Luglio 7, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Briefing mattutino EMEA: Fed Hawks e Tech Retreat colpiscono le azioni europee

capitalizzazioni di mercato

Fai attenzione:

bilancia commerciale della zona euro; PIL annuale della Germania; IPC Francia; Indice dei servizi del Regno Unito, stime mensili del PIL, commercio, indice di produzione, tracker mensile del PIL NIESR; Christine Lagarde parla. Aggiornamenti da Sberbank, Babcock, Experian e Currys

Invito di apertura:

Il potenziale inasprimento aggressivo negli Stati Uniti dopo i commenti più aggressivi da parte di un gruppo di funzionari della Federal Reserve trascinerà i titoli europei. In Asia, le azioni sono state in forte ribasso, con la debolezza del dollaro in aumento ma i rendimenti dei Treasury in aumento. Nelle materie prime, il petrolio ha esteso le sue perdite ma l’oro è rimbalzato.

scorta:

Le azioni europee affrontano pesanti perdite venerdì dopo i commenti più aggressivi da parte dei funzionari della Federal Reserve e con le azioni statunitensi che hanno chiuso in ribasso dopo che le principali società tecnologiche sono scivolate.

Il governatore della Federal Reserve Lyle Brainard ha testimoniato giovedì che “l’inflazione è troppo alta” come parte della sua audizione per la nomina a vicepresidente dell’istituzione.

“La nostra politica monetaria è focalizzata sul riportare l’inflazione al 2% pur mantenendo la ripresa all-inclusive”, ha anche affermato Brainard in una testimonianza preparata consegnata alla commissione bancaria del Senato. “Questo è il nostro compito più importante”.

La signora Brainard ha affermato che il comitato di determinazione dei tassi della Fed “ha anticipato diversi aumenti nel corso dell’anno. Saremo in grado di farlo una volta che gli acquisti di asset saranno terminati”. Dovremo semplicemente vedere cosa richiedono i dati nel corso dell’anno. ”

La forte inflazione e un mercato del lavoro molto forte suggeriscono “un ragionevole inasprimento nel 2022” quando si tratta di politica monetaria, ha affermato giovedì Patrick Harker, presidente della Federal Reserve Bank di Filadelfia.

I commenti altrettanto aggressivi di Christopher Waller e Charles Evans della Federal Reserve hanno confermato le aspettative dei trader secondo cui i tassi di interesse statunitensi potrebbero aumentare di quattro volte quest’anno, a partire da marzo.

Giovedì le azioni statunitensi hanno chiuso in ribasso, poiché la ripresa delle azioni tecnologiche si è bloccata, tagliando una serie di tre giorni di vittorie sul Nasdaq.

I titoli growth, che sono più sensibili ai tassi di interesse, sono rimbalzati, ma l’indice Nasdaq, ricco di tecnologia, ha chiuso in ribasso, arrestando la ripresa nelle ultime tre sessioni.

“Questa è la riaccelerazione del commercio la scorsa settimana dopo tre giorni di ritardo”, ha affermato Tom Herden, chief trader di Skylands Capital, notando una mossa di circa il 20% nel rapporto qualità-prezzo nel 2022 finora. “Questa è una mossa straordinaria in nove giorni di negoziazione”.

Approfondimento economico:

Nuove ondate di infezioni da Covid-19, carenza di manodopera, sfide nella catena di approvvigionamento e inflazione stanno rallentando la crescita economica globale, secondo le Nazioni Unite, che prevedono un aumento della produzione globale del 4% nel 2022 e del 3,5% nel 2023. Sarebbe meno di l’espansione del 5,5% nel 2021, il tasso di crescita più alto degli ultimi quattro decenni.

READ  Il settore bancario può assorbire una crisi economica molto grave

Secondo il rapporto, Africa, America Latina e Caraibi vedranno una crescita significativamente inferiore rispetto alle aspettative pre-pandemia, mentre il PIL pro capite nelle economie avanzate dovrebbe riprendersi quasi completamente entro il 2023, rispetto alle aspettative pre-pandemia.

I livelli occupazionali dovrebbero rimanere ben al di sotto dei livelli pre-pandemia per almeno i prossimi due anni.

Forex:

Il dollaro è ulteriormente sceso in Asia, con lo yen in rafforzamento, poiché gli investitori sono diventati nervosi dopo i commenti dei funzionari della Federal Reserve sull’attenzione della banca centrale statunitense sulla lotta aggressiva contro l’inflazione, ha affermato MUFG.

