Maggio 17, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Bagnaia batte Quartararo e vince la MotoGP spagnola

Bagnaia batte Quartararo e vince la MotoGP spagnola

rilasciato in:

Jerez de la Frontera (Spagna) (AFP) – L’italiano Francesco Bagnaia ha concluso una corsa sterile battendo il leader del campionato Fabio Quartararo e vincendo domenica la MotoGP spagnola a Jerez.

Gli spagnoli Alex Espargaro e Marc Marquez hanno preso i due posti successivi mentre lo spagnolo Alex Rins, che ha iniziato la gara con punti in testa alla classifica, non è riuscito a segnare.

Bajnaya ha vinto sei volte la scorsa stagione arrivando secondo in campionato dietro Quartararo, ma in questa stagione non è stato migliore del quinto.

“Questa è una delle vittorie più grate perché arriva dopo una lunga attesa”, ha detto.

All’inizio ha sparato alla sua Ducati ufficiale ed è rimasto in testa per il resto della strada.

“Il miglior inizio che abbia mai fatto in una gara”, ha detto.

“Oggi abbiamo finalmente trovato quello che stavamo cercando.”

Ha detto di avere ancora dolore alla spalla ma è stato in grado di superarlo limitando il suo tempo in pista nelle prove libere e nelle qualifiche.

“Era importante non testare troppo la mia spalla questo fine settimana, quindi non ho fatto molti giri”, ha detto.

Solo Quartararo della Yamaha è riuscito a tenere il passo, ma dopo aver schiacciato nei primi giri ha trascorso il resto della gara fermandosi prima di concludere la gara a poco più di un quarto di secondo dietro di lui.

“Era molto veloce oggi”, ha detto Quartaro. Non è stata una lotta perché non l’abbiamo superata, ma è stata intensa e ci siamo divertiti.

“Combatti ogni gara per cercare di vincere e alla fine non ci riesci, ma so bene che questi sono ottimi punti da prendere, sono stato all’estremo, non avrei potuto fare di meglio.

READ  Il Grand Northcote Theatre si trasforma in un locale di musica dal vivo per 1.500 persone (con Trattoria Italian Restaurant e Rooftop Bar)

“È bello lottare con un pilota come lui perché sto migliorando la mia guida”.

La lotta, e il sorpasso, sono arrivati ​​con diversi secondi di ritardo quando l’australiano Jack Miller, su un’altra Ducati, ha tentato di respingere il sempre aggressivo Marquez, insieme ad altri due spagnoli, Espargaro, in Aprilia.

Hanno offerto intrattenimento mozzafiato a una folla di oltre 60.000 spettatori, la prima volta che gli spettatori sono stati ammessi nel circuito andaluso dall’ultima gara pre-Covid nel 2019.

“Jerez è una delle canzoni più popolari”, ha detto Espargaro. “Quando ho visto pendii neri con le persone questa mattina, sono rimasto soddisfatto”.

“Questo è il mio angolo”

Ha superato Marquez, ma in seguito ha perso il controllo di una curva, salvandosi da un’altra collisione solo sterzando sull’asfalto, mentre l’australiano ha valutato male un freno.

“Era molto duro mentalmente”, ha detto Espargaro, che si è avventato su di lui. “Ero molto più veloce di Jack e Mark e non riuscivo a superarli. Quindi ho aspettato un bug. Jack ha mancato i freni e Mark ha perso il comando, quindi ho pensato che questa fosse la mia curva”.

Si è allontanato per finire terzo, a quasi 11 secondi da Bajnaya.

“Ero molto emozionato sul podio perché mi è venuto in mente che quando avevo 11 o 12 anni ero in questo posto ma non sono mai salito sul podio”.

Quartaro in testa alla classifica, secondo Espargaro.

“Sono molto felice di avere solo sette punti da Fabio”, ha detto Espargaro.

Ina Bastianini, ottava alla Ducati Grisini, ha poi pareggiato con Rins, 19°, terzo. Bajnaya è salito al quinto posto, a 23 punti da Quartararo.

READ  In Italia una marcia poetica sulle orme di Dante | Arte e spettacolo

“Ho perso molti punti all’inizio, ma il torneo è molto lungo”, ha detto Bajnaya.

Francesco Bagnaia saluta i tifosi di Jerez dopo la vittoria Javier Soriano FB

La prossima gara è il Quartararo Prix principale a Le Mans il 15 maggio.

In Moto2, il pilota giapponese Ai Ogura, 21 anni, ha guidato dall’inizio alla fine ottenendo la sua prima vittoria nella grande moto.

Lo spagnolo Aaron Kaneh è arrivato con 2,5 secondi di ritardo nonostante avesse guidato con una stecca protettiva sul braccio sinistro. È stato operato lunedì scorso dopo essersi rotto il braccio in un incidente al Gran Premio del Portogallo il giorno prima.

In Moto3, lo spagnolo Izan Guevara è partito dalla pole position, ha perso rapidamente il vantaggio ma è balzato all’ultima curva ottenendo la vittoria davanti al compagno di squadra e allo spagnolo Sergio Garcia.

Garcia ha aperto il vantaggio di 20 punti sull’italiano Denis Foggia, che era 18esimo.