Marzo 2, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Blue Origin e SpaceX hanno iniziato a lavorare sulle versioni cargo dei lander lunari con equipaggio

Blue Origin e SpaceX hanno iniziato a lavorare sulle versioni cargo dei lander lunari con equipaggio

WASHINGTON – Le due società incaricate dalla NASA di sviluppare lander lunari con equipaggio hanno iniziato anche a lavorare sulle versioni cargo del loro veicolo spaziale.

La NASA ha esercitato le opzioni nei premi Human Landing System (HLS) a Blue Origin e SpaceX per iniziare il lavoro di progettazione e sviluppo iniziale su versioni dei loro lander che possono trasportare grandi quantità di carico sulla superficie lunare.

La NASA ha fatto un fugace riferimento al lavoro in un annuncio del 9 gennaio sui ritardi nelle missioni Artemis 2 e 3. “La NASA ha anche indicato di aver chiesto ai fornitori del sistema di atterraggio umano Artemis – SpaceX e Blue Origin – di iniziare ad applicare le conoscenze acquisite nello sviluppo dei loro sistemi come parte dei loro contratti esistenti verso variazioni future per potenzialmente consegnare carichi di grandi dimensioni in un secondo momento missioni”. Lo ha detto in un comunicato stampa.

“Negli ultimi mesi, abbiamo chiesto ai nostri fornitori di sistemi di atterraggio umani, SpaceX e Blue Origin, di applicare il lavoro che stanno svolgendo sulle versioni umanizzate dei loro lander per sviluppare una versione cargo che possa far avanzare la missione Exploration Systems”, ha affermato Amit Kshatriya, vice amministratore associato del programma Luna su Marte. “L'atterraggio di un grosso carico sulla superficie”, ha detto la NASA in una chiamata di briefing il 9 gennaio. Tuttavia, la NASA non ha fornito ulteriori dettagli su questo lavoro in quel momento, con il briefing concentrandosi sui ritardi nelle prossime missioni Artemis.

In una dichiarazione del 19 gennaio a SpaceNews, la portavoce della NASA Katherine Hambleton ha affermato che il lavoro viene svolto nell'ambito delle opzioni contrattuali HLS di Blue Origin, assegnate nel maggio 2023, e del premio “Opzione B” di SpaceX nel novembre 2022, che ha modificato il contratto originale. . SpaceX ha vinto il contratto HLS nell'aprile 2021. Le opzioni, che coprono il lavoro attraverso una revisione iniziale del progetto, non richiedono finanziamenti aggiuntivi oltre i 3,4 miliardi di dollari per Blue Origin e gli 1,15 miliardi di dollari per l'Opzione B di SpaceX.

READ  Un massiccio impatto di un asteroide ha cambiato per sempre l'equilibrio della luna

“La NASA prevede che questi grandi lander avranno molto in comune con i sistemi di atterraggio umani già operativi con modifiche alle interfacce del carico utile e ai meccanismi di dispiegamento”, ha affermato la NASA. “I requisiti di progettazione iniziali includono la consegna di 12-15 tonnellate sulla superficie lunare”.

La NASA ha aggiunto che non è stato ancora identificato alcun carico utile per questi veicoli. Il lander cargo più vicino che verrà utilizzato è Artemis 7, una missione prevista non prima dell’inizio degli anni ’30.

Nessuna delle due società ha discusso pubblicamente il lavoro sulle versioni cargo dei propri lander HLS. Elon Musk, CEO di SpaceX, ha menzionato la capacità del veicolo Starship della sua azienda di far atterrare grandi carichi utili sulla luna in… Una presentazione pubblicata da SpaceX il 12 gennaio. “Vogliamo andare ben oltre ciò che la NASA ci ha chiesto di fare”, ha detto. “Vogliamo andare oltre i requisiti della NASA ed essere effettivamente in grado di mettere un carico utile sufficiente sulla Luna con una frequenza sufficiente da poter effettivamente avere una base lunare occupata permanentemente.”

Blue Origin e SpaceX non sono gli unici a lavorare su un grande lander cargo. L'ESA è nelle prime fasi di sviluppo di Argonaut, un lander cargo che l'ESA propone di fornire per le future missioni Artemis. L'Argonaut, come attualmente progettato, trasporterà circa due tonnellate di carico, molto meno di quanto la NASA propone con le varianti cargo HLS.

Le opzioni di atterraggio merci esercitate dalla NASA non sono i primi contratti della NASA con aziende riguardanti la consegna di merci sulla Luna. La NASA ha selezionato le due società, insieme ad altre tre, nel secondo round del suo programma Commercial Lunar Payload Services (CLPS) nel novembre 2019. SpaceX ha dimostrato il servizio Starship, che secondo la società all'epoca avrebbe potuto fornire fino a 100 tonnellate a la luna . In superficie, mentre Blue Origin ha mostrato la versione cargo originale del lander Blue Moon, capace di trasportare diverse tonnellate sulla luna.

READ  Studio del Sole: l'India lancia l'array europeo Proba-3 per creare un'eclissi artificiale | Notizie dall'India

Né Blue Origin né SpaceX hanno vinto alcun ordine di missione CLPS e non è chiaro se nessuna delle due società abbia fatto un'offerta per qualcuna delle missioni assegnate dalla NASA attraverso il programma.