Richard Clarida, il secondo in comando della Fed uscente, sta facendo un ultimo tentativo per influenzare le prospettive economiche, almeno nella sua veste ufficiale.

In un documento di ricerca che pubblicizza il valore costante del nuovo quadro politico federale in un’economia iperinflazionistica, ha scritto: “Continuo a credere che il tasso di inflazione core nell’economia statunitense si aggiri vicino al 2% nel lungo termine. Obiettivo, quindi , un aumento indesiderabile dell’inflazione Nel 2021, una volta completati questi aggiustamenti dei prezzi relativi e rimosse le strozzature, alla fine si rivelerà ampiamente transitorio data una politica monetaria adeguata”.

È probabile che l’euro cada rispetto al dollaro quest’anno poiché la Fed è destinata ad aumentare i tassi di interesse davanti alla Banca centrale europea sulla scia della crescita economica degli Stati Uniti e dell’inflazione colpita dall’eurozona, ha affermato la Bank of America. Prevede che l’EUR/USD scenderà a 1,10 entro la fine dell’anno.

“Ci aspettiamo che la BCE sia in attesa quest’anno e il prossimo, rispetto a un prezzo di mercato di 19 punti base [basis points] e 31 punti base, rispettivamente nel 2022 e nel 2023, gli analisti della Bank of America hanno affermato di aspettarsi che la Federal Reserve alzi i tassi di interesse quattro volte quest’anno e altre quattro volte nel 2023.

TD Securities ha affermato che la sterlina sembra relativamente imperturbabile dall’escalation dell’incertezza politica nel Regno Unito, ma la valuta appare vulnerabile a una serie di cattive notizie nelle prossime settimane.

Gli analisti di TD hanno affermato che la mancanza di reazione della sterlina ai problemi del primo ministro Boris Johnson non dovrebbe sorprendere, dato che è improbabile che la politica influisca sulle aspettative di tassi di interesse più elevati nel Regno Unito. Nonostante l'”azione sui prezzi elevati” del GBP, il framework MRSI di TD assegna una posizione “deep short” per la valuta, che dovrebbe scendere, sulla base di fattori come crescita economica, inflazione, rischio, posizionamento, tassi e ragioni di scambio.

La sterlina britannica è anche la valuta più ipercomprata nel G10. “Questo lascia la sterlina vulnerabile a un cambiamento nell’ampia narrativa del dollaro e ai rischi interni nelle prossime settimane”.

READ  Il nuovo ristorante aggiunge il sapore italiano alla strada principale di Delhi | Notizie di affari

Obbligazioni:

I rendimenti dei Treasury sono leggermente aumentati dopo essere scesi giovedì, con i rendimenti a 10 e 30 anni che hanno raggiunto i livelli più bassi in più di una settimana, dopo un’asta obbligazionaria da $ 22 miliardi e un modesto aumento dello 0,2% dei prezzi all’ingrosso.

Ben Jeffrey, stratega di BMO Capital Markets, ha affermato che la vendita delle obbligazioni ha avuto un “risultato decente”.

Il CEO di AXS Investments Greg Psock ha affermato che, nonostante l’indice dei prezzi alla produzione negli Stati Uniti sia aumentato meno del previsto, “riteniamo che gli investitori abbiano motivo di rimanere eccessivamente concentrati su fattori che probabilmente manterranno l’inflazione elevata nei prossimi mesi”.

Jefferies è neutrale sui titoli di stato italiani che si dirigeranno alle elezioni presidenziali italiane alla fine di questo mese, ma considererà qualsiasi espansione degli spread obbligazionari dovuta all’incertezza politica come un’opportunità di acquisto.

Questo perché Jefferies ritiene che ci siano poche possibilità di elezioni anticipate. Si aspetta che gli spread dei titoli di Stato italiani rimangano supportati fino alla terza settimana di gennaio”, vista la stagionalità positiva e il fatto che [Prime Minister Mario] “È improbabile che Draghi si dimetta prima delle elezioni presidenziali previste per il 24”, ha affermato Mohit Kumar, amministratore delegato della strategia dei tassi di interesse.

Jefferies sarà più cauto nel secondo trimestre, quando scadrà il PEPP della BCE.

energia:

Secondo Oanda, i prezzi del petrolio hanno continuato le loro perdite in Asia con una crescente pressione politica sulla Casa Bianca affinché faccia pressione sull’OPEC + per garantire la capacità del gruppo di raggiungere i suoi obiettivi di produzione in mezzo a interruzioni dell’approvvigionamento.

