Gennaio 23, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Australia Omicron Aggiornamento COVID: il Paese revoca il divieto di viaggio in Sudafrica dopo che è emersa un’alternativa in altre parti del mondo

L’Australia ha revocato il divieto di viaggio agli arrivi da otto paesi sudafricani.

Il divieto è stato imposto alla fine di novembre a causa dell’emergere della variante Omicron di COVID-19.

Guarda l’ultima risposta di Omicron nel video qui sopra

Il Chief Medical Officer Paul Kelly ha affermato che il divieto non era più necessario a causa della scoperta di Omicron in dozzine di paesi in tutto il mondo.

“Data la diffusione globale di Omicron, i divieti internazionali alle frontiere non sono più un mezzo proporzionato o efficace per contenere la diffusione di Omicron”, ha affermato mercoledì il professor Kelly in una nota.

I passeggeri vengono sottoposti a test COVID-19 nell’area pre-partenza di specialisti in istologia all’aeroporto internazionale di Sydney. credito: James De Morgan/Getty Images

“A questo punto, non ci sono voli diretti dal Sudafrica all’Australia e solo i cittadini australiani, i residenti permanenti, i familiari stretti, i genitori e i titolari di visto idonei possono entrare in Australia”.

I paesi in cui è stato revocato il divieto di viaggio includono Sud Africa, Lesotho, Zimbabwe, Botswana, Namibia, Mozambico, Malawi ed Eswatini.

Da quando Omicron è stato scoperto per la prima volta, la variante è stata catturata in 77 paesi, con oltre 13.000 casi.

Compressore omicron Greg Hunt COVID19
Professor Paul Kelly: Non ci sono segni specifici che Omicron sia più grave delle altre varianti. credito: AAP

In Australia, il numero di casi di Omicron è 109 e continua a crescere, poiché le autorità sanitarie segnalano la trasmissione comunitaria legata alla variante.

La fine del divieto di viaggio arriva lo stesso giorno in cui la bolla di viaggio tra Corea del Sud e Giappone ha dato il via libera ai viaggiatori australiani.

READ  L'erede immobiliare Robert Durst, il soggetto del documentario The Jinx, è accusato di aver ucciso la moglie di Cathy Durst nel 1982