Dicembre 3, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Bilanciamento Pompei: la tomba mostra quanto lontano sia arrivato l’ex schiavo Italia

L’iscrizione sulla tomba dimostra con orgoglio fino a che punto si spinse Marco Venerius Secundio, un ex schiavo dell’antica città romana di Pompei. In ordine di importanza, elenca i suoi successi dopo il suo rilascio. In origine era il guardiano del Tempio di Venere, costruito poco dopo che Pompei divenne colonia romana.

Si unì alla linea di Augusto, il Collegio dei Sacerdoti, che era responsabile del culto dell’Imperatore. Ma il fatto che abbia finanziato eventi di intrattenimento in greco e latino è la migliore indicazione del suo status finale.

“È un peccato essere uno schiavo, sei in possesso di qualcun altro”, ha detto Gabriel Schutz, direttore del Parco Archeologico di Pompei. “Quindi qui vediamo le prove di un cambiamento nelle classifiche sociali… È diventato una persona diversa, dimostra di averlo fatto nella vita”.

I resti in qualche modo mummificati di Secundio, tra cui capelli bianchi, ossa e un orecchio parzialmente visibile, sono stati recentemente ritrovati in una tomba monumentale situata nella Negropoli di Porta Sarno, una delle principali porte d’ingresso dell’antica Pompei.

Si ritiene che Secundio, identificato per la prima volta come schiavo pubblico negli archivi di proprietà di un ricco banchiere di nome Cecilius Icundus che viveva in città, sia morto decenni fa. Pompei fu distrutta nel 79 d.C. dall’eruzione del Vesuvio. Nella tomba sono state trovate due urne e una moneta celebrativa dell’atletica greca organizzata dall’imperatore Nerone.

La sorprendente scoperta fornisce ulteriori spunti sulla prosperità di Pompei negli anni precedenti alla catastrofica eruzione del Vesuvio e sulla vivace scena culturale della città.

È già noto che gli schiavi liberati prosperavano a Pompei, e uno degli esempi più importanti è la Casa della Casa decorata, una casa decorata in città di proprietà di due fratelli che si arricchirono grazie al commercio. Un murale raffigurante Priyabus, il dio della fertilità all’interno della casa, con un grosso pene e una borsa piena di denaro simboleggia la ricchezza accumulata dai fratelli.

READ  Non mi sono accorto del motore prima dell'Italia - Gioco

Gli schiavi di solito dovevano pagare una tassa per assicurarsi la loro libertà. “Certo, c’erano molti schiavi liberi, non sono diventati ricchi, quindi hanno formato le classi medio-basse e sono diventati mercanti, artigiani o impiegati pubblici”, ha detto Jutzrikel. “Ma altri sono diventati davvero ricchi, a volte più ricchi dei loro ex padroni”.

Ma ciò che è ancora più notevole nel caso di Secundio, che si dice sia il reperto meglio conservato di Pompei, è che fu sepolto e non bruciato secondo le regole della Pompei adulta. Inoltre, il suo corpo è stato mummificato.

“Sono stati sepolti solo bambini piccoli, quindi questa sepoltura è stata una delle più eccezionali e un segno dell’importanza e della ricchezza che aveva raggiunto in città e di quanto fosse ben integrato”, ha detto Judicial. “Dobbiamo analizzare i resti per vedere se i materiali sono stati utilizzati per lo scopo previsto [to preserve the body]. “

Gli schiavi dell’epoca ebbero la fortuna di vivere sotto l’imperatore Nerone, che a volte voleva la loro liberazione rispetto ai suoi senatori romani che cercavano di cacciarli dalla schiavitù. Il ruolo di Secondo con il sacerdote Augusto potrebbe avergli dato una maggiore protezione dall’imperatore.

Un’analisi iniziale del suo scheletro mostra che Secundio non ha praticato attività fisica faticosa durante la sua vita. “Eppure era un tossicodipendente e lavorava per la città”, ha detto Suktrigal.

Fu il ruolo di Secundio di custode del Tempio di Venere che lo portò a organizzare cerimonie che spaziavano da spettacoli ridicoli, teatrali e gare musicali a giochi atletici e gladiatori. Il riferimento al fragore greco nella sua tomba è la prima chiara prova delle esibizioni di Pompei in greco e riflette anche il clima culturale vivace e aperto dell’antica Pompei. “Sappiamo che molte persone hanno imparato, letto e parlato il greco, ma questa iscrizione sembra confermare che c’erano anche commedie in greco”, ha aggiunto.

READ  Per la prima volta nel G20 l'Italia è apertamente preoccupata per lo Stretto di Taiwan per la Cina Taiwan Notizie

Gli archeologi stanno ancora lottando per raccogliere prove sufficienti prima di giungere alle conclusioni finali sulla posizione della negropoli di Porto Sarno. La maggior parte dei resti umani rinvenuti a Pompei appartengono alle vittime del Vesuvio.

Gli scavi a Reggio V, una vasta area del sito archeologico, hanno rivelato i resti di due uomini ritenuti schiavi l’anno scorso e il suo padrone che è morto scappando da un’esplosione. Resti di animali sono stati scoperti negli ultimi anni anche in ville, dipinti e simili Termopolia, O snack bar. Nell’agosto 2019, gli archeologi a “Il tesoro del mago” Con monumenti tra cui bottoni fatti di cristalli, perline di vetro, specchi e ossa.

Le scoperte attirano i visitatori del sito con la loro folla. Prima dell’epidemia di Corona virus, Pompei era uno dei siti archeologici più visitati al mondo. La gente stava aspettando in lunghe file per entrare nel parco giovedì mattina; Il numero di visitatori è tornato al livello pre-epidemia. Jugtrigal non ha dubbi che l’invenzione di Secundio attirerà ancora di più. “Questa storia, in un angolo della città, è quasi come un’introduzione … ti attrae per l’intera storia”, ha detto.