico, che a loro volta hanno trasmesso ai colleghi musicisti, simbolo del rispetto reciproco che hanno sempre coltivato tra i colleghi.

È una buona notizia che Douglas e Hargis torneranno a Consort come consulenti senior a partire dalla prossima stagione, dove saranno succeduti alla sedia di regista dalla storica suonatrice d’ottone e ricercatrice Lisa Malamute.

Partecipa alle offerte


lascia un commento