Agosto 18, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Boris Johnson è nei guai. Ma le economie del Regno Unito stanno bene al momento.

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

La Gran Bretagna si sente certamente fragile in questo momento con l’iperinflazione, la guerra in Ucraina e tutti i tipi di difficoltà interne che affliggono il corpo politico del Regno Unito. Il primo ministro Boris Johnson, già scosso da numerosi scandali elettorali e battute d’arresto, martedì ha subito ancora più colpi fisici con le dimissioni di Rishi Sunak, il cancelliere, e Sajid Javid, il ministro della salute e membri chiave del governo.

L’economia è tutt’altra cosa, nonostante le notizie deludenti di inflazione ed energia. Il Regno Unito non è poi così orribile, con 400 miliardi di sterline (480 miliardi di dollari) di stimolo pandemico in circolazione. Se il mondo scivola in una recessione da shock energetico, questa piccola nazione insulare affollata e piovosa dovrebbe resistere meglio della maggior parte. Con la piena occupazione, un settore bancario forte, bilanci solidi di famiglie e imprese – e la capacità, nonostante quanto affermato dall’ex ministro delle finanze, di aggiungere ulteriori stimoli fiscali del governo – qualsiasi flessione può essere mitigata. Il rapporto debito/PIL del Regno Unito rimane poco al di sotto del 100%, il che è migliore di quello di molte altre grandi economie, quindi c’è spazio per indebitarsi. (L’Italia indebitata supera il 150%)

Sunak aveva già raggiunto il Magical Money Tree diverse volte da quando aveva presentato i dettagli del budget in ottobre. Il suo successore, Nadim al-Zadawi, quasi certamente lo farebbe di nuovo con qualsiasi budget di emergenza per cercare di stabilizzare la nave. Sussurralo, ma c’è molta flessibilità disponibile in caso di necessità politica. I tagli alle tasse stanno arrivando e il mercato dei titoli di Stato del Regno Unito può gestire qualsiasi offerta aggiuntiva entro limiti ragionevoli.

READ  PANTHEON Media Group (PMG) annuncia un'espansione globale dei famosi marchi di moda italiani GRAZIA graffiti in sette paesi asiatici

È difficile modellare questa potenziale pazzia finanziaria nelle stime economiche, quindi fai attenzione quando ascolti alcune previsioni terribili. L’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, che è stato più volte sottolineato di recente, ha un track record particolarmente scarso nel prevedere la crescita del Regno Unito. Ciò che conta è che la BoE abbia rinnovato la fiducia per continuare il suo ciclo di rialzo dei tassi per combattere l’inflazione. È chiaramente in una posizione migliore rispetto alla Banca centrale europea, che è ancora bloccata con tassi di interesse estremamente negativi.

Forse i migliori indicatori della crescita futura nel Regno Unito – le indagini sui direttori degli acquisti – sono ancora al di sopra della linea di crescita, a differenza di molte economie europee. Inoltre, la City di Londra, una delle principali fonti di profitti e di entrate fiscali, ha resistito meglio di quanto temuto. Anche l’indice FTSE100 si è comportato meglio degli altri principali indicatori.

Tutto ciò può sembrare un armeggiare ai margini, ma l’economia sottostante è abbastanza robusta da resistere a molti shock sistemici. Il settore bancario ha sofferto – sotto l’occhio d’acciaio dell’autorità di regolamentazione prudenziale – per non essersi lasciato esposto a potenziali sofferenze. Supponiamo che le banche siano caute ma ballino: sono ancora fiduciose nell’offrire prestiti alle imprese oltre che mutui.

Niente di tutto ciò significa che una recessione può essere evitata. In effetti, a molti sembra che ci siamo già dentro. La crescita economica è stata piatta negli ultimi mesi e la crisi del costo della vita è molto reale per molti. L’inflazione quasi certamente raggiungerà una doppia cifra entro la caduta, ma dovrebbe stabilizzarsi entro la fine dell’anno prima di diminuire rapidamente la prossima volta, a meno che la Russia non interromperà le forniture di energia all’Europa.

READ  HIP Alliance per aiutare a creare opportunità economiche dopo le turbolenze in Sudafrica

Ma c’è una cassa di guerra, per così dire: le finanze delle famiglie del Regno Unito sono sane, in effetti relativamente le migliori tra tutte le principali economie con quasi 200 miliardi di sterline di risparmi accumulati durante la pandemia. Chiaramente, questo negozio non ancora sfruttato è segno di paura dei consumatori, soprattutto da quando i prezzi delle case sono in aumento. Di solito in uno scenario così favorevole, la spesa al dettaglio si aggiungerebbe fortemente alla crescita del PIL. Questa negatività si nutre di se stessa, ma a un certo punto si invertirà e darà una sana spinta a qualsiasi recupero.

La forza più convincente dell’economia britannica è l’occupazione. Le pressioni sul costo della vita si stanno già trasformando in una crisi più ampia con un forte aumento della disoccupazione. I grandi sforzi del programma di noleggio di Sunak possono sembrare passati da tempo, ma ha tenuto a galla aziende e dipendenti durante le chiusure. La disoccupazione è solo del 3,8% con 1,7 milioni di posti vacanti. Questo è quanto di meglio si possa ottenere.

Ora è chiaro che c’è un effetto sbornia poiché lo stimolo pandemico viene gradualmente ritirato, ma i restanti effetti di supporto dovrebbero fornire un cuscinetto per un po’ di tempo a venire – sicuramente le entrate fiscali del governo sono ben interrotte. Non è affatto una pesca e una crema, ma tutte le parti principali dell’economia sono in condizioni ragionevoli se si pensa di chiudere il mondo intero e poi di riavviarlo drammaticamente. La debolezza della sterlina ha esacerbato i costi di importazione delle merci, che sono in gran parte valutate in dollari, ma la sterlina è ben lungi dal soffrire della brutta forza del dollaro USA.

READ  Gillian chiuderà i battenti la prossima settimana dopo 13 anni in Main Street

fino al mento. Non dovresti lamentarti. Non stiamo peggio degli altri. Cioè, a patto di deviare da Westminster.

Altro da questo scrittore e altri su Bloomberg Opinion:

L’abbattimento dell’elicottero di Rishi Sunak semplifica la vita alla Banca d’Inghilterra: Marcus Ashworth

I conservatori britannici sono stati al potere per molto tempo?: Martin Ivins

Immagini Il potere attende: chi è il prossimo dopo Boris Johnson: Adrian Wooldridge

Questa colonna non riflette necessariamente l’opinione della redazione o di Bloomberg LP e dei suoi proprietari.

Marcus Ashworth è editorialista di Bloomberg Opinion e si occupa dei mercati europei. In precedenza, è stato Chief Market Strategist per Haitong Securities a Londra.

Altre storie come questa sono disponibili su bloomberg.com/opinion