Giugno 19, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Chiede la riforma dell’Unione europea dopo l’arresto di cinque persone in un’indagine sulla corruzione in Qatar | Unione europea

Chiede la riforma dell’Unione europea dopo l’arresto di cinque persone in un’indagine sulla corruzione in Qatar |  Unione europea

L’arresto del vicepresidente del Parlamento europeo e di altri quattro in relazione a un’indagine sulla corruzione che coinvolge il Qatar che ospita i Mondiali ha scatenato sabato la richiesta di una “riforma radicale” nell’istituzione dell’Unione europea.

“Questo non è un incidente isolato”, ha affermato l’organizzazione anticorruzione Transparency International.

“Per molti decenni, il parlamento ha permesso lo sviluppo di una cultura dell’impunità, con un misto di regole e controlli finanziari permissivi e una completa mancanza di controllo morale indipendente (o addirittura qualsiasi)”, ha affermato Michel van Hulten, il suo direttore.

Il gruppo dei Verdi al Parlamento europeo ha chiesto un’indagine completa sulle accuse di corruzione da parte del Qatar.

“Non accetteremo affari come al solito…”, ha postato il gruppo su Twitter. Dobbiamo rafforzare le nostre basi affinché ciò non accada di nuovo.

Van Hulten ha affermato che il Parlamento europeo “è diventato una legge a sé stante”. “È ora di sistemare radici e rami.”

“Lo scandalo apre molti vasi di Pandora tutti in una volta”, ha detto Alberto Alemanno, professore di giurisprudenza con sede in Belgio, compreso il “sistema etico imperfetto dell’UE per i deputati europei” e “l’entità dell’influenza straniera sull’UE”.

La polizia ha arrestato venerdì la deputata socialista greca Eva Kaili, poche ore dopo che altri quattro erano stati arrestati per essere interrogati.

Una fonte vicina al caso ha detto ad AFP che almeno tre erano cittadini italiani o provenienti dall’Italia.

La fonte ha detto che Cayley, 44 anni, è il partner di Francesco Giorgi, uno dei quattro, che è un assistente parlamentare nel gruppo dei Socialisti e Democratici del Parlamento europeo.

READ  L'Italia sta cercando di potenziare il proprio programma di loyalty equity per aiutare la Borsa di Milano

È stato anche riferito che l’ex deputato italiano Pier Antonio Panzieri, socialista in Parlamento tra il 2004 e il 2019, è stato arrestato.

Un portavoce dell’ufficio del procuratore federale belga ha detto che i cinque sono stati ancora interrogati sabato, aggiungendo che l’indagine era collegata a “corruzione” e “riciclaggio di denaro”.

A Roma una fonte governativa ha confermato all’AFP che la moglie e la figlia di Banzi erano state arrestate.

Gli arresti hanno fatto seguito a raid a Bruxelles che secondo i pubblici ministeri belgi hanno raccolto 600.000 euro ($ 630.000) in contanti. La polizia ha anche sequestrato computer e cellulari.

Il quotidiano belga L’Echo ha riferito sabato che “diverse borse piene di denaro” sono state trovate a casa di Kylie a Bruxelles.

Sebbene i pubblici ministeri non abbiano menzionato il nome del paese sotto inchiesta, una fonte legale vicina al caso ha confermato alla stampa belga AFP che si trattava dello stato del Qatar.

I pubblici ministeri hanno affermato solo che il paese in questione è sospettato di influenzare le decisioni del Parlamento europeo attraverso pagamenti in contanti o regali a dignitari.

Kylie, ex conduttrice televisiva e uno dei 14 vicepresidenti del Parlamento europeo, a novembre, poco prima dei Mondiali, ha incontrato il ministro del Lavoro del Qatar Ali bin Samih Al-Marri.

In una dichiarazione video pubblicata su Twitter dalla Qatar News Agency, ha affermato: “Penso che la Coppa del mondo arabo sia stata un ottimo strumento per … la trasformazione politica e le riforme”.

In un successivo discorso al Parlamento europeo, ha detto: “Oggi, la Coppa del Mondo in Qatar è la prova … di come la diplomazia sportiva possa raggiungere un risultato storico”. [sic] trasformazione del paese.

READ  Un'azienda italiana fonda la sua sede nel Nord America nel Delaware - Inside Indiana Business

Ha insistito sul fatto che il Qatar fosse il “candidato più probabile nel campo dei diritti dei lavoratori”.

Venerdì ad Atene, il capo dei socialisti greci (PASOK), Nikos Androulakis, ha annunciato su Twitter che Kylie era stata espulsa dal partito.

Sabato il gruppo dei socialisti e democratici al Parlamento europeo ha annunciato la sospensione della sua adesione.

“Siamo sconvolti dalle accuse di corruzione nelle istituzioni europee”, hanno affermato in un comunicato, impegnandosi a collaborare pienamente con le autorità inquirenti.

Un funzionario del governo del Qatar ha dichiarato all’AFP: “Non siamo a conoscenza di alcun dettaglio di un’indagine. Qualsiasi accusa di cattiva condotta da parte dello Stato del Qatar è seriamente fuorviante”.

Ha aggiunto che il Paese “opera nel pieno rispetto delle leggi e dei regolamenti internazionali”.

Nel frattempo, il presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola ha affermato che l’associazione “è ferma contro la corruzione”.

Ha aggiunto: “Faremo tutto il possibile per aiutare l’amministrazione della giustizia”.

Panziri, 67 anni, attualmente dirige un’organizzazione per i diritti umani con sede a Bruxelles chiamata Fighting Impunity.

Il segretario generale della Confederazione internazionale dei sindacati, l’italiano Luca Visentini, era tra gli arrestati. L’ITUC ha affermato di essere “a conoscenza” dei resoconti dei media.

Il Qatar, paese ospitante della Coppa del Mondo, ha cercato di migliorare la propria immagine di fronte alle critiche per il suo record in materia di protezione del lavoro e dei diritti umani.

In un’intervista all’AFP lunedì, Visentini ha accolto con favore i progressi compiuti dal Qatar sui diritti dei lavoratori, ma ha insistito sul fatto che la “pressione” deve continuare una volta terminato il torneo.

I lavoratori migranti costituiscono oltre 2,5 milioni della popolazione del Qatar di 2,9 milioni.