OANDA ha aggiunto, citando il CEO di Delta Ed Bastian che ha affermato di aspettarsi che la ripresa dei viaggi venga ritardata di 60 giorni, è probabile che anche le prospettive a breve termine per la domanda di viaggi siano influenzate dallo spread di Omicron.

Giovedì i futures petroliferi hanno chiuso in ribasso, con un forte aumento delle scorte di benzina statunitensi la scorsa settimana che ha sollevato preoccupazioni per l’impatto di omicron sulla domanda di carburante, anche se le forniture nazionali di greggio hanno raggiunto i livelli più bassi dal 2018.

I prezzi si sono ritirati nonostante la continua debolezza del dollaro, ha affermato Troy Vincent, capo analista di mercato di DTN, “suggerendo che il movimento al rialzo dei futures sul petrolio nell’ultimo mese potrebbe essere ancora una volta molto più avanti della realtà del mercato fisico”.

Diverse restrizioni probabilmente limiteranno le energie rinnovabili a circa il 20-40% della fornitura totale di energia nella maggior parte dei mercati nei prossimi decenni, secondo SailingStone, una società di consulenza per gli investimenti focalizzata sulle risorse naturali.

READ  Putin dice che le sanzioni occidentali contro la Russia sono come una guerra con migliaia di persone in fuga

Tali limitazioni includono la volatilità delle fonti di energia solare ed eolica e la loro incapacità di installare reti elettriche, nonché il costo dei progetti di energia rinnovabile e la grande quantità di terreno che utilizzano, ha affermato SailingStone.

Tuttavia, la società ha affermato che è ancora possibile decarbonizzare l’economia globale attraverso una combinazione di energie rinnovabili, accumulo di energia, energia convenzionale a zero emissioni di carbonio, gas naturale e progetti di decarbonizzazione.

Metallo:

I futures sull’oro sono rimbalzati in Asia, sostenuti dalla continua debolezza del dollaro, poiché l’aumento dell’inflazione ha preoccupato gli investitori per le misure più aggressive della Federal Reserve, ha affermato ANZ.

Giovedì i futures sull’oro hanno registrato la prima perdita in cinque sessioni, dopo che la lettura dell’indice dei prezzi alla produzione degli Stati Uniti per dicembre è stata inferiore alle aspettative del mercato.

“Probabilmente, il vantaggio dell’oro è la sua reputazione di copertura dall’inflazione, soprattutto considerando i recenti risultati delle banche centrali nel rendersi conto della gravità della situazione”, ha affermato Craig Erlam, capo analista di mercato di OANDA. Ma con l’inflazione probabilmente vicina al suo picco, questo potrebbe non durare.

“Tuttavia, anche il timore di un inasprimento della Fed potrebbe essere al suo apice, il che potrebbe supportare l’oro a breve termine e un breakout di $ 1.833 potrebbe segnalare un ulteriore rally in futuro”, ha affermato Erlam.

Anche i prezzi dell’alluminio sono leggermente aumentati, poiché “scorte basse e problemi di approvvigionamento rinnovabile rimangono favorevoli per tutti i metalli”, ha affermato ANZ, osservando che la forte domanda asiatica di alluminio ha spinto i livelli delle scorte al minimo di 16 anni. È probabile che anche la domanda di metalli di base sia supportata da un rimbalzo della domanda di auto.

Rystad Energy ha affermato che le aziende di auto elettriche devono affrontare costi significativamente più elevati per il litio metallico utilizzato nelle batterie che alimentano le auto.

“Il litio utilizzato per produrre le batterie è sull’orlo di un aumento. I prezzi del metallo sono già scambiati a un record di $ 35 per chilogrammo in Asia e probabilmente continueranno a salire a $ 50 per chilogrammo nella seconda metà del 2022”.

Rystad ha affermato che l’interesse per le batterie al litio ferro fosfato è decollato dall’inizio del 2021 e prevede che le forniture di sali di litio rimarranno “limitate almeno fino alla prima metà del 2022, a causa dei ritardi di produzione in Cina e Sud America”.

   
 
 

I titoli di oggi

Brainard della Fed afferma che frenare l’inflazione è una priorità assoluta

(Altro a seguire) Notizie Dow Jones

14 gennaio 2022 00:53 ET (05:53 GMT)

Copyright (c) 2022 Dow Jones & Company, Inc.