Luglio 19, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Borja Aris, un lavoratore neozelandese, ha perso $ 330.000 a causa di un truffatore che si spacciava per dipendente di Citibank

Borja Aris, un lavoratore neozelandese, ha perso $ 330.000 a causa di un truffatore che si spacciava per dipendente di Citibank

Di Padraig Collins per Daily Mail Australia

08:05 04 giu 2023, aggiornato alle 08:30 04 giu 2023

  • L’uomo si sente “sciocco” dopo aver perso i suoi risparmi
  • Truffato da una truffa finanziaria online

Il padre è rimasto devastato dopo essere caduto in un’elaborata truffa e aver perso $ 330.000.

L’operatore sanitario neozelandese Borja Aries, 37 anni, ha perso i risparmi di tutta la sua famiglia e ora si sente deluso dalla moglie, Alfia Laxmidhar, 35 anni, e dai loro due figli.

La coppia, che lavora all’ospedale di Whangarei, ha venduto la casa il 1° maggio e voleva mettere i soldi in un conto di risparmio fino a quando non fossero stati pronti a comprare un’altra casa.

Dopo aver liquidato il mutuo, erano rimasti $ 330.000 e Ares ha cercato opportunità di investimento online.

Purja Aries (nella foto a sinistra con la moglie Alfia Laxmidhar) si sente “sciocca” per essersi innamorata dell’elaborata truffa da $ 330.000

Ha trovato un sito che confrontava i tassi di interesse sui depositi a termine e ne ha inserito i dettagli, identificando rapidamente una truffa che sarebbe costata rapidamente a una famiglia l’intero risparmio.

Lo stesso giorno in cui è entrato nei dettagli, è stato avvicinato da due uomini, uno che si fa chiamare Simon David e l’altro James Higgins, che hanno gareggiato per il suo investimento.

Uno di loro ha affermato di essere un broker di investimenti per Citibank con sede a Oakland, ha detto David, e sembrava sincero e degno di fiducia, quindi Ares ha scelto di andare con lui.

Il medium aveva un accento inglese morbido ed educato, ma la chiamata sembrava provenire dal numero 09 di Auckland, quindi l’operatore sanitario non aveva idea che si trattasse di una truffa.

Il modello di vendita di David – sulle opzioni di terzo grado, a basso rischio e sostenute da Citibank – era così convincente che Ares si sentiva “automatico” e “controllato come una macchina”.

READ  Nella politica americana di questa settimana: i raduni di Donald Trump sono tornati e i repubblicani staranno a guardare

ha detto a Araldo della Nuova Zelanda.

Dopo aver inviato i dettagli delle varie opzioni, Ares ha optato per le obbligazioni della Yorkshire Building Society a un tasso di interesse del 13,5%.

Sentiva che i suoi soldi erano al sicuro ed era pienamente convinto che fosse la cosa migliore per lui e la sua famiglia.

Un operatore sanitario con sede in Nuova Zelanda ha perso i risparmi di tutta la sua famiglia e ora sente di aver deluso sua moglie, Alfia Laxmidhar, ei loro due figli. Viene fotografata una foto d’archivio del truffatore

Ares ha fatto una ricerca online per David, che aveva un profilo LinkedIn legittimo, dicendo che era il vicepresidente del corporate banking di Citibank.

Il suo profilo è stato poi cancellato da LinkedIn.

L’uomo di origine spagnola, in attesa della cittadinanza neozelandese, aveva intenzione di contattare direttamente Citibank per convalidare l’investimento, ma le questioni lavorative e familiari si sono messe di mezzo e si è comunque fidato del signor David.

Sua moglie ha detto che avrebbe lasciato fare a lui quando gliene avesse parlato e ha detto al signor David che voleva investire $ 250.000, ma si è parlato fino a $ 330.000 (AU $ 303.000).

Gli hanno anche detto come dividerlo in due trasferimenti di $ 165.000 ciascuno quando ha detto loro che erano $ 330.000 in più rispetto a quanto la sua banca, BNZ, gli avrebbe permesso di trasferire in un giorno.

Lo ha fatto, poiché l’intero processo dal primo contatto alla perdita dei risparmi della sua famiglia ha richiesto 12 giorni.

Ci vollero altri nove giorni prima che si rendesse conto che si trattava di un’elaborata bufala.

Durante una cena in famiglia, ha parlato di investimenti e ha menzionato il tasso di interesse del 13,5%.

Dirlo ad alta voce gli fece capire che sembrava troppo bello per essere vero. Presto scoprì che era stato quando fece ricerche sulla “truffa Citibank” e scoprì di essere tutt’altro che la prima persona a cadere preda della truffa spietata.

READ  Un terremoto colpisce il Marocco, uccidendo centinaia di persone

Immagino di non essere un uomo particolarmente ingenuo. Cerco di stare attento. Ma mi hanno catturato e ingannato.

Ha contattato Citibank, la sua banca privata, il New Zealand Banking Ombudsman e la polizia.

Il signor Ares ha detto che sua moglie Alvia Laxmidhar (nella foto) non lo biasima e tiene unita la famiglia

Al signor Ares è stato detto così La truffa era ben nota e BNZ doveva essere attenta ai rischi poiché si diceva che stesse trasferendo denaro su un conto Citibank.

Un portavoce di BNZ ha detto al NZ Herald: “Mentre ha affermato che il trasferimento era per un investimento in Citibank, ha detto che stava trasferendo il denaro sul proprio conto, la nostra banca ha elaborato la transazione”.

Nonostante l’enorme perdita finanziaria e il trauma di essere incappato in una truffa, il signor Aris ha detto che sua moglie non lo biasima e sta tenendo unita la famiglia.

“Siamo al sicuro, i bambini sono al sicuro, e questa è la consolazione che prendiamo”, ha detto.

BNZ sta lavorando per vedere se riesce a recuperare i soldi della famiglia.

Citibank ha affermato che i truffatori lo stanno impersonando e che non offre prodotti o servizi finanziari ai clienti al dettaglio né invia offerte di investimento non richieste.

Suggerimenti per proteggersi dalle truffe

Non fare clic su alcun collegamento o aprire allegati da testi che affermano di provenire dalla tua banca o da un altro istituto di fiducia che ti chiede di aggiornare o verificare i tuoi dati: premi semplicemente Elimina.

Cerca in Internet qualsiasi riferimento a una truffa simile.

Cerca il simbolo sicuro sul sito web per vedere se è sicuro.

Non fornire mai i dettagli del tuo conto personale, della carta di credito o del conto online se ricevi una chiamata che afferma di provenire dalla tua banca o da un altro istituto. Invece, chiama la tua banca per verificare.

READ  "L'egemonia non è nel DNA della Cina": Xi chiede l'espansione dei BRICS | commercio mondiale

Se ritieni di aver fornito i dettagli del tuo account a un truffatore, contatta immediatamente la tua banca o istituto finanziario.

Segnala una sospetta frode finanziaria Segnala una pagina truffa Per contribuire a diffondere la parola.

fonte: Commissione australiana per la concorrenza e i consumatori